Autore Topic: come riciclare un PAK ( anzi due )  (Letto 3492 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

frogvenice

  • Visitatore
come riciclare un PAK ( anzi due )
« il: 20 Feb 2013, 17:28:51 »
Ciao a tutti,

in un ridente e piccolo paesino della bassa vicentina ci sono due pak 40 ben dissimulati , ecco la loro storia.

A fine guerra, durante la  ritirata, un reparto tedesco pens˛ bene di disfarsi di due cannoni anticarro pak 40 DA 75 mm
( o 7,5 cm come li chiamavano i tedeschi ) , li abbandonarono nella piazza del paese e se ne andarono.
Le poche avanguardie americane che sopraggiunsero ( il paese Ŕ un p˛  decentarto  ) se ne disinteressarono
ed i cannoni rimasero per qualche tempo in paese diventando la giostra preferita per i bambini , finchŔ qualcuno
di loro , inavvertitamente ( forse un proiettile era rimasto incastrato )  fece partire una cannonata;  nessuno si fece male
ma la cittadinanza decise di smembrare i due cannoni. Dato che all'epoca tutto il ferro ( cancelli , recinzioni  e quant'altro ) era
stato "donato"  alla patria compreso i  cancelli delle scuole del paese ,pensarono bene di interrare i cannoni facendone
il supporto per il cancello delle scuole . In seguito le scuole furono vendute ad un privato ma i cannoni sono rimasti al loro
posto . Purtroppo il proprietario ha nascosto con una orripilante struttura i due  parafiamma ma fino ad una decina
di anni fa si potevano vedere in tutto il loro "splendore " ( ...si fa per dire ).
Vi allego le foto dei due oggetti ed una foto di un cannone restaurato ( anche se sicuramente lo conoscete giÓ)

ciao

Offline wwmb43

  • Post: 217
Re:come riciclare un PAK ( anzi due )
« Risposta #1 il: 20 Feb 2013, 19:47:15 »
interessante!
un  mio amico compr˛ una casa in montagna diverso tempo fa
dietro la casa c'era una vigna indovina con cosa era fatto uno dei pali di sostegno.... :biggrin:
e per di pi¨ quando lo tolse dalla terra si accorse che era carico!
il contadino aveva sepolto la culatta con ancora il colpo in canna..
non so come ha fatto a scaricarlo  :blink:

frogvenice

  • Visitatore
Re:come riciclare un PAK ( anzi due )
« Risposta #2 il: 20 Feb 2013, 20:14:43 »
caspita !  praticamente aveva nella vigna un....cannone antiaereo pronto a sparare

in merito all'episodio che ho raccontato, mi ricordo ancora la battuta  della
persona ( all'epoca  quindicenne ) che mi aveva narrato la storia :
" i gÓ smontÓ chel toco de fero prima che i bocia i tirase s˛ el paese a canonÓ "
traducendo  dal veneto anzi dal basso-vicentino:
" hanno smontato  quel pezzo di ferro ( il cannone ) prima che i ragazzini demolissero il paese a
cannonate "

....ho riso per una settimana ...

Offline PoRiverCrossing

  • Post: 116
Re:come riciclare un PAK ( anzi due )
« Risposta #3 il: 21 Feb 2013, 15:41:43 »
Lungo la sponda meridionale del fiume Po sono ancora numerosi questi esempi, oltre alle canne di cannoni a sostegno dei cancelli anche parti dell'affusto. Sovente poi gli stessi cancelli risultano ancora costruiti con le grelle americane per gli aeroporti.
Ricordo anche un contadino che mise due elmetti alla sommitÓ delle due lunghe canne di cannone che sostenevano il suo cancello: spariti in una delle frequenti giornate nebbiose (a due "ignoti" ragazzini degli anni '70 Ŕ bastato un palo sottratto in un vigneto per recuperare un elmetto tedesco mod.35 e un secondo da paracadutista sempre tedesco, purtroppo molto rugginosi e senza tracce di vernice).

Simone

frogvenice

  • Visitatore
Re:come riciclare un PAK ( anzi due )
« Risposta #4 il: 21 Feb 2013, 16:13:23 »
per non parlare delle ruote dei carretti agricoli , ogni volta che ne vedo uno abbandonato nelle campagne
 mi soffermo  a guardare le ruote ...c'Ŕ tutto il campionario in uso durante la guerra , qualcuno con le tracce
di vernice originale .

Giampaolo

micky.38

  • Visitatore
Re:come riciclare un PAK ( anzi due )
« Risposta #5 il: 26 Feb 2013, 09:42:48 »
Lungo la sponda meridionale del fiume Po sono ancora numerosi questi esempi, oltre alle canne di cannoni a sostegno dei cancelli anche parti dell'affusto. Sovente poi gli stessi cancelli risultano ancora costruiti con le grelle americane per gli aeroporti.
Ricordo anche un contadino che mise due elmetti alla sommitÓ delle due lunghe canne di cannone che sostenevano il suo cancello: spariti in una delle frequenti giornate nebbiose (a due "ignoti" ragazzini degli anni '70 Ŕ bastato un palo sottratto in un vigneto per recuperare un elmetto tedesco mod.35 e un secondo da paracadutista sempre tedesco, purtroppo molto rugginosi e senza tracce di vernice).

Simone

eh eh eh... la caccia all'elmetto merdaiolo era uno dei grandi sollazzi di noi ragazzini!!! :clapping: