Autore Topic: A makeshift wartime scrapyard in Italy...  (Letto 10852 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline pipistrello

  • Post: 792
Re: A makeshift wartime scrapyard in Italy...
« Risposta #15 il: 01 Feb 2013, 19:16:39 »
Escluderei Roma Urbe (ex Littorio).
Noi vecchi romani e frequentatori del sito ne avremmo memoria storica nei racconti di quelli appena più vecchi.

Offline franzisket

  • Post: 947
Re:A makeshift wartime scrapyard in Italy...
« Risposta #16 il: 27 Feb 2013, 09:55:53 »
.....in questa copertina di un vecchio numero di Ali Antiche c'è il Vimy in decollo da Roma Urbe.....e sullo sfondo mi pare di dire che la struttura, con i pini sovrastanti sia proprio la stessa della nostra foto (con la scansione è poco chiaro ma dall'originale direi che la struttura sia proprio la stessa)

Offline pipistrello

  • Post: 792
Re:A makeshift wartime scrapyard in Italy...
« Risposta #17 il: 27 Feb 2013, 10:08:16 »
Sotto i 15 pini (che nel 1945 erano 25) corre la via Flaminia, di fronte ad essa, quindi tra la la strada e l'osservatore c'è la grande caserma con ippodromo del Lancieri di Montebello, ancora davanti alla caserma c'è il Tevere.
Nessun viale alberato o collinette. nel restante territorio che è piano (alluvionale).

Offline franzisket

  • Post: 947
Re:A makeshift wartime scrapyard in Italy...
« Risposta #18 il: 27 Feb 2013, 10:47:38 »
..non sono di Roma e quindi non conosco la zona direttamente....certo che la fila dei pini, la piccola protuberanza triangolare all'inizio della loro fila, la struttura a strapiombo (che non so se siano mura oppure una scarpata artificiale) ...tutti elementi presenti nella foto d'epoca, rendono la coincidenza curiosa e particolare.....

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3457
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re:A makeshift wartime scrapyard in Italy...
« Risposta #19 il: 27 Feb 2013, 11:25:14 »
Potrebbe essere finalmente una buona traccia...

Al momento ho provato a dare un'occhiata con Google Street View, ma ancora non ho trovato niente di significativo.

Chi è di Roma, quando passa in zona, potrebbe fare qualche scatto per un confronto "definitivo"...

 :good:
Ad augusta per angusta

Offline pipistrello

  • Post: 792
Re:A makeshift wartime scrapyard in Italy...
« Risposta #20 il: 27 Feb 2013, 13:58:07 »
Quello sperone tufaceo che è in zona Grottarossa, (e che si affaccia sulla via Flaminia) ben visibile da Roma Urbe, oltre ai restanti 15 pini, non ha mai avuto altro, tanto meno costruzioni di alcun tipo, inoltre non è mai esistita alcuna strada che portasse sul pianoro, solo sentieri per capre e pastori.
Negli anni '60 furono trovati resti di mammut e segni di frequentazione medioevale, niente altro.
I pini che si vedono nella foto di apertura appartengono ad un viale alberato, ben altra cosa.
Scordatevi Roma Urbe (purtroppo).

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3457
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re:A makeshift wartime scrapyard in Italy...
« Risposta #21 il: 27 Feb 2013, 14:44:49 »
Per "sperone tufaceo" intendi questo?

http://it.wikipedia.org/wiki/Tor_di_Quinto
Ad augusta per angusta

Offline pipistrello

  • Post: 792
Re:A makeshift wartime scrapyard in Italy...
« Risposta #22 il: 27 Feb 2013, 17:45:47 »
Negativo.
Con googlemaps cerca l'aeroporto dell'Urbe, poi all'altezza della testata Nord della pista vai con il cursore a sinistra attraversando l'ansa del Tevere, arrivato alla Via Flaminia incontri l'hotel ROSEN.
Lo sperone tufaceo confina con il lato Sud dell'hotel e a strapiombo sulla via Flaminia puoi vedere i famosi pini.
Potrai vedere l'assoluta mancanza di edifici o di parti di essi e l'assoluta mancanza di strade d'accesso.

Offline pipistrello

  • Post: 792

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3457
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re:A makeshift wartime scrapyard in Italy...
« Risposta #24 il: 27 Feb 2013, 22:30:14 »
Sicuramente non è questo il luogo giusto, però seguendo la Via Flaminia Nuova in direzione Sud, si notano ai lati della strada delle alture con un buon numero di pini...

Aggiungo infine come ulteriore traccia che a poca distanza dalla testata Sud della pista sorge l'ottocentesco Forte Antenne sull'omonimo monte che nell'antichità ospitava la città sabina di Antemnae. Avrebbe quindi un senso che i rottami degli aerei venissero accatastati ai piedi di questo colle a non grande distanza dalla pista. Oppure no?

Dallo scatto sono passati molti anni, i luoghi potrebbero essere significativamente mutati, però lì ci sono delle mura e andrebbe verificata anche questa possibilità...

http://it.wikipedia.org/wiki/Antemnae
Ad augusta per angusta

Offline pipistrello

  • Post: 792
Re:A makeshift wartime scrapyard in Italy...
« Risposta #25 il: 28 Feb 2013, 09:20:18 »
"Sicuramente non è questo il luogo giusto, però seguendo la Via Flaminia Nuova in direzione Sud, si notano ai lati della strada delle alture con un buon numero di pini..."

la zona che indichi è a Nord (non cambierebbe il concetto), ma tra Roma Urbe e quella zona c'è di mezzo il Tevere.
Perché fare un difficile trasporto di rottami in mancanza di ponti vicini?

"Aggiungo infine come ulteriore traccia che a poca distanza dalla testata Sud della pista sorge l'ottocentesco Forte Antenne sull'omonimo monte che nell'antichità ospitava la città sabina di Antemnae. Avrebbe quindi un senso che i rottami degli aerei venissero accatastati ai piedi di questo colle a non grande distanza dalla pista. Oppure no?"

Tra Forte Antenne ( o Monte Antenne che dir si voglia) la zona totalmente in pianura è ed era anche allora compresa tra una strada che adesso si chiama Olimpica, il Tevere e la via Salaria.
Attualmente ci sono alcuni autodemolitori e varie ditte tipo Mercedes, Opel etc. ma niente che assomigli alla foto, vale a dire niente collinette con case e muretti.
A parte tutto questo, è molto difficile che ad appassionati del luogo e frequentatori dell'Aero Club, anche se appena nati all'epoca, possa essere sfuggita una tale memoria storica.




Offline franzisket

  • Post: 947
Re:A makeshift wartime scrapyard in Italy...
« Risposta #26 il: 28 Feb 2013, 11:11:18 »
...la morfologia comunque mi pare proprio quella "della zona"......sarà stato un siro comunque nell'area laziale o basso toscana quasi sicuramente....

Offline marquis

  • Post: 183
Re:A makeshift wartime scrapyard in Italy...
« Risposta #27 il: 28 Feb 2013, 12:39:47 »
Da buon conoscitore della zona sia da terra che dall'aria :biggrin: sono totalmente d'accordo con Pipistrello.  Il nesso con le coline tufacee di Saxa Rubra e/o Forte Antenne esiste solo nello skyline che si può intravedere ad una certa distanza dall'Aeroporto dell'Urbe. A terra però è impossibile passare: da una parte c'è di mezzo il Tevere - largo quasi 100 metri e sufficientemente impetuoso da impedirne l'attraversamento - e dall'altra l'Aniene.  Inoltre  già allora esisteva il rilevato incompiuto dell'anello ferroviario (oggi Via Olimpica) che verso sud separava la pianura dalla collina interrompendone la continuità.
In genere gli alleati spostavano i rottami degli aerei con dei bulldozer ai margini del campo d'aviazione, cosa che a chilometri di distanza non avrebbe avuto senso. A meno che non si tratti di una discarica (alla fine della guerra  i raccoglitori di ferro fecero fortuna con i residuati bellici) che con un aeroporto potrebbe anche non avere nulla a che vedere....   
Quella foto può essere presa ovunque. Anche nei dintorni di Roma durante la guerra esistevano diversi  siti aviatori - oggi spariti - che potrebbero assomigliare al sito raffigurato. Insomma sì, occorre cercare altrove...

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3457
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re:A makeshift wartime scrapyard in Italy...
« Risposta #28 il: 28 Feb 2013, 14:46:04 »
Probabile che si tratti di una discarica, resto perplesso sulla datazione del muraglione sulla destra, i fori distanziati lungo la parete fanno pensare a qualcosa di vetusto.

Chissà...
Ad augusta per angusta

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3457
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re:A makeshift wartime scrapyard in Italy...
« Risposta #29 il: 04 Mar 2013, 15:56:25 »
Mi sono sempre dimenticato di far notare che nella foto, in basso sulla sinistra, si scorge parte del muso di un autocarro del tipo Ford/Chevrolet CMP (Canadian Military Pattern)...

http://en.wikipedia.org/wiki/Canadian_Military_Pattern_truck
« Ultima modifica: 04 Mar 2013, 16:06:58 da mazwork »
Ad augusta per angusta