Autore Topic: Ancora Lissa  (Letto 2112 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline kanister

  • Post: 833
Ancora Lissa
« il: 06 Gen 2016, 10:07:59 »
Lissa, scoperto nei fondali il relitto di un B-24 Usa - Cronaca - Il Piccolo


Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

micky.38

  • Visitatore
Re:Ancora Lissa
« Risposta #1 il: 06 Gen 2016, 11:41:13 »
Lissa altri non è che Vis (in Croato) sede di un piccolo aeroporto per uno squadron da caccia Yugo su cui spesso atterravano (o ci provavano...) i bombardieri della 15th Air Force danneggiati sui cieli europei... Credo che il relitto in questione (e altri) fosse noto da tempo...

Offline kanister

  • Post: 833
Re:Ancora Lissa
« Risposta #2 il: 06 Gen 2016, 11:46:13 »
... Credo che il relitto in questione (e altri) fosse noto da tempo...

Infatti ho titolato "Ancora......"
Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

micky.38

  • Visitatore
Re:Ancora Lissa
« Risposta #3 il: 06 Gen 2016, 11:52:54 »
Scusa, non avevo colto il significato! :blink:

Offline kanister

  • Post: 833
Re:Ancora Lissa
« Risposta #4 il: 06 Gen 2016, 12:02:02 »
Niente, devo imparare ad essere meno ermetico.
Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

Offline Freddy

  • Post: 988
Re:Ancora Lissa
« Risposta #5 il: 06 Gen 2016, 13:55:31 »
Lissa altri non è che Vis (in Croato) sede di un piccolo aeroporto per uno squadron da caccia Yugo su cui spesso atterravano (o ci provavano...) i bombardieri della 15th Air Force danneggiati sui cieli europei... Credo che il relitto in questione (e altri) fosse noto da tempo...

Certo è possibile che quel relitto fosse già noto ma io avrei qualche dubbio. Siniša Ižakovic è una specie di Guru in queste faccende e credo che sia, se non il più profondo conoscitore dei relitti di aerei lungo la costa dalmata, uno dei più preparati. Se lui dice che è un relitto nuovo non ho alcun motivo per dubitarne. Dei bombardieri perduti lungo le coste croate solo una minima parte è stata trovata e correttamente identificata ma non passa anno che non ne saltino fuori di nuovi. Il problema di fondo che ha impedito fino ad ora (e tuttora) di trovarne di più è quello comune anche sulle nostre coste, la reticenza dei pescatori a parlarne. Relitto vuol dire pesce e pesce vuol dire fonte di guadagno. Chi conosce una di queste "prese" ben difficilmente ne parla e solo negli ultimi anni qualcosa ha cominciato a trapelare, vuoi perchè il pesce ormai scarseggia dappertutto in Alto Adriatico, vuoi perchè il turismo è la nuova fonte di sostentamento. Intendo dire che un relitto oltre che a essere un rifugio per i pesci è anche una meta ambita per il turismo subacqueo e questo crea nuove forme di economia. Qualcosa, un po'alla volta viene rivelato e, in qualche modo "immolato" sull'altare del progresso. Una "presa" di meno per i pescatori e una di più per gli enti turistici.
« Ultima modifica: 06 Gen 2016, 13:56:56 da Freddy »

micky.38

  • Visitatore
Re:Ancora Lissa
« Risposta #6 il: 06 Gen 2016, 15:58:18 »
Vedo che questo signore è proprietario di un Diving oltre che di mezza isola, speriamo che questo relitto, vecchio o nuovo che sia, possa almeno raccontare qualcosa di se...


Offline CESIM

  • Post: 12
Re:Ancora Lissa
« Risposta #7 il: 31 Ago 2016, 18:46:18 »
Ciao a tutti
Sono di ritorno da una ventina di immersioni presso il Diving di proprietà di Siniša e appena rientrato ho cercato se vi fossero notizie in merito, su questa sezione.
Poi ho letto quanto scritto da chi mi ha preceduto e pensavo di potere aggiungere qualcosa.
Siniša è un professionista ex incursore ("vero" non come le decine di Italiani che si spacciano per tali) della marina Yugoslava arrivato a 19 di servizio e i gradi di ufficiale intermedio.
Lo stesse gestisce in maniera più che egregia il diving ISSA e tra le "sue" immersioni ci sono un paio di relitti di aerei.
Quando si parla di scoperta o ritrovamento bisognerebbe capire a quale B-24 si riferisce Kanister, questo in quanto se da un lato è ormai certa la posizione e l'attribuzione del  B-24 Liberator "Tulsamerican" che si trova intorno ai 40 metri,  Siniša ha ritrovato un altro B-24 ancora privo di attribuzione a -90 metri e del quale ho potuto vedere un filmato.
Permettetemi di dire una parola sulla questione pescatori: per quelli Professionisti che parlino poco dei posti per noi interessanti posso capirlo, chi vuol vedere frotte di sub inorno alle loro zone di pesca? Non bisogna poi dimenticare che  la maggior parte dei relitti "ritrovati" dai SUB in realtà sono frutto delle mire date dai pescatori e non di ricerche svolte sul campo. Questi "ritrovatori poi non si tirano indietro nel attribuire a se stessi i meriti, non è che forse è anche per questo che i pesatori sono così restii?
Ma passiamo ad altro... Con l'occasione volevo sapere se qualcuno ha informazioni precise sull'armamento dei B-17G. presente nelle stesse acque.
Questo in quanto ho potuto visitare il relitto a - 70 m l'aereo è stato identificato come Boeing B-17G, No. 44-6630
United States, 340 Bomb Squadron, 97th Bomb Group. Dalla ricognizione da me effettuata mi è però sorto un dubbio, in quanto sul luogo ho ritrovato parti di nastro in calibro 303 British con cartucce di sicura fattura Inglese (SR) del tipo Inc. (BVII) del '44.
Ora non mi risulta che suli aeei USAAF vi fossero installate armi con tale calibro e per di più con munizioni Inglesi
qualcuno mi può dare una mano a capire....?                                                                                                                                             

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3245
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re:Ancora Lissa
« Risposta #8 il: 31 Ago 2016, 19:15:40 »
L'obiettivo era la città di Maribor (Yugoslavia) per questo B-17 caduto il 7 novembre 1944, ma nel MACR c'è la solita lista di Browning in calibro .50 pollici, per un totale di 13 armi...
« Ultima modifica: 31 Ago 2016, 19:22:49 da mazwork »
Ad augusta per angusta

Offline CESIM

  • Post: 12
Re:Ancora Lissa
« Risposta #9 il: 06 Set 2016, 00:33:51 »
Ti ringrazio per la risposta, a questo punto mi sorge spontanea una domandae e cioè quanto sono attendibili i MACR, naturalmente riguardo questo specifico settore.
L'unica altra spiegazione potrebbe essere data dalla voce che circola  riguardo lo scarico post bellico, in ex yugoslavia, di materiale bellico sopra i relitti per evitare che fosse ripescato dalle reti a strascico.
La cosa che però più mi ha colpito è stata la presenza su entrambi gli aerei di paracadute in ottimo stato....

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3245
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re:Ancora Lissa
« Risposta #10 il: 06 Set 2016, 08:43:48 »
13 mitragliatrici in calibro .50 BMG era la dotazione standard del B-17G. Gli Alleati si erano resi conto già da tempo che armi automatiche di calibro minore avevano ben poca efficacia in ambito aeronautico, visto il progressivo aumento delle corazzature da parte del nemico. Si pensi all'eliminazione delle armi in calibro .303 dalle ali degli Spitfire. Le ali denominate "Type E", oltre ai 2 cannoni Hispano da 20 mm, avevano posto per 2 Browning AN/M2 con 250 colpi per arma. Questa configurazione fu testata sul finire del 1943, mentre l'altra possibilità era l'installazione di 4 cannoni automatici Hispano...
« Ultima modifica: 06 Set 2016, 09:12:53 da mazwork »
Ad augusta per angusta

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3245
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re:Ancora Lissa
« Risposta #11 il: 06 Set 2016, 09:17:45 »
Aggiungo infine che i seriali di armi e motori riportati nei MACR, per chi fa ricerca sul campo, spesso sono dati fondamentali. Si pensi al cannone da 20 mm recuperato da Enzo Lanconelli nell'agosto 2013 a Santa Cristina. L'analisi del s/n permise di stabilire che l'aereo in cui era installata l'arma era del "MIA" Robert L. McIntosh. Da questa scoperta si sono fatte ulteriori ricerche sul campo, c'è stato l'intervento del governo USA tramite il DPAA, un mesetto di scavi archeologici DPAA-AdA nell'estate 2015, il successivo riconoscimento ufficiale tramite DNA mitocondriale e il funerale di Robert con l'onore delle armi il 13 agosto scorso a Tipton, Indiana...
« Ultima modifica: 06 Set 2016, 09:28:47 da mazwork »
Ad augusta per angusta

Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 5920
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Re:Ancora Lissa
« Risposta #12 il: 06 Set 2016, 10:06:07 »
Ecco una breve sintesi dell'identificazione del numero seriale da parte di Enzo.

Offline kanister

  • Post: 833
Re:Ancora Lissa
« Risposta #13 il: 06 Set 2016, 20:03:18 »
Ciao Giovanni,
mi fai venire un dubbio, che come sub mi puoi chiarire: come facevano a scaricare il materiale esattamente sopra il relitto? E non parlo di oggi con tutti gli strumenti che ci sono in giro, ma nell'immediato dopoguerra?
« Ultima modifica: 06 Set 2016, 20:30:10 da mazwork »
Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3245
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re:Ancora Lissa
« Risposta #14 il: 06 Set 2016, 20:32:29 »
E aggiungo io: ci sono delle foto da visionare?
Ad augusta per angusta