Autore Topic: Pista partigiana ad Orbassano (TO)  (Letto 464 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline kanister

  • Post: 833
Pista partigiana ad Orbassano (TO)
« il: 19 Set 2017, 23:50:54 »
Leggendo la storia del 148th Squadron SD inglese, squadrone specializzato nei lanci ai partigiani e nei trasporti e recuperi a mezzo dei leggeri Westland Lysander scopro che avvennero diversi atterraggi su una pista nel pressi di Orbassano, denominata in codice "Opium".

Atterraggi sarebbero avvenuti il
- 25 dicembre 1944, un volo con pilota Attenborrow, con il trasporto di due persone ed il recupero di una,
- 22 marzo 1945, due voli pilotati da Attenborrow e Dalzell, con il trasporto di 4 persone ed il recupero di tre.
Inoltre sarebbe fallita una missione ad inizio marzo.

Mi chiedevo se qualcuno ha maggiori notizie su questa striscia di terreno e sulla sua posizione.


Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

Offline mkobau

  • Post: 108
Re:Pista partigiana ad Orbassano (TO)
« Risposta #1 il: 20 Set 2017, 17:41:35 »
Solo una constatazione, 5 persone su un Lysander? Non ci stanno nemmeno fossero dei nani, probabilmente era un aereo + grosso o + aerei.
« Ultima modifica: 23 Set 2017, 21:14:40 da mazwork »

Offline kanister

  • Post: 833
Re:Pista partigiana ad Orbassano (TO)
« Risposta #2 il: 20 Set 2017, 18:13:56 »
Solo una constatazione, 5 persone su un Lysander? Non ci stanno nemmeno fossero dei nani, probabilmente era un aereo + grosso o + aerei.

Erano due aerei, infatti ho citato anche i nomi dei piloti.
« Ultima modifica: 23 Set 2017, 21:15:03 da mazwork »
Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3245
  • Responsabile catalogatore reperti.
Pista partigiana ad Orbassano (TO)
« Risposta #3 il: 20 Set 2017, 19:01:56 »
L'unica cosa che posso dire di Orbassano è che vi operò per un breve periodo l'azienda aeronautica A.E.R. che produsse su licenza velivoli Cauldron durante la Prima Guerra Mondiale...
Ad augusta per angusta

Offline kanister

  • Post: 833
Re:Pista partigiana ad Orbassano (TO)
« Risposta #4 il: 21 Set 2017, 08:33:03 »
L'unica cosa che posso dire di Orbassano è che vi operò per un breve periodo l'azienda aeronautica A.E.R. che produsse su licenza velivoli Cauldron durante la Prima Guerra Mondiale...

Grazie per la notizia, però mi occorrerebbero informazioni più "fresche" di almeno vent-venticinque anni......
Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3245
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re:Pista partigiana ad Orbassano (TO)
« Risposta #5 il: 21 Set 2017, 09:57:49 »
Perché non provi a vedere se c'è un collegamento con la mia notizia? Se esistevano nelle campagne dei tratti erbosi usati per testare i Cauldron, magari riutilizzati clandestinamente per i Lysander?
Ad augusta per angusta

Offline lucadrag

  • Post: 11
Re:Pista partigiana ad Orbassano (TO)
« Risposta #6 il: 21 Set 2017, 10:58:25 »
Nel 1917, la AER, per il collaudo dei propri velivoli costruì ed inaugurò un aeroporto nel comune di Rivalta, sul lato destro della strada che da Orbassano conduce a Piossasco (ove oggi si trova lo stabilimento della FIAT) che fu poi definitivamente chiuso alla fine della seconda guerra mondiale.

Offline kanister

  • Post: 833
Re:Pista partigiana ad Orbassano (TO)
« Risposta #7 il: 22 Set 2017, 10:00:53 »
Vi ringrazio per i suggerimenti. Cercherò di contattare l'Istituto per le resistenza di Torino per vedere se loro hanno notizie.
Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3245
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re:Pista partigiana ad Orbassano (TO)
« Risposta #8 il: 23 Set 2017, 21:13:59 »
Facendo una semplice ricerca in rete, mi sono imbattuto in un file PDF relativo al Primo Faldone del Fondo Ferruccio Ceccarelli, custodito presso la Fondazione Giorgio Amendola. A pagina 1 di questa lista si legge:

"n.? (21 aprile 1965) «Cronache del '45. "Lysander": missione segreta a Orbassano»

Magari in questo articolo c'è qualche dato in più a noi sconosciuto...
Ad augusta per angusta

Offline kanister

  • Post: 833
Re:Pista partigiana ad Orbassano (TO)
« Risposta #9 il: 23 Set 2017, 21:24:36 »
... semplice ricerca... ma coma fai a definire semplici queste ricerche?

Grazie, ne terro conto nei contatti con Torino.
Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3245
  • Responsabile catalogatore reperti.
Pista partigiana ad Orbassano (TO)
« Risposta #10 il: 23 Set 2017, 22:33:46 »
La ricerca l'ho definita semplice perché il dato è saltato fuori dopo poche combinazioni di parole. Ho provato a collegare l'articolo al quotidiano l'Unità, ma non so se ho scaricato l'intero giornale del 21 aprile 1965. Purtroppo ho un PDF che mi pare incompleto.
Oggigiorno c'è un grosso problema: per poter visionare l'archivio storico di questo quotidiano bisogna installare un Tor browser e navigare nella "darknet" Tor, cioé una zona del cosiddetto "dark web"...
« Ultima modifica: 23 Set 2017, 23:46:50 da mazwork »
Ad augusta per angusta

Offline kanister

  • Post: 833
Re:Pista partigiana ad Orbassano (TO)
« Risposta #11 il: 24 Set 2017, 13:51:46 »
Grazie per quest'ulteriore spiegazione.
Dato che non sono molto "tecnologico" mi limiterò ad un salto in biblioteca domani.
Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

Offline kanister

  • Post: 833
Re:Pista partigiana ad Orbassano (TO)
« Risposta #12 il: 04 Ott 2017, 17:58:40 »
Con un po di fatica sono riuscito a procurarmi l'articolo dell'"Unità" e, delusione, contiene veramente poche notizie utili: niente nomi di "missionari, niente date, nessuna informazione rilevante.
L'unica notizia è che il campo di atterraggio era in un lungo prato a dodici chilometri da Torino, lungo la strada Orbassano-Stupinigi.
Le altre notizie sembrano di fantasia, quale il fatto che il Lysander avesse due piloti (si parla di un francese ed un inglese).
Quindi non ho possibilità di confrontare queste novità con quanto scritto nei rapporti inglesi: peccato.
Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.