Autore Topic: PRESENTAZIONE  (Letto 244 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline PIPPO VENETO

  • Post: 6
PRESENTAZIONE
« il: 07 Gen 2019, 15:11:44 »
Salve a tutti!
Mi iscrivo a questo forum perchè sono appassionato sia di storia in generale che di volo. Prima di iscrivermi ho navigato un pò nel vostro forum per farmi un idea di cosa fate, ne sono rimasto amaliato, mi piace la vostra costanza e tenacia nel seguire le tracce o pochi indizi, ammiro la quantità d' informazioni che riuscite a produrre ogni volta che si presenta un nuovo "caso". Sono approdato nel vostro forum perchè stavo cercando informazioni sul famoso "pippo". Sono anni che mi documento (sempre e solamente in rete) , ma ogni volta mi rimane l' amaro in bocca perchè non riesco ad approdare dove voglio. Sono particolarmente affezionato a suddetto aereo perchè mio nonno (classe 1924), tuttora vivente, durante la mia infanzia non passava giorno che non mi raccontasse di come lo temeva, che sparava a ogni flebile luce. Tutte cose che già sapete ovviamente, ma io vorrei poter riuscire a ricostruire la storia delle incursioni svolte da questo aereo nella città di Mestre, luogo ove mio nonno viveva e vive tutto'ora. Per darvi uno spunto mi ha raccontato che in località campalto vicino a Mestre c' erano gli hangar dei dirigibili e che una notte pippo li incendiò. Mi ha raccontato anche di combattimenti aerei tra tedeschi e "americani" (presumo che a quel tempo tutti fossero ritenuti americani), dove il tedesco ha avuto la peggio e si è dovuto lanciare con il paracadute, indi per cui da qualche parte ci sarà un crash site, oppure di sua madre che andava a rubare la tela dei paracadute degli americani per farne lenzuola, quindi presumo un altro probabile crash site.
Spero vivamente di poter trovare in questa comunità non dico tutte le informazioni, perchè visto il tempo trascorso sarebbe impossibile, ma le informazioni che mi permettano di farmi un quadro chiaro e chissà magari con le vostre indicazioni e una chiaccherata con il nonno magari spunta qualche indizio per un ritrovamento.
Cordiali Saluti
Alvise

P.S. meno male che la presentazione normalmente è composta da poche righe!!!
Scusate se vi ho tediato.

Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6142
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Re:PRESENTAZIONE
« Risposta #1 il: 08 Gen 2019, 00:10:51 »
Benvenuto a bordo Alvise!
Mi fa piacere leggere la tua testimonianza, non potevi presentarti in modo migliore  :good:
Siamo a tua disposizione per approfondire, anche di persona, e aiutarti in questa tua ricerca...
Grazie mille
Fabio

Offline kanister

  • Post: 875
Re:PRESENTAZIONE
« Risposta #2 il: 08 Gen 2019, 09:22:30 »
Benvenuto anche da parte mia.
Per quanto riguarda le ricerche in loco qui troverai le persone più adatte ad aiutarti.

Parliamo invece di alcune notizie che ci dai ed informazioni che ci chiedi.
Se hai già effettuato ricerche in rete avrai trovato sicuramente l'informazione che "pippo" non era un unico tipo di aereo ma che così venivano chiamati tutti gli aerei relativamente piccoli (monomotori e bimotori) che volavano nei nostri cieli durante la notte.  L'aspetto che più colpiva la popolazione (il mitragliamento o bombardamento delle luci) era un "effetto collaterale": quello principale era disturbare la popolazione nel sonno in modo che al mattino si prersentasse già stanca al lavoro. Tanto è vero che ad un certo punto vennero emanate disposizioni per vietare il suono delle sirene d'allarme quando si riscontrava l'arrivo di un solo aereo, "pippo" appunto.
Quindi tutte le notti si alzava in volo un nugolo di "calabroni" in volo libero col solo scopo di disturbare il sonno, quindi non credere ma chi ti dirà che "pippo" era questo o quell'aereo.

Circa i paracadute e la relativa stoffa ricordati che oltre che dagli aviatori i paracadute erano anche usati per eseguire i lanci del materiale ai partigiani: c'era per caso qualche formazione li intorno che ne riceveva?
« Ultima modifica: 08 Gen 2019, 09:31:42 da kanister »
Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

Offline PIPPO VENETO

  • Post: 6
Re:PRESENTAZIONE
« Risposta #3 il: 08 Gen 2019, 16:07:50 »
Grazie mille per le informazioni.
Alcune le conoscevo già, l' aspetto della guerra psicologica lo ignoravo. Mio nonno non ha partecipato attivamente alla guerra, non ha aderito né a RSI né formazioni partigiane, quindi non so se ci fossero state formazioni, presumo proprio di sì perché sia Mestre che Treviso hanno la medaglia d'oro alla resistenza. Detto questo sia lui che la nonna mi hanno sempre detto che era frequente avere per casa un giorno un tedesco, il giorno dopo un partigiano. La madre di mia nonna che abitava in un quartiere di Mestre ( bissuola) sfornava sempre il pane perché i partigiani potessero sfamarsi.
Saluti