Autore Topic: Cap. Marco Marinone  (Letto 366 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Roberto Porta

  • Post: 4
Cap. Marco Marinone
« il: 26 Ago 2017, 15:22:22 »
Salve a tutti, mi presento : mi chiamo Roberto Porta, vivo a Vercelli , ho 71 anni  :angry2:, mi sono occupato tutta la vita professionale di Information Tecnology, pur essendo laureato in Ingegneria Aeronautica. L'Aviazione resta la mia passione, essendo anche un ex Uff. Gari della ns Aeronautica. Ho avuto anche un trascorso di insegnante di Navigazione Aerea, Circolazione A., Meteo, etc, essendo dotato di brevetto di pilota sportivo, con piu' di 1.200 ore di volo.
Sto cercando notizie inerenti il mio concitadino Cap. Marco Marinone (non Marinoni), abbattuto il 30 gennaio del 44 durante la nota battaglia aerea su Campoformido. Lo studio storico viene condotto in collaborazione con la Societa' Storica Vercellese. Abbiamo abbastanza materiale per la parte inerente il periodo RA, mentre poco vi e' dei cinque mesi successivi allo 8 Settembre. Soprattutto le circostanze della morte del Cap. Marinone mi restano ancora quanto meno non chiare, vista anche la possibilita' di un vile mitragliamento successivo al suo lancio dal velivolo.
Qualcuno mi sa aiutare ?
Grazie in anticipo  salutomilitare
« Ultima modifica: 28 Ago 2017, 09:44:26 da mazwork »



Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 5907
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Re:Cap. Marco Marinone
« Risposta #1 il: 26 Ago 2017, 17:16:24 »
Benvenuto a bordo Roberto, il Cap. Marinone è stato citato in questa discussione:

https://www.archeologidellaria.org/index.php?topic=729.0

Riguardo alla data del primo intervento dei Caccia dell'ANR, al confine tra Piemonte e Liguria, a me risulterebbe avvenuto il 3 gennaio 1944 e non il 4 ma potrei anche sbagliarmi.
Volevo infine ricordare che oltre al Ten. Luigi Torchio, caduto per errore di manovra ai bordi della strada provinciale per Udine, a un chilometro circa dall'aeroporto, il 30 gennaio 1944, perse la vita anche il Cap. Marco Marinone abbattuto in fase di decollo da un P-47 del 325th FG. Il pilota si era lanciato felicemente ma era stato poi mitragliato ed ucciso durante la discesa da un altro caccia americano.
Ciao
Freddy




Offline Freddy

  • Post: 987
Re:Cap. Marco Marinone
« Risposta #2 il: 27 Ago 2017, 09:09:45 »
Ciao Roberto, e benvenuto sul forum, ciao Fabio.
Vorrei apportare alcune correzioni a quanto da me scritto sul forum nel 2010. Al tempo non disponevo di maggiori informazioni riguardo ai fatti del 30 gennaio 1944 e avevo riportato quanto scritto, al proposito, da Nino Arena ma, successivamente, durante la raccolta di dati e testimonianze per il mio libro Sinner's Dream, ne avevo saputo di più.
In particolare, per il caso del Cap. Marco Marinone, le informazioni non sono moltissime, riguardo al combattimento aereo intendo.

Quel che sappiamo è che, dopo l'allarme, i caccia del 1° Gruppo avevano iniziato i decolli e si erano raggruppati nella zona di Casarsa-Codroipo, a ovest di Campoformido.
C'è da dire che erano stati, in qualche modo, fortunati perché i P-47 del 325th Fighter Group che avrebbero dovuto coglierli di sorpresa in fase di decollo, avevano sbagliato rotta (o almeno questo risulterebbe dal confronto dei dati, dei tempi e delle testimonianze) ed erano arrivati su Campoformido e Villaorba con alcuni minuti di ritardo rispetto a quanto pianificato.
Questo aveva permesso ai Macchi 205 italiani e ai Bf 109 del 77 e 53 Jagdgeschwader di completare i decolli anche se, al momento dell'arrivo dei caccia americani, erano ancora nella fase abbastanza critica della salita in quota e di formazione.
Nella battaglia che era conseguita, i P-47 del 325th F.G. si erano trovati avvantaggiati dalla quota, dall'effetto sorpresa e anche dal fatto di avere il sole alle spalle
Questo aveva causato la maggior parte delle perdite di caccia, soprattutto tedeschi, che le forze dell'Asse avevano subito nella battaglia aerea del 30 gennaio 1944.
Da quello che risulterebbe dai dettagli riportati nelle memorie del Cap. Herschel Green, sembra che il Cap. Marinone sia stato attaccato proprio dall'asso americano. Colpito durante un inseguimento a bassa quota e con l'aereo fuori uso, Marinone aveva tentato un atterraggio di emergenza nei campi che costeggiano l'argine del fiume Livenza nei pressi di Fiume Veneto.
Forse per la difficoltà di manovra o forse perché il pilota era ferito,questo non lo sappiamo, l'aereo aveva urtato i rami di alcuni pioppi e si era schiantato al suolo. Al momento dell'arrivo dei soccorsi da parte di alcuni contadini che avevano visto la scena, il Cap. Marinone era già privo di vita ed era ancora legato al seggiolino, sbalzato fuori dall'abitacolo nell'urto.
Riguardo al caso del Ten. Luigi Torchio invece (anche se non è pertinente alla domanda di Roberto) va detto che il decesso era stato causato sì da un errore di manovra, in un certo qual modo, ma più precisamente da un suo tentativo disperato di portare l’aereo oltre i limiti di manovra per non perdere il suo vantaggio sul Thunderbolt che stava inseguendo a bassa quota. Avendo stretto troppo la virata, il suo Macchi era entrato in auto rotazione con conseguente perdita di controllo da parte del pilota. La quota eccessivamente bassa non aveva consentito la ripresa di un assetto di volo corretto.
In sintesi, quanto riportato da varie fonti (che hanno tutte, apparentemente, pescato dai libri di Nino Arena) e cioè che il Cap. Marinone fosse riuscito a lanciarsi e che poi fosse stato mitragliato da un caccia americano durante la discesa con il paracadute, risulterebbe assolutamente privo di fondamento.

Offline Nibbio4

  • Post: 167
Re:Cap. Marco Marinone
« Risposta #3 il: 27 Ago 2017, 18:27:02 »
Ciao Benvenuto!
--------------------------------------------------------------------------- Enrico da Rimini

Offline Roberto Porta

  • Post: 4
Re:Cap. Marco Marinone
« Risposta #4 il: 28 Ago 2017, 10:45:34 »
Grazie Freddy, purtroppo il quadro finale del mio Capitano si fa sempre piu' incerto :  quindi oggi , oltre al mitragliamento con lui appeso al paracadute, bisogna considerare la versione da te appena sostenuta. Che forse potrebbe essere a mio avviso quella meno fantasiosa , che cita il fatto che sia stato trovato "fuori" dai rottami del velivolo e che poi nella elaborazione popolare sia diventata quella del mitragliamento appeso al paracadute. Chissa' ?
La stampa locale di Vercelli  parla di un volto pallido , ma sereno, con solo un "fiore rosso , color sangue ...."
Grazie ancora per il tuo interessamento.
Cari saluti

Offline Roberto Porta

  • Post: 4
Re:Cap. Marco Marinone
« Risposta #5 il: 29 Ago 2017, 09:38:53 »
Ciao a tutti,
un grazie particolare ancora a Freddy. Dove posso trovare il tuo libro "Sinner's Dream" ?
 [ Invalid Attachment ]  [ Invalid Attachment ]
Allego qui la foto di Marco Marinone, che fu anche grande sportivo e maestro di sci, e quella del recupero di un P40 in A.S.I.
Saluti a tutti

Offline Roberto Porta

  • Post: 4
Re:Cap. Marco Marinone
« Risposta #6 il: 29 Ago 2017, 09:40:17 »
 [ Invalid Attachment ]