Autore Topic: Ostia, relitto aereo  (Letto 7424 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Freddy

  • Post: 977
Re:Ostia, relitto aereo
« Risposta #60 il: Gennaio 04, 2016, 16:25:07 »
Non so se il gioco vale la candela. Io aspetterei di rimuovere le reti, caso mai poi vediamo il da farsi.

Offline mkobau

  • Post: 107
Re:Ostia, relitto aereo
« Risposta #61 il: Gennaio 04, 2016, 20:41:40 »
ciao storia interessante, solo 2 considerazioni:
1°siamo certi che i Banshee montassero sedili Martin Baker?
2°Esiste un museo della portaerei Intrepid che ha anche parecchio materiale di archivio, provare da loro per avere informazioni?.
Buon anno a tutti.
marco

micky.38

  • Visitatore
Re:Ostia, relitto aereo
« Risposta #62 il: Gennaio 04, 2016, 23:03:04 »
ciao storia interessante, solo 2 considerazioni:
1°siamo certi che i Banshee montassero sedili Martin Baker?
2°Esiste un museo della portaerei Intrepid che ha anche parecchio materiale di archivio, provare da loro per avere informazioni?.
Buon anno a tutti.
marco

1 non lo so

2 nessuno lo vieta

Offline mkobau

  • Post: 107
Re:Ostia, relitto aereo
« Risposta #63 il: Gennaio 04, 2016, 23:06:03 »
ciao,
ho cercato su un paio di libri che avevo in casa ma del sedile non citano nulla, la Portaerei museo è facilmente contattabile. marco

Offline luciosestio

  • Post: 34
Re:Ostia, relitto aereo
« Risposta #64 il: Gennaio 05, 2016, 01:11:20 »
Intanto  qualche considerazione: I Motori che fine hanno fatto? Possibile che siano andati perduti staccandosi durante l'ammaraggio? Altra domanda che mi pongo riguarda la (forse)mancata ricerca e recupero dell'aereo da parte della stessa marina USA (facilità  di queste operazioni dovute al breve tratto di fascia costiera da scandagliare e la bassa profondità ) Vero che nel 1955 a dieci anni dal secondo conflitto mondiale , guerra fredda e guerra di corea in atto, lo scenario operativo era vasto e intenso da far ritenere (mio pensiero) superfluo il recupero dell'aereo stesso, anche se di recente costruzione e dotato di tecnologia riservata...

Offline franzisket

  • Post: 947
Re:Ostia, relitto aereo
« Risposta #65 il: Gennaio 05, 2016, 06:19:01 »
... l F24 montava il Martin Baker. ..nella lista del club dei salvati dal sedile solo per il 1955 quasi una decina erano sul banshee. ...I motori sono ancora al loro posto nella parte bassa della fusoliera ...per il mancato  recupero del relitto al tempo da parte della navy  penso che fosse normale ... nel senso che era poi un semplice caccia lasciato fra l altro in acque amiche e sicure

Inviato dal mio GT-I9195 utilizzando Tapatalk


Offline mapo1955

  • Post: 92
Re:Ostia, relitto aereo
« Risposta #66 il: Gennaio 05, 2016, 08:13:57 »
Nel 1955 il Banshee era gia' fuori produzione da un paio d'anni. In quel periodo l'evoluzione degli aerei era rapida , non come oggi che dal prototipo alla produzione di serie passano 10 anni. Oltretutto gli F2-H delle prime versioni non montavano neppure un radar per cui non vedo rischi di 'furto' di tecnologia avanzata.

Offline luciosestio

  • Post: 34
Re:Ostia, relitto aereo
« Risposta #67 il: Gennaio 05, 2016, 11:15:09 »
.....I motori sono ancora al loro posto nella parte bassa della fusoliera ...per il mancato  recupero del relitto al tempo da parte della navy  penso che fosse normale ... nel senso che era poi un semplice caccia lasciato fra l altro in acque amiche e sicure


Probabilmente sono  coperti dal sedimento e non mi sono accorto della loro presenza. Purtroppo nei relitti, negli anni passati in fondo al mare, le loro superfici subiscono la colonizzazione di organismi marini nonché il deposito del sedimento marino, rendendo difficile identificare a colpo d'occhio qualsiasi oggetto.


Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3184
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re:Ostia, relitto aereo
« Risposta #68 il: Gennaio 05, 2016, 14:42:30 »
Concordo sull'inutilità di recuperare un aereo di tale tipo. Non era un bombardiere strategico con tecnologia elettronica all'avanguardia e magari bombe atomiche in stiva. Unico appunto: la guerra di Corea è terminata nel 1953...
« Ultima modifica: Gennaio 05, 2016, 14:44:21 da mazwork »
Ad augusta per angusta

Offline Freddy

  • Post: 977
Re:Ostia, relitto aereo
« Risposta #69 il: Gennaio 05, 2016, 18:07:50 »
Intanto  qualche considerazione: I Motori che fine hanno fatto? Possibile che siano andati perduti staccandosi durante l'ammaraggio? Altra domanda che mi pongo riguarda la (forse)mancata ricerca e recupero dell'aereo da parte della stessa marina USA (facilità  di queste operazioni dovute al breve tratto di fascia costiera da scandagliare e la bassa profondità ) Vero che nel 1955 a dieci anni dal secondo conflitto mondiale , guerra fredda e guerra di corea in atto, lo scenario operativo era vasto e intenso da far ritenere (mio pensiero) superfluo il recupero dell'aereo stesso, anche se di recente costruzione e dotato di tecnologia riservata...

Più che per questo, io invece penso che non lo abbiano recuperato per pochi e semplici motivi:

1: Non avevano al momento mezzi specifici disponibili per il recupero e la flotta era al largo della Corsica per cui anche una nave veloce sarebbe arrivata sul posto solo dopo diverse ore.

2: Non sapevano con esattezza dove si trovava dato che non disponendo nè di GPS nè di Loran, il pilota "in tutt'altre faccende affaccendato.." di sicuro non si è peritato di fare il "punto nave" al momento dell'eiezione (non probabile) o dell'anmmaraggio (più probabile viste le condizioni e l'assetto del velivolo).

3: Non conoscendo il punto esatto avrebbero anche potuto supporre che l'aereo si trovasse in acque ben più profonde e quindi il recupero sarebbe stato difficile e rischioso.
Nota aggiunta: le batimetriche a quattro miglia da Ostia Lido vanno dai 70 ai 100 metri. A circa 3,3 miglia vi è uno "scalino" e il fondo sale a circa 33 metri di media fino a 2,5 miglia poi sale di nuovo fino a circa 15.

4: Facendo un rapido calcolo "a nasometro" è verosimile che il pilota sia stato a bagno per qualche ora tra la richiesta dell'Intrepid di un intervento da parte dei mezzi della Marina Italiana (non dimentichiamo che era di notte e quasi sicuramente nessuno dalla costa aveva visto l'aereo scendere in mare). Altrettanto verosimilmente, se era ammarato, era scomparso dai radar (del tempo) già qualche miglio prima del punto di impatto. Nel tempo intercorso tra l'ammaraggio e l'arrivo dei soccorsi è abbastanza probabile che il pilota sul battellino fosse stato trasportato dalla corrente, dalle onde o dal vento, ad una discreta distanza dal relitto.

5: Non lo sappiamo ma è anche probabile che nei giorni successivi fossero state fatte delle ricerche, magari da parte della Marina Italiana ma forse molto più al largo. Senza l'ausilio di strumenti come i side scan sonar di oggi sarebbe stato comunque come cercare un ago in un pagliaio.

In sintesi si potrebbe proprio dire che per gli Americani il gioco non valeva la candela, anche considerate le disponibilità finanziarie degli Stati Uniti in quegli anni e l'alto numero di perdite per incidenti tra gli aerei imbarcati.
« Ultima modifica: Gennaio 05, 2016, 18:28:01 da Freddy »

Offline Freddy

  • Post: 977
Re:Ostia, relitto aereo
« Risposta #70 il: Gennaio 05, 2016, 18:51:20 »
Ci aggiungo anche una cartina con le batimetriche e il settore a circa 4 miglia dal Kursaal.

Offline jollyroger

  • Post: 456
Re:Ostia, relitto aereo
« Risposta #71 il: Gennaio 08, 2016, 16:20:34 »
in quel tratto di mare è caduto un f-104 nel '72, anche se dal video escluderei si possa trattare di quello

Offline luciosestio

  • Post: 34
Re:Ostia, relitto aereo
« Risposta #72 il: Gennaio 10, 2016, 00:08:51 »
in quel tratto di mare è caduto un f-104 nel '72, anche se dal video escluderei si possa trattare di quello

Possibile che non sia stato ritrovato?

Offline jollyroger

  • Post: 456
Re:Ostia, relitto aereo
« Risposta #73 il: Gennaio 11, 2016, 11:23:22 »
in quel tratto di mare è caduto un f-104 nel '72, anche se dal video escluderei si possa trattare di quello

Possibile che non sia stato ritrovato?

qua c'è un trafiletto sull'avvenimento:
http://archiviostorico.unita.it/cgi-bin/highlightPdf.cgi?t=ebook&file=/archivio/uni_1972_05/19720523_0005.pdf

http://aviation-safety.net/wikibase/wiki.php?id=47083

Offline luciosestio

  • Post: 34
Re:Ostia, relitto aereo
« Risposta #74 il: Gennaio 11, 2016, 19:48:01 »
Grazie per la gradita informazione . A quanto pare l'aereo è stato prontamente recuperato