Autore Topic: Chioggia (VE) recuperato P-47  (Letto 62428 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline dino

  • Post: 537
Re:Chioggia (VE) recuperato P-47
« Risposta #15 il: 06 Gen 2010, 21:40:53 »
Una buona sera a tutti, tempo tiranno a parte, sono riuscito a entrare nuovamente. Vorrei aggiungere qualche cosa in merito al relitto del P-47 di Chioggia che ho avuto modo di vedere personalmente. In effetti si tratta della cellula dell'abitacolo, però mancava del cruscotto e della strumentazione, rimaneva in sito solamente la pedaliera di dx e, verso il muso, era perfettamente integro il castello nel quale veniva fissato il motore stellare. Tenete presente che vi era solamente la semiala int. dx con il carrello in posizione retratta, mentre mancava completamente (a parte uno spuntone di longherone) qualla di sx. Il relitto è stato ripescato a 20 miglia al lago di Chioggia e a 9 dalla foce del Piave. Orbene in quella zona esisteva (dico esisteva, perché il bello viene tra poco) il relitto di un analogo velivolo, scoperto nell'estate del 1993. Allora questo aereo si presentava rovesciato (abitacolo di sotto) con il carrello di sx perto e un solco sul pneumatico, mentre il carrello di dx era chiuso. Vi era il motore, anche se avulso dalla struttura, e le semiali che opsotavano le armi erano integre così come il cruscotto e tutta la strumentazione. Vi era la fusoliera ma non la coda e nell'abitacolo non era stata trovata traccia del pilota. Di questo aereo si puòvedere il video di Mescalchin sul sito dell'associazione di salvaguardia delle Tegnue di Chioggia. Nel corso degli anni e per "beghe" tra sub, il relitto è stato anzitutto sollevato, rovesciato e...spostato di qualche miglio. Il motore è stato sollevato e trasportato altrove. Alcuni diving del luogo portavano a fere immersioni sul sito che fu "scoperto" anche dai pescherecci i quali, di tanto in tanto, davano una passata a strascico per tirare su quel poco di pesce che si trovava nei pressi, visto che il fondale circostante è sabbioso e piano. Dai una, dai due...più di qualcuno deve aver incocciato il relitto che, nel frattempo, veniva spostato e ulteriormente rovinato dalle reti. L'epologo deve essere avvenuto proprio con il "Maria Pia" che non è riuscito a staccare le reti. Orbene che si tratti del medesimo relitto ne ho auta conferma poco tempo fa da alcuni amici di un diving di Mestre che hanno fatto immersioni su quall'aereo tempo fa (personalmente non ero riuscito a fare mai alcuna immersione sull'aereo) comparando foto sub e del relitto alato.

Offline dino

  • Post: 537
Re:Chioggia (VE) recuperato P-47
« Risposta #16 il: 06 Gen 2010, 21:56:46 »
Scusatemi se insisto, ma questo argomento mi prende particolarmente: di P47 caduti nella zona al largo di Jesolo, o meglio, nel tratto Chioggia - Venezia - Jesolo - Caorle - Grado, ne ho trovati parecchi, almeno da ricerche recenti. Ho letto più sopra di uno al largo di Sottomarina, ebbene i pescatori che conosco mi hanno riferito di un "grosso" bersaglio sopra al quale strascicano, mi dicono che è un aereo e che dall'ecoscandaglio ha le ali di dimensioni notevoli, pertanto potrebbe trattarsi di un bombardiere. Tuttavia, tra i vari P-47 interessanti, ho riscontrato che ve n'è uno, il P-47D s/n 42-75773 del 325th FG - 319th FS, pilotato dal Lt.Col. Anthony Tirk Jr. (serian No. 0-421143) basato a Foggia e perso "Over Venice" il 3/11/44 (data che leggo dal MACR) dopo aver svolto una missione di scorta a bombardieri impegnati sul nodo ferroviario di Padova. Ebbene "leggendo" la mappa allegata al MACR ove è segnalato il "Last signed" del velivolo, potrebbe in effeti essere caduto più verso Chioggia che verso Venezia. Il pilota è dato come MIA, ma in effetti non so se è stato recuperato in seguito e la documentazione non aggiornata.
Non ho avuto modo di raccogliere nulla in merito al motore che è stato recuperato e trattato dal GAVS di Vicenza. Si hanno altre notizie? sarebbe interessante vedere se si trattava in effetti dekl propulsore installato nel velivolo pilotato da Tirk (P-11891
Appena ho un altro po' di tempo (che recentemente è veramente tiranno per me!!!) fornirò qualche altra notizia. 
Un saluto a tutti.

Dino

Offline Freddy

  • Post: 1051
Re:Chioggia (VE) recuperato P-47
« Risposta #17 il: 09 Gen 2010, 08:31:30 »
No, il piota non risulta essere stato mai recuperato, è registrato nelle Tablets of the MIA a Firenze ed è ancora presente nelle liste dei dispersi del DPMO che sono sempre aggiornate.
Ciao
Freddy

Offline francesco

  • Post: 330
Re:Chioggia (VE) recuperato P-47
« Risposta #18 il: 10 Feb 2010, 00:56:01 »

... Tuttavia, tra i vari P-47 interessanti, ho riscontrato che ve n'è uno, il P-47D s/n 42-75773 del 325th FG - 319th FS, pilotato dal Lt.Col. Anthony Tirk Jr. (serian No. 0-421143) basato a Foggia e perso "Over Venice" il 3/11/44 (data che leggo dal MACR) dopo aver svolto una missione di scorta a bombardieri impegnati sul nodo ferroviario di Padova. Ebbene "leggendo" la mappa allegata al MACR ove è segnalato il "Last signed" del velivolo, potrebbe in effeti essere caduto più verso Chioggia che verso Venezia. Il pilota è dato come MIA, ma in effetti non so se è stato recuperato in seguito e la documentazione non aggiornata.
Non ho avuto modo di raccogliere nulla in merito al motore che è stato recuperato e trattato dal GAVS di Vicenza. Si hanno altre notizie? sarebbe interessante vedere se si trattava in effetti dekl propulsore installato nel velivolo pilotato da Tirk (P-11891
Appena ho un altro po' di tempo (che recentemente è veramente tiranno per me!!!) fornirò qualche altra notizia. 
Un saluto a tutti.


Dino

Ciao Dino.
Anch' io sono particolarmente interessato ai relitti dei velivoli alleati caduti sulla rotta di scampo/attacco che portava dall'Adriatico verso Padova.
Sei sicuro della data 3-11-1944?

Non e' per caso 11-3-1944?
L'undici marzo del 44, infatti ci fu' una fortissima incursione sopra Padova, che costo' la vita di settanta inermi cittadini Padovani, il ferimento di altri cento, e la distruzione (oltre agli edifici privati), anche delle Chiese degli Eremitani e di S.Benedetto.

Nella Missione , tra gli altri del Primo  Gruppo Caccia di Visconti, perse la sua giovane vita anche il ten. Giovanni Battista Boscutti.
Estratto dalla Terra che voleva difendere, assieme ai resti del suo Veltro, l'undici novembre 2006 a Correzzola.

Se la data giusta e' quella dell' 11-3-1944,  questo P47 potrebbe essere uno dei velivoli  alleati danneggiati dalla Ar.Co. o dai Macchi 205 che intervennero in "forze" (36 velivoli...), contro i 380 che Zio Sam fece decollare quel giorno.

Nel ruolino dei certamente abbattuti dal Primo Gruppo, si  contano otto Thunderbolt e tre B 17.
Questo potrebbe essere quindi il nono.

In mare, al largo di Venezia, giace anche il Macchi 205 (MM. 92896) del S.Ten Bruno Castellani.
 Anche Lui sacrificatosi quel giorno, nel nobile tentativo di proteggere Padova.

Offline dino

  • Post: 537
Re:Chioggia (VE) recuperato P-47
« Risposta #19 il: 17 Feb 2010, 23:46:36 »
Ciao Francesco, e ciao a tutti. Scusami se rispondo solo ora ma sono stato piuttosto impegnato e varie vicissitudini, ferie comprese mi hanno distolto da "questi schermi". Si, la data nel MACR, se non erro, va letta alla maniera militare USA ovverosia mese, giorno ed anno, ed in effetti coincide con l'incursione dell'11 marzo 1944 su Padova, quella oramai tristemente famosa per le vittime che fece e per la distruzione delle chiese degli Eremitani e di San Benedetto. Tornando a prendere il bus a Piazzale Boschetti passavo nei pressi degli Eremitani e mio nonno mi raccontava sempre di quel bombardamento e della battaglia aerea che si svolse sui colli Euganei sempre quello stesso anno.

In effetti potrebbe essere il nono dei P-47 che quel giorno furono abbattuti e per quanto riguarda il Macchi 205 del s.ten. Bruno Castellani, ho trovato una testimonianza di un residente del Lido che ha rilasciato una piccola intervista relativamente ai fatti bellici che coinvolsero quell'isola. Si tratta di poche righe riportate nella pubblicazione "Lido di Oggi Lido di Allora" del 1999. Il teste riferiva che nel gennaio 1944 vide un aereo italiano che, probailmente colpito da caccia alleati, precipitò in mare nei pressi di Malamocco e che il pilota fu recuperato e si chiamava Castellani. Ebbene sulla scorta del nome è evidente che si trattava del s.ten Bruno Castellani e che l'episodio si verificò proprio l'11 marzo 1944. Probabilmente l'uomo fu testimone del recupero della salma del pilota, peraltro, non si sa se dall'abitacolo del velivolo o direttamente in mare (magari perché lanciatosi) e, per quanto riguarda l'aereo, non è noto se fu recuperato all'epoca o subito dopo la guerra negli anni a venire, per recuperarne il metallo. Ti posso dire che da quelle parti non è noto il relitto del suo aereo che dovrebbe essere, tra l'altro e vista la situazione, poco distante dalla costa e a bassissima profondità.

Offline sergio5959

  • Post: 343
Re:Chioggia (VE) recuperato P-47
« Risposta #20 il: 18 Feb 2010, 14:25:55 »
Ma cosa sono le "Tablets of MIA"? e dove si trovano?
Cosa è il DPMO?
Thanks

Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6268
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Re:Chioggia (VE) recuperato P-47
« Risposta #21 il: 18 Feb 2010, 16:37:30 »
Ma cosa sono le "Tablets of MIA"? e dove si trovano?
Cosa è il DPMO?
Thanks

Tablets of MIA (Tablets of Missing In Action)
The Tablets of the Missing are located at the Manila American Cemetery in the Philippines. The TABLETS honor the names of America's servicemen that are Missing in Action or Buried at Sea in the South Pacific during World War II. The momument is a splendid memorial and is the centerpiece for the graves of 17,206 Americans buried and honored here.
http://fizkid.tripod.com/id26.html

DPMO ( Defense Prisoner of War/Missing Personnel Office )
http://en.wikipedia.org/wiki/Defense_Prisoner_of_War/Missing_Personnel_Office
http://www.dtic.mil/dpmo/
Ciao  :)
Presidente di Archeologi dell'Aria APS

Offline kanister

  • Post: 915
Re:Chioggia (VE) recuperato P-47
« Risposta #22 il: 18 Feb 2010, 17:22:19 »
Ma cosa sono le "Tablets of MIA"? e dove si trovano?
Cosa è il DPMO?
Thanks


Per restare un poco più vicini a noi nel cimitero presso  Firenze c'è il "Muro dei dispersi" su cui sono elencati i nomi di tutti coloro di cui non è stato ritrovato il corpo.
Non so se i numeri siano sempre quelli o ci siano stati aggiornamenti, però leggo in una brochure che avevo preso presso il cimitero: "una parete, ricoperta da lastre di granito Rosa di Baveno, su cui sono incisi nomi, gradi, unità di appartenenza e Stati originari di coloro che si sacrificarono al servizio del loro Paese e le cui spoglie mortali non vennero ai recuprate. I nominativi dei Dispersi riportati su queste lapidi sono 1409."
Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6268
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Re:Chioggia (VE) recuperato P-47
« Risposta #23 il: 18 Feb 2010, 21:10:01 »
Grazie Kanister... impressionante...
Presidente di Archeologi dell'Aria APS

Offline francesco

  • Post: 330
Re:Chioggia (VE) recuperato P-47
« Risposta #24 il: 25 Feb 2010, 21:34:33 »
Ciao Francesco, e ciao a tutti. Scusami se rispondo solo ora ma sono stato piuttosto impegnato e varie vicissitudini, ferie comprese mi hanno distolto da "questi schermi". Si, la data nel MACR, se non erro, va letta alla maniera militare USA ovverosia mese, giorno ed anno, ed in effetti coincide con l'incursione dell'11 marzo 1944 su Padova, quella oramai tristemente famosa per le vittime che fece e per la distruzione delle chiese degli Eremitani e di San Benedetto. Tornando a prendere il bus a Piazzale Boschetti passavo nei pressi degli Eremitani e mio nonno mi raccontava sempre di quel bombardamento e della battaglia aerea che si svolse sui colli Euganei sempre quello stesso anno.

In effetti potrebbe essere il nono dei P-47 che quel giorno furono abbattuti e per quanto riguarda il Macchi 205 del s.ten. Bruno Castellani, ho trovato una testimonianza di un residente del Lido che ha rilasciato una piccola intervista relativamente ai fatti bellici che coinvolsero quell'isola. Si tratta di poche righe riportate nella pubblicazione "Lido di Oggi Lido di Allora" del 1999. Il teste riferiva che nel gennaio 1944 vide un aereo italiano che, probailmente colpito da caccia alleati, precipitò in mare nei pressi di Malamocco e che il pilota fu recuperato e si chiamava Castellani. Ebbene sulla scorta del nome è evidente che si trattava del s.ten Bruno Castellani e che l'episodio si verificò proprio l'11 marzo 1944. Probabilmente l'uomo fu testimone del recupero della salma del pilota, peraltro, non si sa se dall'abitacolo del velivolo o direttamente in mare (magari perché lanciatosi) e, per quanto riguarda l'aereo, non è noto se fu recuperato all'epoca o subito dopo la guerra negli anni a venire, per recuperarne il metallo. Ti posso dire che da quelle parti non è noto il relitto del suo aereo che dovrebbe essere, tra l'altro e vista la situazione, poco distante dalla costa e a bassissima profondità.

Sei un Grande, Dino.
Grazie per le info.
Ma hai fatto un GRAVISSIMO errore...darmi corda. 8)

ADESSO, MI SALTI FUORI, ANCHE CO'  STA'  STORIA DELLA BATTAGLIA AEREA SOPRA I COLLI EUGANEI!
Non avro' pace, fin quando non Ti avro' estorto tulle le informazioni relative a questo specifico episodio bellico .. :biggrin:.


Offline dino

  • Post: 537
Re:Chioggia (VE) recuperato P-47
« Risposta #25 il: 27 Feb 2010, 00:16:43 »
ciao Francesco, e ciao a tutti. Quello che so lo metto a disposizione di tutti e niente paura...interrogami pure!...anche se di solito gli interrogatori li faccio io :)

Un salutone e a presto.

Dino

Offline dino

  • Post: 537
Re:Chioggia (VE) recuperato P-47
« Risposta #26 il: 27 Feb 2010, 22:07:53 »
...Ciao Francesco e,  a proposito di Colli Euganei, penso che sia a conoscenza (si parla ovviamente di tempi recenti), del crash site negli anni 60', credo, di un F-84 sul Monte della Madonna?

Un saluto a tutti e a presto....ciao ;)

Offline dino

  • Post: 537
Re:Chioggia (VE) recuperato P-47
« Risposta #27 il: 07 Mar 2010, 20:45:40 »
Ciao a tutti, non so se è passato inosservato o meno. Riporto l'articolo di oggi 07/03/2010 del quotidiano "Il Gazzettino", fascicolo int. di Venezia, cronaca di Chioggia:

Il recupero: portato a riva dal peschereccio un altro relitto del cacciabombardiere Usa

IL "PADRE PIO" TROVA ANCHE UN'ALA

Il peschereccio Padre Pio ha recuperato un'altra parte del cacciabombardiere americanoP47 Thunderbolt finito nelle sue stesse reti, nel maggio scorso. Stavolta si tratta di un'ala, ancora dotata del carrello d'atterraggio. La fusoliera è già affidataall'associazione Dog Fight che, dopo il restauro, l'esporrà in un'area museale, appositamente allestita all'aeroporto di Thiene, in provincia di Vicenza. La carcassa dell'aereo, presumibilmente precipitato in mare durante una missione di scorta ai bombardieri alleati diretti in Germania, era stata ufficialmente consegnata ai restauratori nel novembre scorso, dal Comandante della Capitaneria di Chioggia, Franco Maltese. Per l'occasione era presente il comandante del 21 Flyng Wing Usa di Aviano, colonnello Patrick Miller, accompagnato da una nutrita delegazione di aviatori militari statunitensi. Quel giorno il comandante Maltese aveva auspicato l'elargizione di un risarcimento all'armatore e capobarca del peschereccio Filippo Salvagno che, pur di riportare a terra il cimelio della Seconda guerra mondiale, ha seriamente messo a repentaglio le proprie attrezzature di bordo. Per sostituire la rete e provvedere alla riparazione del verricello, ha dovuto spendere circa 30 mila euro. Sinora, però, il pescatore non ha ricevuto alcun aiuto. "Quando ho visto che nella rete c'era l'ala - racconta il capobarca - ho provatouna rabbia immensa dato che la Regione non ha tenuto fede alla promessa di un risarcimento. Ben presto, però, mi sono ricordato dell'estrema gratitudine riservtami dai militari americani. Per loro, quel relitto che conteneva ancora il foulard del pilota, è un tassello di storia".


volto71

  • Visitatore
Re:Chioggia (VE) recuperato P-47
« Risposta #28 il: 08 Mar 2010, 13:49:11 »
Saputo da circa un'ora!!!  :biggrin: :blind:

Offline francesco

  • Post: 330
Re:Chioggia (VE) recuperato P-47
« Risposta #29 il: 08 Mar 2010, 21:02:49 »
Navigando a casaccio, ho trovato il sito di famiglia di Mike La Brunda...
Direte, e a Noi checce frega...

Mike, di chiarissima origine italiana, fu mitragliere su un B 17 durante l'ultima guerra.
Compi' missioni su Padova, Verona, Rimini etc etc.

Ci sono alcune foto, scattate durante i bombardamenti di Padova e Verona, veramente nitide.
Un paio di agghiaccianti scatti di un B17 con l'ala spezzata, che va' giu' inesorabilmente colpito, senza emettere un solo filo di fumo...ed un solo paracadute.

La "fattura" di riparazione dell'aereo di Mike, pesantemente colpito da flak o caccia, e altre foto di uccelli spezzati, presumo britannici.

http://www.labrunda.info/public/


 
« Ultima modifica: 08 Mar 2010, 22:15:13 da Fabio Raimondi »