Autore Topic: Scempio a San Pelagio.  (Letto 11330 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline LEX77

  • Post: 244
  • F 104S
Re:Scempio a San Pelagio.
« Risposta #15 il: 18 Mag 2013, 18:33:20 »
sono scioccato, e molto rattristato da questa notizia, e mi associo al pensiero di Freddy in tutto!
vorrei sapere che associazione e' .. incredibile..
wrecksites identificati: I-LALA  ,   I-STMO

Offline wwmb43

  • Post: 217
Re:Scempio a San Pelagio.
« Risposta #16 il: 18 Mag 2013, 18:58:03 »
tanto per dire quando l'albatross venne consegnato era in perfette condizioni!
infatti all'atto della consegna (finito l'assemblaggio)venne
addirittura fatta una prova motore!
l'aereo venne riassemblato dagli specialisti dell'aereonautica
e non mancava neanche una vite
spero qualcuno salvi almeno i motori e le eliche
dovrebbero essere identiche a quelle del b17
pensate a quanti conponenti avra avuto in comune con
gli altri aerei della sua epoca (1947)
dare la roba gratis(in questo caso l'aereo) non è mai un bene va sempre sprecata
saluti

Offline pipistrello

  • Post: 792
Re:Scempio a San Pelagio.
« Risposta #17 il: 18 Mag 2013, 19:14:47 »
Dissento su quanto fin qui esposto.
Il Museo di San Pelagio ha le sue colpe, aveva avuto due anni di tempo per rimediare 14.000,00 Euro, ma non ha detto niente a nessuno.
L'A.M. aveva proprio bisogno di quei 14.000,00 Euro? poteva forse comprare un altro F.35 con quei soldi?
Che Fabio scusi l'O.T. ma questa storia fa il paio con la demolizione del C.119 (unico esemplare esistente a "becco d'anatra"), che entrambe gli ordini provengano del medesimo deficiente? (Nel senso latino del termine, nel senso che gli fa deficit il valore della storia della sua Arma).
A nessuno è venuto in mente che sono stati dispersi nell'aria materiali radioattivi e che questo sarebbe un reato penale?
« Ultima modifica: 18 Mag 2013, 19:37:24 da pipistrello »

Offline wwmb43

  • Post: 217
Re:Scempio a San Pelagio.
« Risposta #18 il: 18 Mag 2013, 19:40:53 »
per  pipistrello
scusa da cosa dissenti in particolare?
ciao intanto :)

Offline pipistrello

  • Post: 792
Re:Scempio a San Pelagio.
« Risposta #19 il: 18 Mag 2013, 20:32:55 »
Ho riletto tutto e forse non dissento poi così tanto.
P.S. in altro sito ho proposto una valanga di lettere di protesta al Capo S.M.A.

frogvenice

  • Visitatore
Re:Scempio a San Pelagio.
« Risposta #20 il: 18 Mag 2013, 20:51:49 »
no ho parole,   sicuramente chi ha deciso una cretinata del genere deve essere di bassissima cultura
ed anche piusttosto  co...ne . Un aereo del genere nel mercato del warbirds  vale sicuramente più
di 14.000 euro. Poteva smontarlo,  metterlo su qualsiasi  sito ed aspettare che il prezzo salisse.
Così facendo l'avrebbe  anche salvato.  Ci troviamo di fronte ad un emerito ignorante ..ed anche
poco avveduto ( ma anche questo è il prezzo dell'ignoranza ).

Offline tellalmashhad

  • Post: 158
Re:Scempio a San Pelagio.
« Risposta #21 il: 18 Mag 2013, 21:12:10 »
Qui bisogna cercare di fare qualcosa per evitare che sciagure del genere possano capitare di nuovo. Io sono sconvolto dal fatto che il Codice dei Beni Culturali, all'articolo 11 comma g, prevede che possano essere oggetto di tutela solo i mezzi di trasporto che abbiano più di 75 anni, quindi anche gli aerei. In questa ottica, se qualcuno decidesse di distruggere o smantellare o semplicemente alienare tutta la collezione di Vigna di VAlle post anni '30 (Campini Caproni incluso), non  compirebbe alcun reato. Il povero HU 16 di San Pelagio corre il rischio di non essere l'ultima vittima di questa legislazione folle, come è già capitato per il 119 a becco d'anatra. MA ricordo male o anche il J29 svedese di Vigna ha fatto la stessa fine?
Ha perfettamente ragione Frogvenice, almeno si poteva cercare di venderlo sul mercato dei warbirds, magari finiva all'estero, ma si salvava!
Un caro saluto a tutti,
Francesco

Offline faliero

  • Post: 3
Re:Scempio a San Pelagio.
« Risposta #22 il: 19 Mag 2013, 08:12:06 »
nooooooooo! non voglio credere,vorrei urlare, ma è possibile che ci sia in giro ancora gente così arida.
Penso che non ci sia possibilità di venire fuori da questo pantano........ :angry2:  Faliero

Online Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6268
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Presidente di Archeologi dell'Aria APS

Offline ilveromilite

  • Post: 104
Re:Scempio a San Pelagio.
« Risposta #24 il: 21 Mag 2013, 13:34:23 »
Italia...Italiani....

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3457
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re:Scempio a San Pelagio.
« Risposta #25 il: 21 Mag 2013, 20:09:41 »
Se all'italiano medio togli la Serie A, la Ferrari e la Ducati... Tanto più in là non va...

 :sorry:
Ad augusta per angusta

Offline Freddy

  • Post: 1051
Re:Scempio a San Pelagio.
« Risposta #26 il: 21 Mag 2013, 22:08:22 »
Quindi, vediamo se ho capito bene.

Quelli della Fly Albatross di Ravenna comprano all'asta, prima il 15-9 di Gorizia (come si deduce dai miei post sul precedente topic non ero a conoscenza del fatto che quello di Gorizia fosse già stato prelevato da loro) e, secondo quanto declamano e decantano, lo vogliono rimettere a posto.

Fin qui tutto bene, encomiabile iniziativa,  a parte che il 15-9 di Gorizia era in condizioni molto peggiori di quello di San Pelagio, almeno stando alle foto e a quanto indicato in Wikipedia.
Spendono una cifra probabilmente molto vicina ai 14.000 euro di quello di San Pelagio ma poi si accorgono che il 15-9 ha bisogno di pezzi di ricambio come motori, eliche e quant'altro.
Presto fatto, comprano anche quello di San Pelagio (si vede che non hanno carenza di quattrini) ma poi salvano quello che serve loro e poi assassinano tutto il resto perchè non sanno cosa farsene.

Alla faccia degli amanti dell'Albatross!

A questo punto io mi chiedo: perchè non tentare di realizzare almeno parte di quello che hai speso mettendo all'asta, a tua volta, le varie parti come timoni, arredi interni, carrello ecc.ecc. che magari qualche collezionista o perfino uno di noi che siamo notoriamente "spiantati" avrebbe potuto farci un pensierino?

Credo che ci sia più di una risposta.
Troppi soldi a disposizione, totale disinteresse per l'aereo in se stesso, interessi particolari (non riesco a capire quali) nascosti sotto una facciata come quella di un'Associazione di amanti dell'aviazione, chissà cos'altro.

E' come se uno volesse a tutti i costi avere quel dato cavallo per farne uno stallone e decidesse, pur di averlo, di comprare l'allevamento intero dell'attuale proprietario ma che,  dopo aver raggiunto il suo scopo, facesse ammazzare tutti gli altri cavalli, ma non per farne carne da macello ma per gettarli in discarica.

Bene, almeno ora so chi è stato il colpevole ma non pensavo che fosse proprio quello, anzi era l'ultima cosa che avrei immaginato stando a quanto decantano nel loro sito il loro amore sviscerato verso quel tipo di aereo.

Pur condividendo per la quasi totalità quanto dice Rossetto nel suo commento all'articolo del Mattino di Padova, tuttavia non riesco a condividere quel suo attacco così feroce al Museo di San Pelagio, che avrà pure le sue colpe ma che, come quasi tutti i musei d'Italia di certo non ha grandi aiuti economici da chichessia.
Certo sarebbe bello poter disporre, così sui due piedi, di 14.000 euro per acquistare un aereo, (magari servirebbero di più e meglio per pagare gli stipendi dei dipendenti) ma se non ci sono non si può ne acquistare ne mantenere decorosamente qualsiasi cosa.

Quello che è certo è che non potrebbero essere salvati dalla demolizione tutti i velivoli che l'Aeronautica dismette periodicamente ma singoli esemplari particolarmente significativi, dovrebbero essere ceduti a titolo gratuito a enti e associazioni che si impegnassero con regolare contratto a garantirne la manutenzione e la conservazione.
Se questo non avvenisse si potrebbe far pagare una penale (cosa che normalmente fa muovere il culo a tutti) e affidare la macchina ad un altro soggetto.

Io sarei curioso di sapere quanto sono stati pagati e soprattutto SE SONO STATI PAGATI, tutti quei G-91, MB 326, F-84, F-86, T-6, F-104 ecc. che da anni fanno bella (sic) mostra di sè come Gate Guardians in parchi giochi, scuole, campi sportivi, località balneari ecc. di tutta Italia e perfino in paesini sconosciuto dove non ci va mai anima viva. Tra l'altro, quasi tutti tenuti in condizioni deplorevoli.

Offline roberto

  • Post: 162
  • Associazione Dogfight
Re:Scempio a San Pelagio.
« Risposta #27 il: 22 Mag 2013, 00:36:47 »
SIETE SICURI CHE SIANO STATI PAGATI 14.000 EURO? CI SONO DOCUMENTI O LE SEMPLICI DICHIARAZIONI DI FACCIATA, E A CHI SONO STATI PAGATI QUESTI 14.000 EURO VISTO CHE L'AEREO APPARTENENVA ALL' AERONAUTICA MILITARE CHE A NOI AVEVA IMPOSTO PER LA SUA ASSEGNAZIONE E IL SUO RESTAURO  UN CONTRATTO DI 50 PAGINE PIENE DI CLAUSOLE E SOTTOCLAUSOLE.......

CIRCA TRE ANNI FA LA STESSA COSA TOCCO AL MUSEO DELLE ARMI DI MONTECCHIO MAGGIORE (VI) CHE COME NOI RINUNCIO PROPRIO PER VIA DELLA BUROCRAZIA E IL TERMINE IMPOSTO DALL' A.M SUL SUO RESTAURO....IO NON CREDO MOLTO AI GIORNALI.

POI IL MUSEO DI SAN PELAGIO A LE SUE COLPE MOLTI MODELLINI INTERNI HANNO BISOGNO DI UN RESTAURO ALCUNI DI QUESTI SONO ROTTI E NON SONO MAI STATI RIPARATI, DUNQUE SE SI PENSA CHE LORO FANNO PAGARE L'INGRESSO AL MUSEO MI DOMANDO IL PERCHE' NON AGGIUSTANO ALMENO GLI AEREI POSTI ALL'INTERNO.

FRA POCO DOVREMMO LEGGERE CHE ALTRI DEI LORO AEREI FARANNO LA STESSA FINE.

MANTIERO ROBERTO

Online Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6268
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Re:Scempio a San Pelagio.
« Risposta #28 il: 22 Mag 2013, 00:57:52 »
Roberto, scrivere in maiuscolo equivale a gridare.
http://www.archeologidellaria.org/index.php?topic=7.0
Presidente di Archeologi dell'Aria APS

frogvenice

  • Visitatore
Re:Scempio a San Pelagio.
« Risposta #29 il: 22 Mag 2013, 08:32:46 »
quello che mi lascia perplesso è l'insensatezza della cosa. Non trovo motivazioni valide,  ho pensato anche ad una ripicca
interna tra i soci. Per non parlare della ditta che materialmente ha demolito l'aereo. Sono abituati a rottamare di tutto e
quindi credo riescano a distinguere la spazzatura da quello che potenzialmente ha un valore. Se gli telefono io e gli dico che
c'è da sgombrare il museo di Vigna di Valle ? ..Quelli vanno e demoliscono tutto? Da noi si chimano tordi ( di prima classe )