Autore Topic: Conferenza: IL CONTRIBUTO DELL'AVIAZIONE ALLEATA ALLA RESISTENZA  (Letto 624 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline kanister

  • Post: 904
So bene che la maggior parte degli utenti del forum abita troppo distante per partecipare, però ho ugualmente il piacere di invitarvi alla conferenza di cui alla locandina.

Gli argomenti trattati riguarderanno le missioni organizzate dagli alleati per sostenere la lotta partigiana, i mezzi utilizzati per i collegamenti e le imprese dei piloti che vi hanno partecipato.  Non si parlerà quindi di bombardieri o caccia ma dei più umili aerei da collagamento quali i Westand Lysander o i Fieseler Storch, dei campi predisposti per farli atterrare e, soprattutto, dei piloti che rischiavano la vita solo ad alzarsi in volo.

Conferenziere il Comm. G.C. Garello, a cui cercherò di dare un piccolo aiuto anche io.

Intervenite numerosi o, se non potete, passate la voce a più amici potete.

 [ Invalid Attachment ]

Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6164
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Re:Conferenza: IL CONTRIBUTO DELL'AVIAZIONE ALLEATA ALLA RESISTENZA
« Risposta #1 il: 30 Apr 2019, 22:02:55 »
Interessantissima iniziativa!
Peccato davvero per la distanza...
Presidente di Archeologi dell'Aria, associazione di promozione sociale - Sede Museale di Ambrogio (Ferrara)

Offline Alessandro Pesaro

  • Post: 122
Re:Conferenza: IL CONTRIBUTO DELL'AVIAZIONE ALLEATA ALLA RESISTENZA
« Risposta #2 il: 01 Mag 2019, 15:19:56 »
All IBCC Digital Archive stiamo digitalizzando e pubblicando online le carte private di Gordon Lett, un inglese scappato da un campo di prigionia si mise a capo di una brigata internazionale di appoggio alla Resistenza. I documenti comprendono corrispondenza, cifrari, istruzioni per aviolanci, note sulla costruzione di campi di fortuna, ed istruzioni per il coordinamento di bombardamenti tattici nella zona ligure. Il lavoro viene svolto in collaborazione con l'Istituto spezzino per la Storia della Resistenza e dell'Età Contemporanea, che ha gentilmente concesso la riproduzione e schedato i documenti. A presto maggiori informazioni. 

Alessandro

Offline kanister

  • Post: 904
Re:Conferenza: IL CONTRIBUTO DELL'AVIAZIONE ALLEATA ALLA RESISTENZA
« Risposta #3 il: 02 Mag 2019, 09:56:17 »
All IBCC Digital Archive stiamo digitalizzando e pubblicando online le carte private di Gordon Lett, un inglese scappato da un campo di prigionia si mise a capo di una brigata internazionale di appoggio alla Resistenza. I documenti comprendono corrispondenza, cifrari, istruzioni per aviolanci, note sulla costruzione di campi di fortuna, ed istruzioni per il coordinamento di bombardamenti tattici nella zona ligure. Il lavoro viene svolto in collaborazione con l'Istituto spezzino per la Storia della Resistenza e dell'Età Contemporanea, che ha gentilmente concesso la riproduzione e schedato i documenti. A presto maggiori informazioni. 

Alessandro

Ottima iniziativa, anche se di Gordon Lett si conosce ormai quasi tutto.
Direi che il "lavoro" svolto dalle sue bande sia uno dei più conosciuti, per culminare con l''"operation Tombòla", una delle più pubblicizzate, grazie ai vari libri che sono stati scritti.
Attendo comunque notizie.

Avete per caso in vista la pubblicazione di altri documenti relativi ai vari inviati in Noird Italia?  Sono particolarmente interessato alle diverse "Landing stripes" allestite per consentire l'atterraggio di monomotori quali i Westand Lysander o i Fieseler Storch ed anche di bimotori quali i B25 ed i C47.
« Ultima modifica: 02 Mag 2019, 10:12:22 da mazwork »
Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

Offline kanister

  • Post: 904
Re:Conferenza: IL CONTRIBUTO DELL'AVIAZIONE ALLEATA ALLA RESISTENZA
« Risposta #4 il: 02 Giu 2019, 15:55:20 »
Avvicinandosi la data fatidica ripropongo questa discussione per ricordare l'appuntamento a chi fosse interessato.

E visto che abbiamo appena scoperto la landing strip di Casoni aggiungerò anche quella all'esposizione.

Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

Offline Alessandro Pesaro

  • Post: 122
Re:Conferenza: IL CONTRIBUTO DELL'AVIAZIONE ALLEATA ALLA RESISTENZA
« Risposta #5 il: 04 Giu 2019, 08:48:14 »
dei più umili aerei da collagamento quali i Westand Lysander o i Fieseler Storch,

Sui Lysander abbiamo materiale inedito, perlopiù logbook di chi ci ha volato. C’e’ anche un’ analisi da parte tedesca della sua vulnerabilità.

https://ibccdigitalarchive.lincoln.ac.uk/omeka/items/browse?tags=Lysander


Offline Alessandro Pesaro

  • Post: 122
Re:Conferenza: IL CONTRIBUTO DELL'AVIAZIONE ALLEATA ALLA RESISTENZA
« Risposta #6 il: 04 Giu 2019, 08:53:29 »
Sul contributo dell'aviazione alleata alla resistenza, in senso lato, è interessante anche questo. Si parla di lanci ai partigiani visti da parte britannica, interessante la menzione della "big cross".

https://ibccdigitalarchive.lincoln.ac.uk/omeka/collections/document/3604

« Ultima modifica: 04 Giu 2019, 09:47:28 da mazwork »

Offline Alessandro Pesaro

  • Post: 122
Re:Conferenza: IL CONTRIBUTO DELL'AVIAZIONE ALLEATA ALLA RESISTENZA
« Risposta #7 il: 04 Giu 2019, 08:55:52 »
E infine una cosa curiosa, un Lysander scambiato per uno Storch ed abbattuto

https://ibccdigitalarchive.lincoln.ac.uk/omeka/collections/document/1571
« Ultima modifica: 04 Giu 2019, 08:57:09 da Alessandro Pesaro »

Offline kanister

  • Post: 904
Re:Conferenza: IL CONTRIBUTO DELL'AVIAZIONE ALLEATA ALLA RESISTENZA
« Risposta #8 il: 04 Giu 2019, 13:40:17 »
Ti rringrazio per tutte queste segnalazioni, veramente interessanti..
Dal mio punto di vista hanno un solo difetto: riguardano essenzialmente il nord-Europa, mentre io cerco di focalizzarmi sull'Italia.

Il fatto di scambiare il Lysander per altri aerei sembra piuttosto comune .  Tempo fa abbiamo parlato qui sul forum del Tenente Rayns, abbattuto da P51 USA nonostante la scorta di P512 inglesi, perchè scambiato per un aereo tedesco.
Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.