Autore Topic: A week with a JPAC team  (Letto 5148 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline zeptaja

  • Post: 376
Re: A week with a JPAC team
« Risposta #15 il: 04 Mag 2014, 16:47:50 »
stupefacente il metodo "americano" metodico e preciso. Molto diverso da noi,ma non so stabilire la effettiva utilità.
Io adotto il sistema di Fabio, Maz ecc. in primis bonifica superficiale e poi più accurata e profonda.

 celestino

ma infatti...., mi sembra anche più naturale, ma poi perchè rimettere in terra i pezzi? devono crescere? inoltre si elimina anche l'inquinamento metallico  :mda:

Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6281
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Re: A week with a JPAC team
« Risposta #16 il: 04 Mag 2014, 18:34:02 »
stupefacente il metodo "americano" metodico e preciso. Molto diverso da noi,ma non so stabilire la effettiva utilità.
Io adotto il sistema di Fabio, Maz ecc. in primis bonifica superficiale e poi più accurata e profonda.

 celestino

ma infatti...., mi sembra anche più naturale, ma poi perchè rimettere in terra i pezzi? devono crescere? inoltre si elimina anche l'inquinamento metallico  :mda:

Forse li lasciano sul crash perchè non sarebbe tanto semplice viaggiare in Italia e tornare negli USA portandosi dietro pezzi provenienti da più velivoli.
Presidente di Archeologi dell'Aria APS

Offline manifold

  • Post: 938
Re: A week with a JPAC team
« Risposta #17 il: 04 Mag 2014, 20:09:20 »
l'amica Phillis del C 47 si è portata in America oltre ad alcuni pezzi come un tappo di serbatoio, un pezzo di rivestimento,  perfino pallottole di pistola (ovviamente prive di capsula)
e la bandiera italiana che si vede nella foto. Vuole realizzare per sua madre (cugina del pilota Mc.Neil) una bacheca con tutto ciò che si portata in America.
Non ho avuto notizie di problemi alla frontiera, forse le è andato tutto liscio.

 celestino

Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6281
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Re: A week with a JPAC team
« Risposta #18 il: 04 Mag 2014, 20:24:32 »
l'amica Phillis del C 47 si è portata in America oltre ad alcuni pezzi come un tappo di serbatoio, un pezzo di rivestimento,  perfino pallottole di pistola (ovviamente prive di capsula)
e la bandiera italiana che si vede nella foto. Vuole realizzare per sua madre (cugina del pilota Mc.Neil) una bacheca con tutto ciò che si portata in America.
Non ho avuto notizie di problemi alla frontiera, forse le è andato tutto liscio.

 celestino

Se capitava in una perquisizione personale a sorpresa e le trovavano i bossoli dubito che le sarebbe andata tutto liscio... È stata fortunata.
Il JPAC è in Italia da molte settimane non credo che le tasche dello staff avrebbero potuto contenere tutto il materiale che hanno e che avranno da analizzare.
Comunque loro cercano segni degli equipaggi, interrogatori mirati e hanno chiavi per archivi a noi sconosciute...
Presidente di Archeologi dell'Aria APS

Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6281
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Re: A week with a JPAC team
« Risposta #19 il: 10 Mag 2014, 18:44:54 »
Ricevo e pubblico volentieri :-)

Grazie Andrea Raccagni.

« Ultima modifica: 10 Mag 2014, 19:08:11 da Fabio Raimondi »
Presidente di Archeologi dell'Aria APS

 


SimplePortal 2.3.7 © 2008-2021, SimplePortal