Autore Topic: Localizzato il P-38 Lightning del 2nd Lt. Robert L. McIntosh, 1st FG MIA  (Letto 30932 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Romeo2

  • Socio AdA
  • *
  • Post: 242
Ecco cosa potrebbe essere l'oggetto della foto 3126/3127.
"Ho visto cose,che voi astemi non immaginate neanche...."

Offline Peval

  • Post: 119
Ciao Riccardo, ti ricordano qualcosa i componenti di questo selettore ?

Offline Romeo2

  • Socio AdA
  • *
  • Post: 242
Paolo,se intendi questo componente la mia risposta è affermativa!
"Ho visto cose,che voi astemi non immaginate neanche...."

Offline Peval

  • Post: 119
Esatto 1+1, ma a cosa serviva visto che era anche sull' A20 di Copparo?

Offline franzisket

  • Post: 947
...quello sulla colonna di controllo del P-38 è l'"aileron tab control" e serviva per regolare lo "sforzo" (non è molto tecnico ma non mi viene in mente un altro termine)  sugli alettoni .....poi tolto dalla versione J in poi..............probabile che anche l'A20 avesse lo stesso sistema sugli alettoni...

frogvenice

  • Visitatore
dunque Mc Intosh non è caduto con un J , mi pareva di avere letto che il 1FG avesse fatto la  transizione proprio nella primavera del '44

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3243
  • Responsabile catalogatore reperti.
dunque Mc Intosh non è caduto con un J , mi pareva di avere letto che il 1FG avesse fatto la  transizione proprio nella primavera del '44

Se così fosse, allora NON sarebbe l'aereo di Mc Intosh. Ma così evidentemente non è, visto che Enzo Lanconelli ha identificato questo sfortunato pilota tramite il s/n del cannone di bordo riportato sul MACR, guarda caso, di un P-38J...

Questo sta a significare che l'oggetto in questione è, molto probabilmente, qualche altro aggeggio a bordo del Lightning...
Ad augusta per angusta

frogvenice

  • Visitatore
concordo , se il MACR parla di un J e ne riporta anche le matricole, tra l'altro incrociate correrttamente con le armi di bordo, vuol dire che era proprio quella versione.



Offline franzisket

  • Post: 947
....a me sembra di aver capito che durante la produzione della versione J è avvenuta la modifica...ergo esistevano i primi esemplari di produzione j con quel comando mentre da un certo punto non è stato più installato......come si legge nel trafiletto che allego...
« Ultima modifica: 06 Set 2013, 12:06:46 da franzisket »

frogvenice

  • Visitatore
quindi una modifica non in sede di progetto ma intervenuta in un secondo momento. Non sono un esperto  sui sistemi di controllo di volo; allora il J non aveva più i trim sugli alettoni ma c'era un sistema idraulico che aiutava il pilota a regolare lo sforzo ed anche la sensibilità sui  comandi degli alettoni.

Offline franzisket

  • Post: 947
...sembra che i primi blocchi di produzione della versione J furono interessati da diverse modifiche in "corso d'opera" che poi divennero standard....

frogvenice

  • Visitatore
come spesso accade in tempo di guerra, le indicazioni che provevenivano dai piloti  al fronte, dovevano essere valutate subito e nel caso risolte senza indugio. Nessuno si poteva permettere il lusso di sbagliare. Noi italiani, purtroppo, .... non fummo così bravi ne tempestivi nel risolvere i nostri problemi.

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3243
  • Responsabile catalogatore reperti.
Grazie a Manifold, un'immagine attuale dell'indicatore "multifunzione" dei motori...
Ad augusta per angusta

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3243
  • Responsabile catalogatore reperti.
Nel volumetto Lockheed P-38 J-L LIGHTNING edito da Mushroom Model Publications, si legge che addirittura nella versione finale, P-38J-25 (210 esemplari), vennero introdotti gli alettoni assistiti idraulicamente.

A questo punto tutte i modelli precedenti, compreso il velivolo di Mc Intosh, erano in realtà provvisti di quella manopola di controllo...
« Ultima modifica: 07 Set 2013, 00:55:06 da mazwork »
Ad augusta per angusta

Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 5906
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
State in allerta perchè in ottobre faremo un terzo sondaggio e proveremo anche una nuova metodologia di ricerca.