Autore Topic: Altro libro sulla Desert Air Force  (Letto 11305 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline pauke

  • Post: 58
Re:Altro libro sulla Desert Air Force
« Risposta #15 il: 07 Lug 2015, 06:15:04 »
Dio mio... ti credi anche spiritoso, ma - dai retta a me - sei soltanto patetico Micky.38 detto "il pignolo".

Hai scritto di avere 48 anni... ma le tue risposte sembrano più quelle di un quindicenne frustrato... che pena.

Ti atteggi ad "esperto" di storia... ma puoi darla da bere soltanto a qualche fesso.

Comincio a credere che dalle associazioni partigiane non te ne sia andato tu, per tua volontà... ma che ti abbiano cacciato loro !

Oltre tutto abbassi il livello del sito...

mi dispiace per Fabio Raimondi e per gli altri utenti costretti a subire da anni la tua pedante logorrea e la tua sciocca pignoleria.



« Ultima modifica: 07 Lug 2015, 06:41:07 da pauke »

Offline franzisket

  • Post: 947
Re:Altro libro sulla Desert Air Force
« Risposta #16 il: 07 Lug 2015, 08:45:07 »
Pauke tu Micky non lo conosci e quindi certe considerazioni personali che fai oltre ad essere decisamente fuori luogo, sono pure del tutto errate, quindi forse era meglio contare fino a 10 prima di rispondere con rabbia e cedere pure alle offese........certi toni non sono proprio ammessi nel forum 

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3457
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re:Altro libro sulla Desert Air Force
« Risposta #17 il: 07 Lug 2015, 09:58:31 »
Rimango esterrefatto. Certi toni sono da "eliminare alla radice" da questo Forum...
« Ultima modifica: 07 Lug 2015, 10:49:32 da mazwork »
Ad augusta per angusta

Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6259
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Re:Altro libro sulla Desert Air Force
« Risposta #18 il: 07 Lug 2015, 12:33:51 »
Nei forum e nei social è sempre stato facile offendere le persone...
Posso capire che non tutti siamo sintonizzati sulla stessa frequenza, ma in primis c'è il rispetto. Si può criticare o polemizzare, ma offendere in pubblico è un segno di ignoranza.
Non ho mai capito il motivo di farlo pubblicamente! Ma perchè non lo fate in privato? Vi passate la mail o il num di telefono e vi chiarite a voce!
Prima che vengano prese delle decisioni da parte degli amministratori, vorrei tornare a leggere discussioni inerenti al Forum grazie.

Anche io conosco Micky da un bel po'
« Ultima modifica: 07 Lug 2015, 21:30:05 da mazwork »
Presidente di Archeologi dell'Aria APS

micky.38

  • Visitatore
Re:Altro libro sulla Desert Air Force
« Risposta #19 il: 07 Lug 2015, 13:00:03 »
Franzisket, chiariscimi (in mp per favore) le "considerazioni personali".

Forse era meglio contare fino a 10, ma non credo di aver ceduto alle offese, mi scuso con gli utenti.

Per Fabio, mi semra che si sia già tutto ampliamente chiarito qui.

Ribadisco invece che io "15enne frustrato", "penoso" che "si atteggia" e "abbassa il livello" ecc ecc ho trovato gli interventi del Sig Pauke, sia in questo che in altri interventi, di tenore marcatamente politico, vittimista e antistorico oltre che ironici e offensivi nei miei confronti, per cui ho voluto rispondere a tono.
Ho sbagliato? Bene lo accetto, ma di passare per pirla no. Per cui se a voi va bene così, va benissimo anche a me.

In quanto al Sig Pauke, lo rimando al noto proverbio veneto. Saluti.

Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6259
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Re:Altro libro sulla Desert Air Force
« Risposta #20 il: 07 Lug 2015, 13:07:43 »
Pauke è stato bannato.

Saluti
« Ultima modifica: 07 Lug 2015, 13:49:08 da mazwork »
Presidente di Archeologi dell'Aria APS

Offline Manu

  • Ricercatore - Socio Co- Fondatore AdA
  • Post: 190
Re:Altro libro sulla Desert Air Force
« Risposta #21 il: 07 Lug 2015, 14:20:31 »
Franzisket, chiariscimi (in mp per favore) le "considerazioni personali".

Forse era meglio contare fino a 10, ma non credo di aver ceduto alle offese, mi scuso con gli utenti.

Per Fabio, mi semra che si sia già tutto ampliamente chiarito qui.

Ribadisco invece che io "15enne frustrato", "penoso" che "si atteggia" e "abbassa il livello" ecc ecc ho trovato gli interventi del Sig Pauke, sia in questo che in altri interventi, di tenore marcatamente politico, vittimista e antistorico oltre che ironici e offensivi nei miei confronti, per cui ho voluto rispondere a tono.
Ho sbagliato? Bene lo accetto, ma di passare per pirla no. Per cui se a voi va bene così, va benissimo anche a me.

In quanto al Sig Pauke, lo rimando al noto proverbio veneto. Saluti.
Credo che il soggetto della risposta di Franzisket sia Pauke e non tu... o sbaglio??  ;)
« Ultima modifica: 07 Lug 2015, 14:21:46 da Manu »

Offline franzisket

  • Post: 947
Re:Altro libro sulla Desert Air Force
« Risposta #22 il: 07 Lug 2015, 15:31:53 »
....chiarisco pubblicamente......si il soggetto del mio intervento non era Micky....come ben ha inteso Manu.....detto questo passo e chiudo

Offline dino

  • Post: 536
Re:Altro libro sulla Desert Air Force
« Risposta #23 il: 07 Lug 2015, 21:02:39 »
Ciao Fabio e ciao a tutti,
rimanendo nell'alveo di questo post:
...per Miky, ciao, purtroppo il libro è una sorta di "storia generale" della D.A.F. e più di metà è ad esempio dedicata al teatro Nordafricano. Vi sono indicazioni ma del tutto episodiche sui piloti persi in azione.
Per Puke, no, specificatamente del bombardamento dell'Impruneta del luglio 1944 non vi è alcunché di specifico, bensì alcune pagine che trattano dell'avanzata nel settore di Firenze.

Ciao a tutti.

Offline Fabio Casini

  • Post: 1
Re:Altro libro sulla Desert Air Force
« Risposta #24 il: 21 Mag 2020, 20:37:29 »
Scusate, sono anch'io un appassionato d'aviazione della II° guerra mondiale, ma sono pure un imprunetino e sono capitato in questo forum cercando notizie sul bombardamento del luglio del 1944. Per quanto riguarda ulteriori notizie sullo stesso e sulla situazione in paese, vi rimando al testo "Il passaggio del fronte all'Impruneta", Paolo Paoletti, dove sono riportati anche i relativi documenti Alleati reperiti dal Paoletti in anni di ricerche presso gli archivi storici inglesi e sudafricani. Vi riporto però la testimonianza diretta di mio padre che era sedicenne in paese all'epoca e si diede da fare per cercare di togliere i feriti di sotto le macerie durante il successivo mitragliamento. Dunque, secondo il testo, che riporta anche il rapporto della ricognizione Alleata della mattina e secondo la testimonianza diretta di mio padre, i Tedeschi il 27 luglio del 1944 all'Impruneta non c'erano proprio, i 2 (o forse 4) paracadutisti rimasti, se ne erano andati il 26, quindi rimando agli storici individuare come si fosse formata la convinzione della "concentrazione di truppe" in paese. Fu quindi un errore, un errore che costò 100 morti e la distruzione di un paese; ancora più inspiegabile fu il bombardamento  del giorno successivo della basilica.
La sola "spiegazione" possibile sta nel fatto che noi Italiani NON eravamo dalla medesima parte degli Alleati dopo l'8 settembre del '43 e che quindi gli stessi ci trattassero se non proprio come nemici, certo come ex, non impiegando molta "cura" nei nostri confronti, senza rischiare assolutamente nulla, e non c'è da dar loro un torto assoluto. "Non mandare un uomo dove si può mandare una pallottola", di fatto così fu all'Impruneta, e altrove. Comunque, il 27 luglio del '44 nel paese dell'Impruneta dove avvenne il bombardamento, non c'erano. Fabio