Autore Topic: Italian Ju-87 near Sibenik, Croatia  (Letto 5959 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline mapo1955

  • Post: 95
Re:Italian Ju-87 near Sibenik, Croatia
« Risposta #15 il: 27 Set 2014, 13:43:22 »
Dalle condizioni e dall'assetto dell'aereo sembra abbiano fatto un buon ammaraggio di fortuna , soprattutto considerando che lo Stuka aveva un grosso carrello fisso , notevole ostacolo a quel tipo di manovra .

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3443
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re:Italian Ju-87 near Sibenik, Croatia
« Risposta #16 il: 27 Set 2014, 14:58:27 »
Gli Stuka avevano i carrelli fissi dotati di "bulloni esplosivi", se non ricordo male...
Ad augusta per angusta

Offline Taras Bulba

  • Post: 82
Re:Italian Ju-87 near Sibenik, Croatia
« Risposta #17 il: 27 Set 2014, 15:24:59 »
Credo che ci fosse anche una particolare manovra per l'ammaraggio dello Ju87, in pratica il pilota arrivava molto veloce e di traverso in modo da far staccare le gambe dei carrelli al contatto con l'acqua, dopo poteva ammarare sulla pancia senza rischiare di cappottarsi. Dopo aver letto il resocondo di Malizia non sono più sicuro di chi sia questo Stuka, la perdita del motore e della deriva potrebbero essere il risultato di un atterraggio sul muso con cappottamento, le gambe dei carrelli sembra che ci siano ancora, e in 50 m il velivolo potrebbe essersi girato, oppure può anche essere l'aereo di Acerbi.

Offline Sparviero III

  • Post: 51
Re:Italian Ju-87 near Sibenik, Croatia
« Risposta #18 il: 27 Set 2014, 19:43:39 »
il Picchiatello del ten Carlo Bongiovanni cadde il 12.4.1941 in mare e non sulla terraferma;  ulteriori  conferme  gen. Giuseppe Pesce nel suo libro "Giuseppe Cenni pilota in guerra".

Il m.llo  Acerbi con a bordo l'aviere Pittini atterrò fuori campo in territorio nemico. Rientrarono alla squadriglia a fine conflitto con la Jugoslavia. Pittini morì da lì a due mesi,  in ASI,   annegato dopo essere stato abbattuto su un Picchiatello ( pilota il famoso m.llo Ennio Tarantola che nella sfortunata circostranza si salvò).

 Acerbi è deceduto nel 1992.

 Per quanto riguarda l'aviere Boscolo,  dell'equipaggio di Bongiovanni  e caduti entrambi  il 12.4.1941,  il nome era Amleto e non come erroneamente ho riportato in precedenza Alberto.

Offline mapo1955

  • Post: 95
Re:Italian Ju-87 near Sibenik, Croatia
« Risposta #19 il: 27 Set 2014, 20:28:33 »
Quindi Boscolo risulta ancora disperso?

Offline Sparviero III

  • Post: 51
Re:Italian Ju-87 near Sibenik, Croatia
« Risposta #20 il: 28 Set 2014, 09:15:54 »
A   conferma della caduta in mare dello Ju 87 di Bongiovanni 
la  motivazione della MAVM concessa alla memoria all’ufficiale per l’azione del 12.4.1941.

Riporto il dato essenziale che interessa:

“…in una azione contro base navale, raggiunto dal tiro nemico dopo che aveva centrato il suo tiro su una unità molto protetta e costretto, per avarie riportate dal nemico, ad ammarare mentre tentava raggiungere il territorio nazionale, immolava la giovane esistenza…”

Cielo della Jugoslavia 12 aprile 1941

Per quanto riguarda il recupero dei corpi,  stando ai dati ripresi da Onorcaduti ( non sempre i dati sono aggiornati),  per Bongiovanni si dovrebbe ipotizzare che il corpo fu molto probabilmente recuperato anche se si riporta sepolto in Jugoslavia e in altro file sepolto in Italia; per Boscolo il dato è "luogo di sepoltura sconosciuto", il che potrebbe voler significare anche che non è stato recuperato.

Offline Taras Bulba

  • Post: 82
Re:Italian Ju-87 near Sibenik, Croatia
« Risposta #21 il: 28 Set 2014, 11:22:56 »
Per completezza riporto anche quanto è stato scritto prendendo come fonte il rapporto del comando del presidio italiano di Zara: "un aereo si perdette in mare presso l'isola Zuri, un altro fu costretto ad un atterraggio di fortuna a Zara in piazza d'armi, distruggendo l'apparecchio ma senza danni per l'equipaggio, il terzo raggiunse l'aeroporto di Jesi"(?). L'aereo atterrato a Zara è quello di Giacomo Ragazzini che consumò il carburante a forza di circuitare intorno al punto dove era ammarato l'aereo di Bongiovanni e fu quindi costretto a dirigersi a Zara, l'isola Zuri è davanti Sebenico e da Malizia viene riportato che alcuni tuffatori attaccarono piccole unità navali  proprio davanti quell'isola. Il libro di Pesce di cui ho indicato alcuni stralci nei primi posts è "il walzer del 102°gruppo".

Segnalo il seguente filmato:



Nel filmato si vede la deriva appoggiata accanto all'aereo, in teoria mi sembra strano per una cappottata.
« Ultima modifica: 28 Set 2014, 12:27:37 da Taras Bulba »

Offline Ariete

  • Post: 116
Re:Italian Ju-87 near Sibenik, Croatia
« Risposta #22 il: 28 Set 2014, 23:23:06 »
Arrivo in ritardo...
Ma l'amico Sparviero ha detto tutto correttamente sull'aereo di Bongiovanni.  :victory:

Offline tellalmashhad

  • Post: 143
Re:Italian Ju-87 near Sibenik, Croatia
« Risposta #23 il: 01 Ott 2014, 22:05:36 »

Offline frogvenice

  • Post: 350
Re:Italian Ju-87 near Sibenik, Croatia
« Risposta #24 il: 01 Ott 2014, 22:30:55 »
Pensate se lo recuperassero e lo esponessero a Vigna d V. , sarebbe un sogno . In fin dei conti l'avevamo acquistato dai  tedeschi, mica ce l'avevano regalato. E poi c'è solo un B rimasto intero negli USA ed il D inglese , gli altri recuperati sono conciati maluccio. Questo invece è una bellezza.