Autore Topic: Riflessione...  (Letto 5260 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Anhringo

  • Post: 17
Re:Riflessione...
« Risposta #15 il: 17 Mag 2014, 00:10:45 »
 :good:

I agree.  I have seen my fair share of those who make their searches for all of the wrong reasons.

Offline Freddy

  • Post: 1051
Re:Riflessione...
« Risposta #16 il: 17 Mag 2014, 19:20:42 »
Mi pare proprio la discussione giusta.
Vi do un'anticipazione di qualcosa di cui siamo venuti a sapere proprio in questi giorni mentre è in corso la seconda parte della missione del JPAC a Grado.
Per dare una rapida sintesi delle operazioni basti sapere che nella prima fase è stato effettuato un sopralluogo sul relitto di B-24 che è sull'isola di Morgo nella Laguna di Grado e nella seconda fase si sta cercando di  effettuare quello sul relitto che è in mare a 8 nm dalla costa.
Non anticipo i risultati poiché è stata richiesta la massima riservatezza e un comunicato ufficiale verrà rilasciato dal JPAC al rientro del team negli Stati Uniti.
Detto questo, passiamo all'argomento della questione.
Dato che le attività del Team sono iniziate già il 2 maggio e che questi movimenti hanno suscitato la curiosità popolare, molte persone del posto hanno fornito informazioni in loro possesso e tra queste anche qualcosa di inquietante e abbastanza anomalo.
Riguardo al B-24 che è in mare ( S/N 42-51642, Hanson's crew), sono state raccolte voci di popolo (da più fonti) secondo le quali, circa una ventina di anni fa, più o meno, nei pressi del relitto sarebbe stato raccolto da parte di un sub di Lignano o del Pordenonese, un cranio completo.
Questa persona (che non so se definire necrofilo o semplicemente deficiente) terrebbe il reperto nella propria abitazione come una sorta di souvenir o di macabro trofeo. Oltre a questo caso, ne sono emersi anche altri che parlano di non meglio definiti effetti personali dell'equipaggio trovati sempre accanto al relitto negli anni passati. Alcuni di questi effetti personali (non è stato detto quali) sarebbero in proprietà di privati e altri addirittura in un museo (anche qui non ho dati specifici).
La missione del JPAC è scattata lo scorso anno quando alcuni sub della Protezione Civile di Grado avevano trovato un frammento di calotta cranica che era stata consegnata immediatamente alle autorità. Nelle esplorazioni successive erano stati individuati due distinti gruppi di resti umani (reperti ossei) che erano stati lasciati al loro posto e occultati in attesa del recupero da parte delle autorità statunitensi. Era altresì stata messa in atto tutta una serie di controlli, operazioni di vigilanza e quant'altro per impedire ai soliti cacciatori di ricordini di andare sul sito e frugare alla ricerca di macabri ricordini o di medagliette o altro.
Se ora sono vere le voci raccolte in questi giorni, a parte il discutibilissimo gusto di appropriarsi di parti umane e oggetti appartenenti a dei morti (a tutti gli effetti si tratterebbe, dal punto di vista dell'attuale legislazione, di "vilipendio di cadavere" e di "violazione indebita di area cimiteriale", ci sarebbe pure una pessima forma di omertà che ha fatto ritardare di quasi un ventennio il possibile rimpatrio di quei caduti.
Sorvolo sulla inqualificabile ruberia di cui è stato oggetto il relitto negli ultimi 50/60 anni tanto che oggi è solo un pallido ricordo di quello che era negli anni '60/'70 ma vorrei chiedere tutto l'aiuto possibile da parte degli utenti del forum per reperire notizie più dettagliate riguardo a quel cranio e a quegli oggetti personali.

Il mio è un appello a tutti quelli, della zona o no, che conoscono quel relitto e che possono aver sentito qualcosa riguardo a quei resti umani e a quegli oggetti, perché ci aiutino a recuperare il maltolto e a far riavere il tutto alle famiglie dei caduti. Non è necessario citare sul forum, nomi e cognomi (anche se sarebbe buona cosa renderli pubblici) ma almeno fornire qualche indizio utile anche il più banale e all'apparenza insignificante. Ripeto, il cranio dovrebbe essere a Lignano o zone limitrofe mentre gli oggetti personali potrebbero essere a Pordenone o dintorni.

Chiedo questo aiuto a nome delle famiglie dei dispersi e non a mio titolo personale e se qualcuno avesse dubbi sull'opportunità o meno di fare qualche soffiata (non necessariamente sul forum ma anche solo mandandomi un messaggio personale) pensi soltanto che sarebbe la stessa situazione se qualcuno avesse violato la tomba di suo nonno o di un suo parente per fregarsi l'orologio o per portarsi a casa il cranio.

Un grazie di cuore a tutti quelli che potranno e vorranno aiutarci.

Freddy


For Anhringo

I think this could be the right topic.

This an anticipation of something we have come to know in these days while the second part of the JPAC mission in Grado is going on.
To give a brief summary of the operations is enough to know that in the first phase was carried out an inspection on the wreck of B-24 that is on the island of Morgo in the Lagoon of Grado and in the second phase the team should do another prospection on another wreck which is at sea about 8 nm from the coast.
I cannot anticipate anything of the results as it was requested the strictest confidence and also because an official statement will be issued by the JPAC team as soon as possible after their return to the United States.
That said, let get back to the matter.
Since the activities of the Team had already started on May 4 and that these movements have aroused the curiosity of the people, many locals have provided information they had about the wreckages and among them also something disturbing and quite unusual.
Regarding the B-24 that is in the sea (S/N 42-51642 , Hanson 's crew) we got unconfirmed information (from various sources), about a complete skull found, some twenty years ago, near the wreck by a diver of Lignano or Pordenone.
This person (I do not know whether to call him necrophiliac or simply idiot) would hold the bone in his own home as a sort of souvenir or macabre trophy. In addition to this case, it also emerged that other unspecified personal effects of the crew had been found next to the same wreckage in years past. Some of these personal effects (I don't know which) would be owned by private individuals and others could be even in a museum (even about this I have no specific information).
The mission of JPAC had been planned last year when some divers of the Civil Protection of Grado found, close to the wreckage, a piece of skull that had been handed immediately to the authorities. In the subsequent explorations, two distinct sets of human bones were found but had been left in place and hidden waiting for the recovery by the U.S. authorities. It was also started a series of inspections, surveillance operations and so to prevent the usual souvenir hunters to go on the site and poke around looking for macabre souvenirs, dog medals or anything other.
If the rumors gathered in past days are true, apart from the debatable pleasure of keeping at home human body parts and objects belonging to the dead (in fact, it would be, from the point of view of the current legislation, "contempt of corpse" and "unjustified violation of cemeterial area"), there would also be a very bad form of "conspiracy of silence" that has delayed for nearly two decades the possible research and repatriation of those missing.
I want to gloss over the unqualified spoiling made on the wreck in the last 50/60 years, so that now it is only a dim memory of what it was in the 60's/70's, but I would like to ask all possible help from the members of the forum to find out all possible and detailed information (if any) about that skull and those personal items.
This is an appeal to all those living in this area or in nearby places, who know that wreckage and who may have heard something about those human remains and those objects, to let me known because it could help to recover the stolen goods and to give back them to the families of the fallen. It isn't necessary to cite names and surnames in the  forum (although it would be good to make them public), but at least to have some useful clue, even the most banal and seemingly insignificant.
Remember, the skull should be in Lignano or in some other nearby place, while some personal items could be in Pordenone or surroundings places.

I ask this aid on behalf of the families of missing and not for my personal interest so if anyone could have doubts about whether  to provide or not to provide information (not necessarily on the forum but just sending me a personal message) only think that would be the same situation if someone had violated the grave of his grandfather or of one of your relatives to rub the wristwatch or to take home the skull.

A heartfelt thanks to all those who can and will help.

Freddy

« Ultima modifica: 17 Mag 2014, 19:22:58 da Freddy »

Offline Anhringo

  • Post: 17
Re:Riflessione...
« Risposta #17 il: 18 Mag 2014, 15:04:21 »
This is shocking and terrible information. I want to thank Freddy and the other members of the forum for your passion and respect for the men from every side of the war who died. Obviously, the personal effects are less important to me than the remains.  I do not understand the type of person who would collect human bones.

Offline Tony52

  • Post: 1
Re:Riflessione...
« Risposta #18 il: 03 Nov 2014, 19:07:01 »
Mi pare proprio la discussione giusta.
Vi do un'anticipazione di qualcosa di cui siamo venuti a sapere proprio in questi giorni mentre è in corso la seconda parte della missione del JPAC a Grado.
Per dare una rapida sintesi delle operazioni basti sapere che nella prima fase è stato effettuato un sopralluogo sul relitto di B-24 che è sull'isola di Morgo nella Laguna di Grado e nella seconda fase si sta cercando di  effettuare quello sul relitto che è in mare a 8 nm dalla costa.
Non anticipo i risultati poiché è stata richiesta la massima riservatezza e un comunicato ufficiale verrà rilasciato dal JPAC al rientro del team negli Stati Uniti.
Detto questo, passiamo all'argomento della questione.
Dato che le attività del Team sono iniziate già il 2 maggio e che questi movimenti hanno suscitato la curiosità popolare, molte persone del posto hanno fornito informazioni in loro possesso e tra queste anche qualcosa di inquietante e abbastanza anomalo.
Riguardo al B-24 che è in mare ( S/N 42-51642, Hanson's crew), sono state raccolte voci di popolo (da più fonti) secondo le quali, circa una ventina di anni fa, più o meno, nei pressi del relitto sarebbe stato raccolto da parte di un sub di Lignano o del Pordenonese, un cranio completo.
Questa persona (che non so se definire necrofilo o semplicemente deficiente) terrebbe il reperto nella propria abitazione come una sorta di souvenir o di macabro trofeo. Oltre a questo caso, ne sono emersi anche altri che parlano di non meglio definiti effetti personali dell'equipaggio trovati sempre accanto al relitto negli anni passati. Alcuni di questi effetti personali (non è stato detto quali) sarebbero in proprietà di privati e altri addirittura in un museo (anche qui non ho dati specifici).
La missione del JPAC è scattata lo scorso anno quando alcuni sub della Protezione Civile di Grado avevano trovato un frammento di calotta cranica che era stata consegnata immediatamente alle autorità. Nelle esplorazioni successive erano stati individuati due distinti gruppi di resti umani (reperti ossei) che erano stati lasciati al loro posto e occultati in attesa del recupero da parte delle autorità statunitensi. Era altresì stata messa in atto tutta una serie di controlli, operazioni di vigilanza e quant'altro per impedire ai soliti cacciatori di ricordini di andare sul sito e frugare alla ricerca di macabri ricordini o di medagliette o altro.
Se ora sono vere le voci raccolte in questi giorni, a parte il discutibilissimo gusto di appropriarsi di parti umane e oggetti appartenenti a dei morti (a tutti gli effetti si tratterebbe, dal punto di vista dell'attuale legislazione, di "vilipendio di cadavere" e di "violazione indebita di area cimiteriale", ci sarebbe pure una pessima forma di omertà che ha fatto ritardare di quasi un ventennio il possibile rimpatrio di quei caduti.
Sorvolo sulla inqualificabile ruberia di cui è stato oggetto il relitto negli ultimi 50/60 anni tanto che oggi è solo un pallido ricordo di quello che era negli anni '60/'70 ma vorrei chiedere tutto l'aiuto possibile da parte degli utenti del forum per reperire notizie più dettagliate riguardo a quel cranio e a quegli oggetti personali.

Il mio è un appello a tutti quelli, della zona o no, che conoscono quel relitto e che possono aver sentito qualcosa riguardo a quei resti umani e a quegli oggetti, perché ci aiutino a recuperare il maltolto e a far riavere il tutto alle famiglie dei caduti. Non è necessario citare sul forum, nomi e cognomi (anche se sarebbe buona cosa renderli pubblici) ma almeno fornire qualche indizio utile anche il più banale e all'apparenza insignificante. Ripeto, il cranio dovrebbe essere a Lignano o zone limitrofe mentre gli oggetti personali potrebbero essere a Pordenone o dintorni.

Chiedo questo aiuto a nome delle famiglie dei dispersi e non a mio titolo personale e se qualcuno avesse dubbi sull'opportunità o meno di fare qualche soffiata (non necessariamente sul forum ma anche solo mandandomi un messaggio personale) pensi soltanto che sarebbe la stessa situazione se qualcuno avesse violato la tomba di suo nonno o di un suo parente per fregarsi l'orologio o per portarsi a casa il cranio.

Un grazie di cuore a tutti quelli che potranno e vorranno aiutarci.

Freddy


For Anhringo

I think this could be the right topic.

This an anticipation of something we have come to know in these days while the second part of the JPAC mission in Grado is going on.
To give a brief summary of the operations is enough to know that in the first phase was carried out an inspection on the wreck of B-24 that is on the island of Morgo in the Lagoon of Grado and in the second phase the team should do another prospection on another wreck which is at sea about 8 nm from the coast.
I cannot anticipate anything of the results as it was requested the strictest confidence and also because an official statement will be issued by the JPAC team as soon as possible after their return to the United States.
That said, let get back to the matter.
Since the activities of the Team had already started on May 4 and that these movements have aroused the curiosity of the people, many locals have provided information they had about the wreckages and among them also something disturbing and quite unusual.
Regarding the B-24 that is in the sea (S/N 42-51642 , Hanson 's crew) we got unconfirmed information (from various sources), about a complete skull found, some twenty years ago, near the wreck by a diver of Lignano or Pordenone.
This person (I do not know whether to call him necrophiliac or simply idiot) would hold the bone in his own home as a sort of souvenir or macabre trophy. In addition to this case, it also emerged that other unspecified personal effects of the crew had been found next to the same wreckage in years past. Some of these personal effects (I don't know which) would be owned by private individuals and others could be even in a museum (even about this I have no specific information).
The mission of JPAC had been planned last year when some divers of the Civil Protection of Grado found, close to the wreckage, a piece of skull that had been handed immediately to the authorities. In the subsequent explorations, two distinct sets of human bones were found but had been left in place and hidden waiting for the recovery by the U.S. authorities. It was also started a series of inspections, surveillance operations and so to prevent the usual souvenir hunters to go on the site and poke around looking for macabre souvenirs, dog medals or anything other.
If the rumors gathered in past days are true, apart from the debatable pleasure of keeping at home human body parts and objects belonging to the dead (in fact, it would be, from the point of view of the current legislation, "contempt of corpse" and "unjustified violation of cemeterial area"), there would also be a very bad form of "conspiracy of silence" that has delayed for nearly two decades the possible research and repatriation of those missing.
I want to gloss over the unqualified spoiling made on the wreck in the last 50/60 years, so that now it is only a dim memory of what it was in the 60's/70's, but I would like to ask all possible help from the members of the forum to find out all possible and detailed information (if any) about that skull and those personal items.
This is an appeal to all those living in this area or in nearby places, who know that wreckage and who may have heard something about those human remains and those objects, to let me known because it could help to recover the stolen goods and to give back them to the families of the fallen. It isn't necessary to cite names and surnames in the  forum (although it would be good to make them public), but at least to have some useful clue, even the most banal and seemingly insignificant.
Remember, the skull should be in Lignano or in some other nearby place, while some personal items could be in Pordenone or surroundings places.

I ask this aid on behalf of the families of missing and not for my personal interest so if anyone could have doubts about whether  to provide or not to provide information (not necessarily on the forum but just sending me a personal message) only think that would be the same situation if someone had violated the grave of his grandfather or of one of your relatives to rub the wristwatch or to take home the skull.

A heartfelt thanks to all those who can and will help.

Freddy
  Thank You for all the work you and others have done over the years towards the recovery of these brave men. Jim Fox (Nephew of S/Sgt. Thomas M McGraw (MIA) Hanson crew B-24 #42-51642) USA

Offline wyngo

  • Post: 80
Re:Riflessione...
« Risposta #19 il: 25 Nov 2014, 19:06:34 »
Bravi...sono con voi.
Francesco
Chi nega la ragion delle cose, pubblica la sua ignoranza - Leonardo da Vinci