Autore Topic: B-17G s/n 42-97724  (Letto 7262 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline dino

  • Post: 537
B-17G s/n 42-97724
« il: 18 Ott 2010, 22:03:07 »
Ciao Fabio e ciao a tutti, ogni promessa è debito e questa sera, dato che ho un po' di tempo, vorrei riprendere la storia della mitragliatrice Browning cal. 50 appartenuta al B-17G s/n 42-97724, cui feci riferimento la prima volta che entrai in questo sito.

Orbene, andiamo per ordine...
 
Nell'agosto 2006 un peschereccio del compartimento marittimo di Chioggia andandoa strascico ha tirato su una mitragliatrice Browning M2 cal. 50 completamente arrugginita ma non completamente concrezionata; l'arma è stata consegnata a chi di dovere ex Lege e mi contattarono non tanto per identificare la "cosa" (che da qualcuno che si ritenne esperto, fu stabilito essere una ...SAFAT italiana!!!) quanto perché mi conoscono quale appassionato di storia. Ebbene anzitutto era fuori di dubbio che si trattasse di una Browning M2 cal. 50 statunitense ma, forse proprio perché questa mitragliatrice era stata immersa o poggiata su fango o sabbia, presentava la parte destra della cassa con pochissime concrezioni ma, piuttosto, con la sola ruggine. Con un po' di lavoro estrapolai l' 80 % delle scritte di fabbrica e, soprattutto, la matricola dell'arma: 729770.
Dopo un paio di mesi, interessando i vari siti dei B.G. che hanno operato in Italia (mi stavo riservando quelli della RAF e RAAF) sono stato contattato da Dave Ungemach che mi ha fornito il MACR n. 5857 relativo al velivolo nel quale era installata la "mia" mitragliatrice.

Si trattava del B-17G s/n 42-97724 del 463rd B.G., 772nd B.S. basato a Celone in Puglia e dato per disperso in Ariatico il 9 giugno 1944 al ritorno da un'azione di bombardamento su Monaco di Baviera ve era stato fatto segno dalla flak e dopo aver incassato altri colpi dalla stessa su Udine, oramai sulla via del ritorno.

Leggendo il documento, le testimonianze erano concordi nell'affermare che, prima di precipitare in mare furono visti aprirsi tre paracadute. Lo storico ha però aggiunto che, sembra, al termine del conflitto, non è stato rintraccito alcun supersite del velivolo e tutti i componenti dell'equipaggio erano considerati MIA.
 
Queste sono alcune foto dell'arma in questione
« Ultima modifica: 18 Ott 2010, 22:08:15 da dino »

Offline dino

  • Post: 537
Re: B-17G s/n 42-97724
« Risposta #1 il: 18 Ott 2010, 22:07:35 »
dunque, le prime foto, ovviamente, rappresentano l'arma così com'era, raccolta da pochi giorni dall'acqua, mentre quelle successive indicano lo stato di pulizia della parte di detsra della cassa, ove si trovavano la matricola ed erano rullate le scritte di fabbrica. In questo caso, si trattava di un'arma prodotta su licenza Browning dall ditta General Motors.

La matricola, univoca nel caso di specie, era stata assegnata assieme a tutto il lotto di produzione bellica a quest'ultima ditta, e fortuna ha voluto che comparisse nel MACR del velivolo dato per disperso.

Ora posto per maggior completezza il MACR in questione:
« Ultima modifica: 18 Ott 2010, 22:10:16 da dino »

Offline dino

  • Post: 537
Re: B-17G s/n 42-97724
« Risposta #2 il: 18 Ott 2010, 22:36:24 »
Grazie alle ulteriori informazioni raccolte da Freddy, abbiamo altre notizie sulla sorte del veliolo e dell'equipaggio:

il B-17 nella rotta di ritorno a casa era stato colpito dalla contraerea sopra Udine e, pian piano, aveva iniziato progressivamente a perdere quotalamentando due motori fuori uso.

Oramai sul mare, il pilota aveva commesso un errore: anziché proseguire dritto per il territorio Jugoslavo già in mano alle milizie titine o magari tentare un atterraggio sulla pista d'emergenza di Lissa, aveva deciso di estrarre il carrello per controllare lo stato di uno dei pneumatici che sembrava forato.

Questa operazione aveva fatto si che la maggiore resistenza unita alla scarsa potenza disponibile e alla quota molto bassa mantenuta dal velivolo, aveva provocato l'irreparabile: il B-17 era entrato in stallo e dopo essersi rovesciato si era infilato in mare pressoché disintegrandosi.

I testimoni sono sostanzialmente concordi nell'affermare di aver visto tre soli paracadute ("chutes" nel MACR) aprirsi e, stando al documento parrebbe  che tutto l'equipaggio sia deceduto anche se nessuno è segnato come KIA ma sussiste invece la designazione DED, cioè Declared Dead.

L'acqua in quel periodo ha una temperatura abbastanza sopportabile (per esperienza, ricomincia il riscaldamento che permarrà fino a dicembre inoltrato: ad esempio, sabato scorso sono stato sul relitto dell'Ewdokia II e l'acqua, a 25 mt. era di 18°C mentre fuori si sfioravano i 15°C !!!) ma, come descrisse Freddy, pare che in effetti non fu visto aprirsi alcun bttello di salvataggio.
 
Il punto fornito nel MACR è 45°18' N 13°12' E ma, in realtà non so se qualcuno recentemente ci sia stato sopra: il m/p pescava a strascico e questi battelli  fanno parecchie miglia nautiche prima di alare le reti e recuperare il pescato e "altre sorprese".

L'equipaggio era di 9 persone invece che 10 (cosa inusuale, come Freddy ha avuto modo di segnalare) ed era così composto:

Pilota                Cpt. Doyle L. Russell         
Copilota            2nd Lt. James M Cooper
Navigatore        1st Lt  Richard T Haralson
Puntatore          2nd Lt DeBooy George
Op.Radar          1st Lt Donald L Grant (in effetti era del 484th Bg ma assegnato porovvis. al 463rd Bg)
Motorista          T/Sgt Arthur W Riechers
Mitr.lat.sx         S/Sgt John Kerbacher
Mitr.lat.dx         S/Sgt Orville R Woodard
Mitr.di coda       S/Sgt Alfredo L Morales

Tutto l'equipaggio risultò deceduto e recuerato giacché la maggior parte risulta sepolto a Firenze tranne Cooper e Grant che sono invece a Nettuno (che ospita la maggior parte dei caduti della Sicilia e del fronte fino a che si trovava a sud di Roma).

Perché questi due caduti si trovino a Nettuno anziché a Firenze al momento non è dato di sapere, ma, come ha già avuto modo di ipotizzare Freddy, con il quale ho avuto modo di confrontarmi proprio sul giro delle correnti e in altro post, è facile che i corpi abbiano avuto modo di raggiungere terra a parecchie centinaia di chilometri più a sud nell'Adriatico, verso lo Ionio.

Una piccola nota personale, se mi vine consentito: questa investigazione l'ho eseguita mentre stavo preparando la mia tesi di laurea tanto che ho voluto ricordare nella stessa questi caduti.
 


volto71

  • Visitatore
Re: B-17G s/n 42-97724
« Risposta #3 il: 19 Ott 2010, 12:34:45 »
ottimo lavoro Dino...davvero!!! :good:
A presto
Ciao

Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6278
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Re: B-17G s/n 42-97724
« Risposta #4 il: 19 Ott 2010, 14:09:54 »
Ottima ricerca
grazie Dino  :friends:
Presidente di Archeologi dell'Aria APS

Offline dino

  • Post: 537
Re: B-17G s/n 42-97724
« Risposta #5 il: 19 Ott 2010, 14:20:06 »
ottimo lavoro Dino...davvero!!! :good:
A presto
Ciao

Grazie Ale, vedi che ho ancora da darti il DVD con le foto del P-47 di Chioggia ed altro.

Un salutone e a presto. :)

Offline dino

  • Post: 537
Re: B-17G s/n 42-97724
« Risposta #6 il: 19 Ott 2010, 14:21:33 »
Ottima ricerca
grazie Dino  :friends:

Grazie Fabio, come ho detto ogni promessa è debito ;)

appena posso metto qualche altra new.

Ciao e ciao a tutti.

Dino

volto71

  • Visitatore
Re: B-17G s/n 42-97724
« Risposta #7 il: 20 Ott 2010, 14:46:21 »
ottimo lavoro Dino...davvero!!! :good:
A presto
Ciao

Grazie Ale, vedi che ho ancora da darti il DVD con le foto del P-47 di Chioggia ed altro.

Un salutone e a presto. :)

OK!!! Dai magari ci si vede a bordo della Vespucci!!!  :)
Ciao

Offline dino

  • Post: 537
Re: B-17G s/n 42-97724
« Risposta #8 il: 20 Ott 2010, 20:49:54 »
ottimo lavoro Dino...davvero!!! :good:
A presto
Ciao

Grazie Ale, vedi che ho ancora da darti il DVD con le foto del P-47 di Chioggia ed altro.

Un salutone e a presto. :)

OK!!! Dai magari ci si vede a bordo della Vespucci!!!  :)
Ciao

Bon dai...nel frattempo il 24 saltano ai saloni anche i parà del mio gruppo di PD..

A presto.

Ciao da Dino

Offline B24

  • Post: 57
Re: B-17G s/n 42-97724
« Risposta #9 il: 07 Feb 2011, 08:52:45 »
La scorsa settimana parlando con un mio conoscente ho visto alcune foto di pezzi di un B17 che si trova a circa 20mg al largo di Chioggia; inutilmente ho chiesto di avere almeno due foto oppure di postare lui stesso le foto sul ns sito senza però ricevere una risposta positiva; non demordo anche se la vedo dura.

Offline flying dutchman

  • Post: 116
Re: B-17G s/n 42-97724
« Risposta #10 il: 08 Feb 2011, 02:40:23 »
Chiedi al tuo conoscente se per caso la zona viene chiamata " dei sassi brusai" ???
Questo perche' un padrone di un peschereccio, in tempi in cui il GPS non esisteva
mi disse del fatto di un bombardiere in un posto che viene chiamato cosi'.......chissa???

Offline flying dutchman

  • Post: 116
Re: B-17G s/n 42-97724
« Risposta #11 il: 08 Feb 2011, 02:44:28 »
Non capisco la riluttanza a mostrare foto, mah????? E perche' poi?

Offline pipistrello

  • Post: 792
Re: B-17G s/n 42-97724
« Risposta #12 il: 08 Feb 2011, 20:30:52 »
"Non capisco la riluttanza a mostrare foto, mah????? E perche' poi?"

Che sia perchèi pezzi ripescati andrebbero per legge consegnati alla autorità compartimentale?

Offline flying dutchman

  • Post: 116
Re: B-17G s/n 42-97724
« Risposta #13 il: 08 Feb 2011, 21:06:42 »
Molto probabile, ingenuamente penso che, sarebbe una grande scoperta; il fatto che poi debbono essere consegnati a delle autorita' che non gliene frega un tubo di cio' che rappresentano, allora, forse posso capire cio'.... :'(

Offline B24

  • Post: 57
Re: B-17G s/n 42-97724
« Risposta #14 il: 08 Feb 2011, 21:28:26 »
Sinceramente penso che a tantissima gente non interessi per niente avere dei "pezzi di ferro" tra le mani ricordo circa 4 anni fa fu ripescato il musetto di un P38 con le sue belle mitraglie non durarono che poche ore in quanto furono fatti brillare perchè armi militari!!!! Oggi per la cronaca anche se non è questo il sito sono affiorate sul Piave delle vecchie trincee speriamo che almeno qui non si voglia richiudere tutto e non valorizzare questi ritrovamenti.
Un saluto
B24