Autore Topic: Aereo sconosciuto di fronte a Venezia  (Letto 12375 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline dino

  • Post: 531
Re:Aereo sconosciuto di fronte a Venezia
« Risposta #30 il: Luglio 25, 2011, 15:07:51 »
Ciao Al, credo che sia lui,però, ripeto, non ci sono mai stato sopra. :)

Offline danilo43

  • Post: 112
Re:Aereo sconosciuto di fronte a Venezia
« Risposta #31 il: Ottobre 16, 2011, 21:22:20 »
Ciao Danilo, avevo appreso anni fa di un monomotore, probabilmente un P-47 nella zona riportata, però erano solo voci di pescatori che non riuscì a trovare conferma. Per quanto attiene il velivolo di Remo Silvio Vinciguerra, non ho il MACR e, poco alla volta, sto racogliendo tutti i documenti relativi ai velivoli persi in Italia, per ora, dell'USAAF. Ho completato ad esempio queli del 56th e dell'86th Fighter Group e sto andando avanti.
Per quanto attiene il muso del P.38 cui fa riferimento Freddy, fu recuperato alcuni anni fa nella diga nord del porto di Chioggia (leggasi ca'Roman), in occasione dei lavori di bonifica prodromo per le opere del "Mose". Al momento pareva una bomba, una volta recuperato, mi chiamarono e lo identificai chiaramente per il muso di un Lightning: pensa, aveva tutte le armi in sede compreso il cannone Hispano-Suiza. Che io ricordi il lato di destra, sul quale era stato poggiato a terra, probabilmente quando si trovava sul fondo era stato a contatto con sabbia o fango tant'é che erano leggibili le scritte a stampa sui caricatori delle munizioni delle armi.
Per quanto ne sappia, rimase per lungo tempo sulla banchina della C.P. di Chioggia poi credo che fu fatto brillare dallo SDAI di Ancona perché aveva le granate del cannone ancora in sede di caricatore...Peccato, sarebbbe bastato poco...molto poco...
So per certo di un velivolo, un bimotore incocciato dia pescatori al largo del Po e portato innanzi al Volano, era almeno sino a qualche tempo fa, meta di immersioni da parte del Delta Club di Adria. Il relitto era però coperto da reti e l'immersione era piuttosto da brivido...nel senso che occorreva sollevare le reti con un pallone, quindi dla varco si entrava e ci si "godeva" l'immersione, salvo sospensione quasi certa vista la zona.
Del muso del P.38 conservo ancora delle foto, però devo riuscire a trovarle visto che le feci in analogico, nonostante avessi al tempo già la D-70.
Dai che ci sentiamo con più calma.
Un salutone e a presto.
Dino

Offline danilo43

  • Post: 112
Re:Aereo sconosciuto di fronte a Venezia
« Risposta #32 il: Ottobre 16, 2011, 23:12:50 »
Ciao Dino,
 è da un bel pezzo che non mi faccio vivo, ma ho avuto parecchi impegni. Volevo aggiornarti sui due aerei di cui ti avevo fornito le coordinate,  che avevo già scandagliato,ma che non avevo mai visto personalmente. Nel corso dell' estate ho portato sui due punti quel nostro amico comune. Ti confermo le posizioni GPS che sono perfette. Dalla descrizione dell'amico(io non mi sono immerso) ti confermo che le condizioni del P47 sono ancora quelle che yi avevo già descritto. Ci sono ancora alcune armi difficili da togliere, per identificare i serial numbers, visto anche il limitato tempo di permanenza a 30 metri, ma se la cosa ti interessa se ne può riparlare.
per quanto riguarda il secondo, che mi era stato segnalato come un P38, l'amico non è stato in grado di vedere le due code e i due motori. Il relitto è coperto di reti, e come è già successo una parte potrebbe esser stata trascinata altrove dagli attrezzi da pesca. L'amico non è stato in grado di riferirmi se il motore che ha visto sia stellare o in linea. Chi me lo aveva segnalato molto tempo fa ed è una persona attendibile, mi aveva detto di aver visto i due motori e riconosciuto un refrigerante, per cui dovrebbe trattasi del motore Allison, sempre che il velivolo sia americano.
Ma vengo al dunque. L'amico comune mi ha portato in superficie un raccordo, o manicotto, ricoperto di un materiale simile alla plastica, color verde smeraldo lungo una trentina di centimetri, di cui ti allego un pò di foto.Mi sono studiato gli spaccati dell'Allison, ma vorrei una tua opinione e se mi legge anche quella di Freddy, che saluto particolarmente, o di chiunque altro.  Il reperto, se ti interessa è visibile.
Non so se riuscirai a leggere il mio post, perchè la discussione è ormai vecchia, e non so bene come funziona il forum.
Se non avrò risposta ti contatterò comunque in altro modo.
Ciao
Danilo
PS  Credo che il file sia troppo pesante, provo ad inviartelo per E Mail

Offline dino

  • Post: 531
Re:Aereo sconosciuto di fronte a Venezia
« Risposta #33 il: Ottobre 17, 2011, 19:25:20 »
Ciao danilo, ciao a tutti, in effetti pure io ho avuto un'estate piuttosto...movimentata! Non sono riuscito ad andaresui punti che mi hai dato e per i motivi che già sai. Comunque, provo a postare le foto che mi hai spedito.
Per tutti, si tratta di un pezzo recuperato da un motore Allison, verosimilmente siamo su un P-38.

Offline dino

  • Post: 531
Re:Aereo sconosciuto di fronte a Venezia
« Risposta #34 il: Ottobre 17, 2011, 19:27:07 »
Dico verosimilmente perchè l'aereo, come ha detto Danilo, era completamente ricoperto di reti e il sub non ha saputo dire di che motore si tratti, però, dai punti, pare sia il relitto di un P-38. Ecco un'altra foto

Offline dino

  • Post: 531
Re:Aereo sconosciuto di fronte a Venezia
« Risposta #35 il: Ottobre 17, 2011, 19:52:56 »
altra foto

Offline dino

  • Post: 531
Re:Aereo sconosciuto di fronte a Venezia
« Risposta #36 il: Ottobre 17, 2011, 19:55:24 »
Particolare del "tappo"

Offline dino

  • Post: 531
Re:Aereo sconosciuto di fronte a Venezia
« Risposta #37 il: Ottobre 17, 2011, 19:56:57 »
 :) Particolare complessivo di 3/4

Offline dino

  • Post: 531
Re:Aereo sconosciuto di fronte a Venezia
« Risposta #38 il: Ottobre 17, 2011, 19:59:01 »
penultima foto :) si vede un particolare della chiusura del "tappo"

Offline dino

  • Post: 531
Re:Aereo sconosciuto di fronte a Venezia
« Risposta #39 il: Ottobre 17, 2011, 20:00:29 »
Ultima foto della seria :yahoo:
Si aprono i commenti!

Offline Peval

  • Post: 119
Re:Aereo sconosciuto di fronte a Venezia
« Risposta #40 il: Ottobre 17, 2011, 21:21:50 »
E' una resistenza a filo su supporto in ceramica usata come carico sui circuiti elettrici, proabilmente sui circuiti di carica batteria di bordo, lascio a qulcun'altro l'identificazione.
Ciao - Paolo

Offline Peval

  • Post: 119
Re:Aereo sconosciuto di fronte a Venezia
« Risposta #41 il: Ottobre 17, 2011, 21:56:09 »
Tali resistenze erano spesso utilizzate negli apparati radio sui circuiti di potenza ( survoltori, alimentatori e trasmettitori).

Online mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3184
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re:Aereo sconosciuto di fronte a Venezia
« Risposta #42 il: Ottobre 17, 2011, 22:03:47 »
Potrebbe essere come dice Peval...

Dal punto di vista meccanico ho dato un'occhiata al manuale dell'Allison: niente!
Ad augusta per angusta

Offline Freddy

  • Post: 977
Re:Aereo sconosciuto di fronte a Venezia
« Risposta #43 il: Ottobre 18, 2011, 17:04:21 »
In effetti dovrebbe proprio essere un resistore come dice Peval ma credo che servisse come resistenza di caduta e cioè che fosse impiegata per regolare i giri di un motore elettrico in corrente continua.
Si usano ancora oggi in campo automobilistico, o meglio si usavano perchè nelle vetture più recenti sono stati sostituiti da moduli elettronici ben più efficienti e soprattutto, regolabili.
Quello della foto allegata dovrebbe essere un resistore impiegato sulla vecchia Opel Corsa per la ventola interna dell'abitacolo. Come si vede anche il colore esterno è ancora oggi di colore verde chiaro. Non so se sia dovuto a qualche particolare componente della vernice resistente al calore che ricopre le spire della resistenza.
E' infatti abbastanza strano che anche marche diverse di componentistica che costruiscono queste parti continuino ad usare lo stesso colore.
Dire ora a che aereo possa essere appartenuto quel resistore è abbastanza difficile e di certo ci vorrebbe qualche elemento in più. Quel che è certo è che anche la Bosch anni addietro costruiva questi resistori di colore verde ma questo non significa che l'aereo sia stato tedesco invece che americano o inglese.
Freddy

Online mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3184
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re:Aereo sconosciuto di fronte a Venezia
« Risposta #44 il: Ottobre 18, 2011, 22:20:26 »
Assomiglia molto a questo...

Model number RW12V511, 510 Ohm 125W resistor.


« Ultima modifica: Ottobre 18, 2011, 22:23:26 da mazwork »
Ad augusta per angusta