Autore Topic: Oggetto volante non identificato  (Letto 746 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Freddy

  • Post: 987
Oggetto volante non identificato
« il: 10 Lug 2017, 17:16:59 »
Tranquilli, non voglio parlare di dischi volanti o altre simili amenità ma di un aereo che sembra non esistere ma che avevo già visto alcuni mesi fa e oggi ho rivisto mentre era in fase di atterraggio (o sorvolo a bassa quota) della pista dell'aeroporto di Trieste (Ronchi dei Legionari).
Premetto che abito circa 6 km a sud ovest della testata pista per cui ogni giorno mi passano sopra la testa decine di aerei passeggeri o da trasporto, per lo più civili ma, alle volte, anche aerei militari dell'est europeo che vengono a caricare merci.
Dopo il decollo, quasi tutti effettuano una virata a sx dirigendosi verso sud e passano sulla verticale di casa mia ad una quota di circa 2/3000 piedi per cui sono ben visibili in tutti i particolari.
Ovviamente niente di strano e ormai non presto più molta attenzione, a meno che non ci sia qualche elemento, come il rumore dei motori, che mi fa guardare in alto.
Nei primi mesi di quest'anno, appunto, il rumore inusuale e molto forte di motori turboelica di un aereo in decollo mi ha incuriosito e ho visto un velivolo che non ho assolutamente potuto identificare.
Colore verde scuro, per cui era verosimilmente militare. Forma quasi identica a quella di un C-130 solo con apertura alare maggiore. Particolaremolto strano è che aveva sei motori turboelica di forma molto allungata e abbastanza affusolati (tipo quelli del Transall C-160). Si distinguevano benissimo le sei scie scure dei fumi di scarico. Alle estremità alari vi erano due pod, probabilmente serbatoi supplementari.
Nella mia, ormai, lunga vita, di aerei ne ho visti a migliaia e, di norma, sono sempre stato in grado di identificarli ma questa volta, nonostante lunghe ricerche su internet, non sono riuscito a capire di che aereo si trattasse.
Ho provato a chiedere a mio fratello, ex sottufficiale dell'aeronautica e che ha passato tutta la vita su vari eroporti come tecnico di volo e lui mi ha risposto che, per quanto ne sapeva, un aereo simile non esisteva e che, molto probabilmente, mi ero confuso nel contare i motori e che "sarà stato uno dei C-130 di qualche paese arabo, quelli che vengono a caricare pezzi di ricambio".
Allo setsso modo, o quasi, mi hanno risposto un paio di miei amici, piloti civili.
Convinto di aver avuto le traveggole non ci avevo più pensato fino a questa mattina...
Oggi l'ho rivisto e questa volta era in fase di atterraggio. Nel punto in cui mi trovavo mi è passato sopra la testa a non più di 600 metri. Ero in macchina e ho cercato di fermarmi a lato della strada per prendere una foto con il telefonino ma a causa del traffico ho ritardato quel tanto che bastava da non permettermi alcuno scatto. Ho comunque osservato nuovamente e distintamente i sei motori turboelica e le sei scie di fumo che si lasciavano dietro.
Ero deciso ad andare all'aeroporto a vedere meglio quel "mostro" e, se possibile, fotografarlo ma, mentre manovravo per tornare indietro ho notato che aveva riattaccato (non so se avesse fatto solo un sorvolo come fanno spesso altri aerei militari o se invece avesse eseguito un touch and go) e si dirigeva a sud, verso il mare.
La storia (per ora) finisce qui ma spero di riuscire a rivederlo un giorno o l'altro e, finalmente, fotografarlo.
Per questo mi chiedevo se sul forum ci fosse qualcuno che sa di che aereo possa trattarsi. Come ho già detto, tutte le mie ricerche su internet hanno dato esito negativo.



Offline jollyroger

  • Post: 485
Re:Oggetto volante non identificato
« Risposta #1 il: 12 Lug 2017, 09:48:44 »
Può essere che mi sbagli, ma il C-130 con 4 serbatoi alari a volte ha fregato anche me (abito relativamente vicino all'aeroporto di Pisa): in determinate condizioni, i serbatoi deviano i flussi di scarico e creano un effetto che lo fanno sembrare un 6 motori. Se fai una ricerca su google "six engine c-130" su vari forum, periodicamente, c'è gente che spergiura di avere visto un aereo esattamente come lo descrivi tu. Ripeto: posso sbagliarmi...

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3243
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re:Oggetto volante non identificato
« Risposta #2 il: 12 Lug 2017, 11:38:20 »
Concordo con jollyroger. In più ho fatto una ricerca approfondita, sia per testo sia per immagini, ma non c'è nulla con quelle caratteristiche. Se ricerchi qualcosa con sei motori, salta fuori di continuo il Me 323 Gigant, o magari l'Antonov An-225 Mriya. Talvolta anche il Convair B-36 Peacemaker...
Ad augusta per angusta

Offline Freddy

  • Post: 987
Re:Oggetto volante non identificato
« Risposta #3 il: 13 Lug 2017, 09:21:09 »
Grazie per i vostri sforzi ma avevo cercato anch'io, inutilmente. Tra l'altro, parlandone con un mio amico, progettista aeronautico, ho saputo che anche lui aveva visto lo stesso aereo, anche lui era rimasto molto perplesso e anche lui aveva provato a fare delle ricerche ma senza esito. Il fatto di confondersi con il C-130 a causa di possibili deviazioni dei gas di scarico è quello che, dopo il mio primo avvistamento, mi aveva fatto credere di aver avuto le traveggole. Il secondo avvistamento, invece è avvenuto quando l'aereo era a una quota molto bassa e quindi i sei motori li ho visti benissimo ed anche i serbatoi subalari affiancati. L'amico di cui parlavo l'aveva notato pure lui questo particolare. Lui, che ora sta lavorando con una ditta slovena per la realizzazione di un prototipo di aliante da scuola e per la messa in produzione di una nuova variante del Pegasus EDA 100 Flamingo, mi diceva di aver sentito voci, sempre in Slovenia, su nuovi prototipi di aerei da trasporto prodotti in Ucraina dalla Antonov dopo il recente conflitto. In effetti, quei turboelica molto allungati e affusolati ricordano molto quelli dell'An 22 (Kuznetsov NK-12MV). Ho cercato anche lì ma senza esito. resta solo da sperare di avere l'occasione di scattare quella stramaledetta foto.

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3243
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re:Oggetto volante non identificato
« Risposta #4 il: 14 Lug 2017, 15:01:13 »
Scusami, ma siamo nell'era del digitale per tutti. 2017, non 1947. Chiunque può scattare immagini di qualità medio-buona di qualsiasi cosa in qualsiasi momento. È pressoché impossibile che, se fosse davvero un Antonov, non ci sia neanche una foto nel calderone d'immagini di Google...
« Ultima modifica: 14 Lug 2017, 15:03:04 da mazwork »
Ad augusta per angusta

Offline Freddy

  • Post: 987
Re:Oggetto volante non identificato
« Risposta #5 il: 14 Lug 2017, 19:25:47 »
Non so che dirti. Io so soltanto che esiste e che l'ho visto benissimo. Non so perchè non esistano immagini in rete. Che ne so, magari è un esemplare unico. (anche se mi pare decisamente strano). Un altro amico, ieri, mi ha detto che, qualche anno fa aveva sentito dire di un esemplare che potrebbe essere il nostro. Pare si trattasse di prove fatte dalla Short, a Belfast, per una commessa da parte di uno dei paesi baltici. Di più non mi ha saputo dire, almeno per quanto riguarda quanti motori avesse, ma si ricordava che l'aereo aveva avuto problemi di centraggio e che era stato necessario allungare in avanti le gondole dei motori. Certo, sono dicerie come tante ma il fatto che si ricordasse dei problemi di centraggio mi ha messo una pulce nell'orecchio. Va bene che è un ingegnere aeronautico e quindi potrebbe aver letto qualcosa su qualche rivista del settore, ma ricordarsi il particolare del baricentro mi è sembrato abbastanza singolare. Bon, son chiacchiere da bar e solo una bella foto risolverebbe il problema (almeno riguardo a mie possibili allucinazioni). Ad ogni modo, ieri pomeriggio è tornato, almeno così mi è stato riferito dai segugi che ho sguinzagliato, ma io ero in "tutt'altre faccende affaccendato" e fuori casa così me lo sono perso. Di certo ho rotto e sto rompendo i co...ni a un mucchio di amici e conoscenti, incaricati di segnalarmi eventuali passaggi e di scattare foto, ma ormai è diventato un vero tarlo che mi rode.

Offline frogvenice

  • Post: 329
Re:Oggetto volante non identificato
« Risposta #6 il: 15 Lug 2017, 13:23:35 »
Già avete fatto ricerche voi per cui non ho novità da portare. Ho provato a navigare sui forum che riportano avvistamenti di aerei esamotori turboprop . Tutti sono arrivati ad un punto morto, uno che l'ha visto ad Helsinki era convintissimo ( sei scie di fumo, sei nacelle  ecc. ) . Il commento ricorrente e più diffuso è che sia il"solito" C130 con relativi serbatoi supplementari equidistanti tra le due nacelle. Uno dei commenti parla anche di scarichi sdoppiati su due motori e scarichi unici su altri due e questo spiegherebbe le sei scie.Questo però presume in ogni caso che i due serbatoi supplementari siano stati scambiati per nacelle visivamente.
Io però mi sono anche chiesto che vantaggio porterebbe avere sei motori su di un aereo di medio-grandi dimensioni, aumentano i consumi,certo forse aumenta anche il carico utile ma non lo spazio a disposizione visto che la taglia dell'aereo è pur sempre quella di un C130.
In ogni caso quello di Freddy non è certamente un caso isolato ed il tarlo è Worldwide .

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3243
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re:Oggetto volante non identificato
« Risposta #7 il: 15 Lug 2017, 14:14:37 »
Non sarà un caso isolato. Ma stiamo parlando di un aereo di grandi dimensioni che, oltre a non avere caratteristiche "Stealth", vola in aree densamente abitate. Ronchi non si trova nelle lande desolate del Nevada, Utah o magari Arizona. E l'Europa è ben fornita di "spotters" agguerriti con apparecchiature fotografiche digitali evolute a prezzi 10-20 anni fa impensabili in ambito Reflex. Talvolta, a quanto pare, l'aereo gironzola da quelle parti, possibile che nessuno lo abbia mai fotografato?
« Ultima modifica: 15 Lug 2017, 14:24:09 da mazwork »
Ad augusta per angusta

Offline Freddy

  • Post: 987
Re:Oggetto volante non identificato
« Risposta #8 il: 15 Lug 2017, 16:01:06 »
Che ca...o! Ecco l'infame, è un C130-900TT. Io ho provato a cercare notizie su quel farabutto ma non ne ho trovate. Intendo dire, caratteristiche tecniche, numero di esemplari costruiti, utrilizzatori ecc. Magari qualcuno è più fortunato di me.
comunque sia è in http://i87.photobucket.com/albums/k144/h3mpy/herc.jpg ma a me non viene fuori digitando l'indirizzo. Sarà che non sono iscritto a Photobucket.

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3243
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re:Oggetto volante non identificato
« Risposta #9 il: 15 Lug 2017, 18:01:39 »
Per me c'è una bella dose di Photoshop. Io due motori così esterni non ce li vedo proprio. Se esistesse, lo avrei visto in tutte le salse su Internet e magari negli USA. Ripeto, non è possibile tenere segreto un aereo in un'area densamente popolata come il Nordest e non solo lì. Poi dal punto di vista ingegneristico, sei motori su un C-130 non hanno alcun senso pratico. Le dimensioni cambierebbero, nella foto pare di no. Per fare un esempio, le dimensioni cambiarono per il Thunderbolt quando fu introdotto il P-47N a grande autonomia...
« Ultima modifica: 15 Lug 2017, 18:06:11 da mazwork »
Ad augusta per angusta

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3243
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re:Oggetto volante non identificato
« Risposta #10 il: 15 Lug 2017, 18:29:47 »
E guarda caso, l'unico Hercules con sei motori è un "test aircraft" degli anni 60, NC-130B, dotato di due jet supplementari ricavati proprio dall'Allison T-56...

NC-130B: The six engined Herk

http://herkeng.blogspot.it/2007/05/nc-130b-six-engined-herk.html?m=1
« Ultima modifica: 15 Lug 2017, 18:36:02 da mazwork »
Ad augusta per angusta

Offline Freddy

  • Post: 987
Re:Oggetto volante non identificato
« Risposta #11 il: 15 Lug 2017, 19:33:50 »
Mah, non lo so, quello che ho visto io (e anche altri negli Stati Uniti e in Ighilterra) era praticamente così. Nel mio c'erano anche i pod alari, molto all'estremità, che in quello della foto mancano, comunque resta valido il discorso della foto da farsi non appena capita l'occasione. Sia quel che sia, l'aereo esiste e io l'ho visto. Sul fatto di quale vantaggio avrebbero i sei motori al posto di quattro non saprei che dire, non sono un tecnico dl settore ma si vede che qualche vantaggio si sperava di ottenere anche se, poi, visto come sembrano essere andate le cose, quel vantaggio non c'è stato. Riguardo al discorso di photoshop e quant'altro, dato che ci lavoro da una vita, penso che se la foto è frutto di un fotoritocco allora è fatta proprio molto bene. In questi casi, di solito, si copiano parti della foto originale e si giustappongono ma ad un'analisi accurata delle ombre, dei riflessi e quant'altro si riesce sempre a trovare l'inghippo. Qui non l'ho trovato e per quanto mi riguarda non ho molti dubbi sull'autenticità. Capiremo meglio quando avremo a disposizione altre immagini.

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3243
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re:Oggetto volante non identificato
« Risposta #12 il: 15 Lug 2017, 21:15:12 »
Se vai sul sito della Lockheed Martin, la parte del leone la fa il Super Hercules, ovvero il C-130J, con 4 motori. Per la Lockheed è lo "stato dell'arte". Per avere un C-130 con due motori in più e di sicuro molte più complicazioni, visto che l'ala è progettata per ospitarne quattro, la medesima verrebbe ridisegnata per integrare i nuovi propulsori con il pacchetto dei serbatoi e tutto quello che viene dietro. Intendo dire quel che rientra negli ambiti elettromeccanico, elettronico e idraulico. Dalla foto non vedo praticamente differenze da un Hercules con l'impianto propulsivo tradizionale, per questo parlo di Photoshop. Anche perché, oggigiorno, esistono artisti in grado di manipolare le immagini con rara maestria. Si fa fatica a capire che sono solo delle semplici duplicazioni di un particolare in una foto.
In più, e per finire (forse) la mia filippica, non esistono prototipi a 6 motori turboelica per questo tipo di aeroplano. Solo lo sperimentale NC-130B con i due Allison privati dell'elica che ho descritto prima...
« Ultima modifica: 15 Lug 2017, 21:43:52 da mazwork »
Ad augusta per angusta

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3243
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re:Oggetto volante non identificato
« Risposta #13 il: 15 Lug 2017, 21:47:50 »
« Ultima modifica: 15 Lug 2017, 21:49:40 da mazwork »
Ad augusta per angusta

Offline Freddy

  • Post: 987
Re:Oggetto volante non identificato
« Risposta #14 il: 16 Lug 2017, 09:05:42 »
Hai perfettamente ragione. Entrambe le foto sono state manipolate. In quella da cardatabase.net, che peraltro è un fake dichiarato, si nota benissimo che il terzo motore esterno è stato copiato da quello accanto in tutte e due le ali. Questo è evidente confrontando i dischi delle eliche. Ho ingrandito ed esaminato anche la foto che avevo postato io (purtroppo a bassissima risoluzione) e anche lì è stata fatta la stessa operazione. Quindi due fakes belli e buoni.
Ora, lasciando stare, per ora, eventuali considerazioni sull'opportunità (o vantaggio) della Lockheed di modificare una cellula già ben collaudata affrontando spese non indifferenti per modifiche strutturali di tale portata, resta il fatto che io ed altri abbiamo visto con i nostri occhi quel "mostro".
Prima, mentre osservavo con maggiore attenzione le due foto mi sono accorto che tre particolari non combaciavano con quello che avevo visto alcuni giorni fa.
Il primo è che l'allungamento dell'ala era diverso e che nell'aereo reale è ben maggiore tanto che "stona" con il resto della struttura.
Secondo particolare. Nelle due foto si vedono (o si intuiscono) le forme delle gondole dei motori che sono indubbiamente quelli del solito C-130 e hanno le caratteristiche prese d'aria. Nell'aereo che ho visto io, le gondole erano molto più allungate verso l'avanti ed erano prive di presa d'aria. Oltre a tutto la spaziatura tra i motori era, a prima vista, uguale.
Terzo punto. In entrambe le foto mancano i pod subalari con i due serbatoi fusiformi appaiati. Certo, un pod è una struttura amovibile e quindi non deve essere necessariamente presente ma, se pure, nell'aereo che mi è passato sopra, erano posti abbastanza vicini al tip, tuttavia la loro distanza dal motore più esterno era, apparentemente, la stessa di quella tra motore e motore. Questo fa pensare che, come ho detto prima, l'allungamento sia ben maggiore di quello che si nota nelle due foto.
Va be', mi si creda o no, io quell'aereo l'ho visto benissimo e posso escludere di aver confuso il numero dei motori e le relative scie dei gas di scarico. La quota era di circa 5/600 metri o anche meno perchè mi trovavo a circa 2 km in linea d'aria con la testata pista, la giornata era perfettamente limpida e con un sole che spaccava le pietre. Di più non saprei dire salvo che (e questo l'ho ricordato solo dopo) il carrello non era estratto. Infatti, per quanto risulterebbe da informazioni prese a Ronchi, l'aereo aveva fatto solo un passaggio a bassa quota senza  toccare la pista. Quello che ricorda un addetto dell'aeroporto è solo che era uno dei tanti velivoli militari che periodicamente effettuano tali manovre, forse per la taratura dell'ILS o di altre apparecchiature di bordo. Mi ha promesso che se l'aereo ripassa e lui se ne accorge, cercherà di scattare qualche foto. Speriamo bene.
« Ultima modifica: 16 Lug 2017, 09:56:18 da mazwork »