Autore Topic: Localizzato il P-38 Lightning del 2nd Lt. Robert L. McIntosh, 1st FG MIA  (Letto 31670 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline ClinA-78

  • Post: 88
The jagged part comes from the glycol radiators located in the aft booms

ClinA-78

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3245
  • Responsabile catalogatore reperti.
The jagged part comes from the glycol radiators located in the aft booms [...]

I've only one good photo coming from that area, but the depicted rear plate is quite different...

Have you more?

 :hi:
Ad augusta per angusta

Offline ClinA-78

  • Post: 88
How can I explain, let's try:
This is the pierced plate through which the numerous pipes go by. I have identified it as seen on a P-38 wreckage I found.

Ciao

ClinA-78

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3245
  • Responsabile catalogatore reperti.
I understand very well about it... The problem is the following: if you look my photo as example, the contour of the part is quite different, even the position of the rivets isn't the same, this is my opinion...

Now, have you some photos of the part you discovered in your P-38? I would like to match it with our remains...

 :hi:
Ad augusta per angusta

Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 5924
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Questo pezzo proviene dal supporto motore.



Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3245
  • Responsabile catalogatore reperti.
Anche per me è parte del supporto motore, ma a livello geometrico c'è ancora qualcosa che non mi convince.

Ci sto guardando già da un po', ma non mi torna la posizione del foro ove è stato scaricato il pezzo. Inoltre, tra il piano ove giace l'apertura e quello ove si trova l'asta diagonale di sostegno sembra esserci un angolo di 90°, mentre nel disegno i piani praticamente coincidono...
« Ultima modifica: 06 Ott 2013, 19:19:14 da mazwork »
Ad augusta per angusta

Offline ClinA-78

  • Post: 88
Hello Mazwork,

My P-38 parts are not at hand at the moment but I remember very well the part, mind the fingers because it cuts! On the close-up pic you can see a pipe part still embedded.

ClinA-78

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3245
  • Responsabile catalogatore reperti.
Yes, I saw it... But, for me, the problem is: the pipe was in that position even before the crash? Or only at the time of the impact the part moved into the hole? Really, I don't know...

I'm arguing in a logical manner, because I have only a photo of the rear plate and I need, for exact identification, at least three view drawings of the system involved or, the best for me, a Part Catalog related to Lockheed P-38 Lightning... I've only an Erection and Maintenance Manual, it's sometimes unclear...

 :hi:
« Ultima modifica: 06 Ott 2013, 21:39:48 da mazwork »
Ad augusta per angusta

Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 5924
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Anche per me è parte del supporto motore, ma a livello geometrico c'è ancora qualcosa che non mi convince.

Ci sto guardando già da un po', ma non mi torna la posizione del foro ove è stato scaricato il pezzo. Inoltre, tra il piano ove giace l'apertura e quello ove si trova l'asta diagonale di sostegno sembra esserci un angolo di 90°, mentre nel disegno i piani praticamente coincidono...

Hai ragione, il disegno proviene da un manuale del P-38 I versione inglese del 1942. Probabilmente è diverso in molte parti dal P-38 J di Mc Intosh ma non avevo altro... 

Offline Romeo2

  • Socio AdA
  • *
  • Post: 242
Trattasi di radiatore a "nido d'ape" come si evince dalla forma esagonale delle cannule di raffreddamento, molto usate pure in ambito automobilistico.I fori del nostro P38 sono perfettamente circolari e quindi io lo escluderei!  :blink:
"Ho visto cose,che voi astemi non immaginate neanche...."

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3245
  • Responsabile catalogatore reperti.
Riccardo, oltre a ciò si nota che il fissaggio al telaio della piastra traforata a "nido d'ape" avveniva (forse) lungo il bordo della medesima ripiegato a 90°, ma ciò non pare essere presente nei rottami che abbiamo raccolto noi...

Nelle foto pubblicate giorni fa sono evidenti i rivetti del tipo "per interni", ma non ci sono svasature per viti o rivetti "per esterni". Pertanto non credo che sia parte del radiatore, ma neppure una qualche piastra esterna sottoposta a flusso aerodinamico per via delle numerose sporgenze, le teste dei rivetti...

Per concludere, nel radiatore del P-38 la profondità del foro è decisamente maggiore, si vede ad occhio la differenza rispetto al nostro reperto, che invece è piuttosto sottile...

 salutomilitare
« Ultima modifica: 06 Ott 2013, 22:06:38 da mazwork »
Ad augusta per angusta

Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 5924
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Trattasi di radiatore a "nido d'ape" come si evince dalla forma esagonale delle cannule di raffreddamento, molto usate pure in ambito automobilistico.I fori del nostro P38 sono perfettamente circolari e quindi io lo escluderei!  :blink:

Di cosa state parlando?

Offline frogvenice

  • Post: 330
penso che si riferiscano ai radiatori inseriti nei bunps dei travi di coda del p38 ma  come dice Riccardo sono diversi ( a nido d'ape ).
Io invece ho notato che ci sono tracce di vernice nera, non è che sia un pezzo del cruscotto oppure delle side-console dell'abitacolo?
Il fatto poi che ci sia un bossolo di 0.50 ( che erano alloggiati proprio davanti al cruscotto ) mi farebbe pensare proprio a quelal parte dell'arereo davanti all'abitacolo.

Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 5924
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Altre foto del particolare...
Forse c'era una guarnizione, ci sono tracce di gomma e una sorta di contenitore.

Offline Nibbio4

  • Post: 167
E' prevista un'altra giornata di scavo?

Ciao
E.
--------------------------------------------------------------------------- Enrico da Rimini