Autore Topic: Terremoto  (Letto 14486 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Veltro_7

  • Post: 497
Re: Terremoto
« Risposta #15 il: 20 Mag 2012, 22:19:42 »
Già ,andare a letto.....proviamo!
Maledizione ci mancava anche la pioggia!
Il mio pensiero a tutti voi.
Una volta eliminato l'impossibile ciò che rimane, per quanto improbabile, dev'essere la verità.

Offline cmond

  • Post: 327
Re: Terremoto
« Risposta #16 il: 20 Mag 2012, 22:45:07 »
E' vero, a questo sciame sismico così ravvicinato nel tempo non siamo preparati...le repliche delle scosse sono in alcuni casi di magnitudo maggiore di 4. Però non dimentichiamo che nel sottosuolo abbiamo la struttura tettonica attiva conosciuta come "dorsale ferrarese" o "pieghe ferraresi" responsabile della sismicità dell'area. In pratica abbiamo strutture geologiche appenniniche sepolte che nel moto compressivo si fagliano con liberazione di energia.

Non culliamoci troppo sul fatto che le province di MO, BO e FE siano classificate in zona 3: si continua a fare riferimento a questa classificazione solo per dirimere questioni amministrative di competenza della regione. L'input sismico utilizzabile ai fini delle costruzioni è indipendente da questa classificazione, deriva infatti dal recepimento dei risultati di uno studio di macrozonazione sismica del territorio nazionale condotto, e costantemente aggiornato, dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

In questo studio, la pericolosità sismica di base (con cui si rappresenta la severità dei terremoti attesi in un dato sito) è stata definita in termini probabilistici attraverso tre parametri, specificati su un reticolo di riferimento con una maglia di circa 5,5 km, per 9 periodi di ritorno compresi nell’intervallo fra 30 e 2475 anni, estremi inclusi. In accordo quindi con le Norme Tecniche per le Costruzioni di cui al DM 14-1-2008, l’input sismico viene definito puntualmente, sul territorio nazionale, sulla base delle coordinate geografiche (ED50) del sito di costruzione, eventualmente attraverso un processo di interpolazione.

Il moto sismico corrispondente alla pericolosità sismica di base viene modificato, a volte in modo significativo, dalle condizioni geologiche, geomorfologiche e geotecniche locali (effetti di sito). La quantificazione degli effetti di sito richiede la conoscenza dei risultati dello studio di pericolosità sismica di base, nonché di dati relativi alle caratteristiche lito-stratigrafiche e geomorfologiche del sito oggetto di studio.

Per esempio, molti dei danni rilevati durante i terremoti sono dovuti al fenomeno della liquefazione degli strati sabbiosi in falda, molto comuni nelle stratigrafie della pianura emiliana, che può causare cedimenti differenziali, anche vistosi, alle fondazioni dei fabbricati; stesso dicasi per la densificazione delle sabbie indotta dal  moto sismico che si traduce in cedimenti delle opere di fondazione.

Per gli edifici storici queste criticità si associano spesso a carenze strutturali. Per il collasso dei moderni edifici industriali del ferrarese mancano al momento elementi di giudizio: saranno gli accertamenti della magistratura a stabilire cause e responsabilità.

Online Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6268
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Re: Terremoto
« Risposta #17 il: 20 Mag 2012, 23:00:33 »
Grazie Carlo, da un esperto come te non potevi che dare chiare spiegazioni.  :good:
Presidente di Archeologi dell'Aria APS

Offline mazwork

  • Amministratore
  • Post: 3457
  • Responsabile catalogatore reperti.
Re: Terremoto
« Risposta #18 il: 20 Mag 2012, 23:16:26 »
Carlo, hai notato che molti giornalisti non sanno che la scala Richter è logaritmica? Associano quest'evento a quello di AQ per magnitudo...

Per quanto riguarda gli edifici moderni collassati, mi viene in mente quanto è già successo quest'anno con la nevicata eccezionale che ha colpito la nostra penisola.

Certi miei colleghi "ing." dovrebbero essere "più generosi" nell'ambito del calcolo delle strutture... E i legislatori più "attenti".

Ma il ritornello è sempre quello, siamo in Italia e, di solito, si ottiene il massimo facendo il minimo...
« Ultima modifica: 20 Mag 2012, 23:28:28 da mazwork »
Ad augusta per angusta

Offline DRAKEN

  • Post: 96
Re: Terremoto
« Risposta #19 il: 21 Mag 2012, 08:54:04 »
grazie Carlo
il pannolone me lo posso togliere, o è meglio che aspetti?

Offline cmond

  • Post: 327
Re: Terremoto
« Risposta #20 il: 21 Mag 2012, 10:01:18 »
grazie Carlo
il pannolone me lo posso togliere, o è meglio che aspetti?

Ciao DRAKEN a giudicare dalle scosse sche si stanno succedendo potresti anche toglierlo ... anche se il mio non è che un incoraggiamento ...

http://cnt.rm.ingv.it/

Carlo, hai notato che molti giornalisti non sanno che la scala Richter è logaritmica? Associano quest'evento a quello di AQ per magnitudo...

Ciao Mazwork, hai toccato un punto dolente: persiste una grande imprecisione sul fronte dell'informazione. Sarà la fretta, il tempo che manca o altro ... ma chi fa informazione oggi, pur avendo mezzi che gli anziani cronisti manco si sognavano, spesso inciampa in errori grossolani. Per avere un quadro chiaro di quello che sta succedendo in queste ore in Emilia:

http://www.ansa.it/scienza/notizie/rubriche/terrapoli/2012/05/20/Sisma-Emilia-causato-Appennino-sepolto-sotto-Pianura-Padana_6899234.html

http://www.corriere.it/cronache/12_maggio_21/caprara-pianura-padana_34b74e40-a309-11e1-a356-c1214eb8d3f7.shtml
 

Offline DRAKEN

  • Post: 96
Re: Terremoto
« Risposta #21 il: 21 Mag 2012, 11:13:27 »
il Gaetano Mantovani archeologo (1887) nel suo resoconto sermidese scrive che dal 17 novembre 1570 iniziano le prime forti scosse, perdurarono con frequenza fino al 1574, cessarono definitivamente nel 1591.

Offline Al

  • Post: 419
  • Cp. Genio Pionieri Aquileia
Re: Terremoto
« Risposta #22 il: 21 Mag 2012, 12:33:54 »
In questi casi ci si sente piccoli ed impreparati di fronte alla potenza di madre natura.
Avendo provato il terremoto friulano del '76 vi sono molto vicino.....

Cp. Genio Pionieri Aquileia "Tenace, infaticabile, modesta"

Offline PoRiverCrossing

  • Post: 116
Re: Terremoto
« Risposta #23 il: 21 Mag 2012, 17:42:17 »
L’evento sismico del 20 maggio 2012 ha interessato anche il Museo della Seconda Guerra Mondiale del fiume Po di Felonica (Mantova). Il piccolo centro dell’Oltrepò Mantovano infatti si è venuto a trovare a soli 15 km dall’epicentro (inspiegabilmente l'Oltrepò Mantovano è stato molto snobbato dai mass media).
Se la sede attuale del museo, il Centro Culturale Polivalente Cesare Zavattini, non ha subito danni degni di nota, al contrario la futura sede di Palazzo Cavriani, in fase di restauro con consegna lavori prevista per l’ottobre 2012, è risultata danneggiata.
Palazzo Cavriani è caratterizzato da un’imponente costruzione settecentesca arricchita da balcone in marmo e da cinque statue di arenaria che adornano il tetto. All’interno dell’ex villa residenziale di campagna, spiccano i soffitti lignei e gli affreschi. Attiguo sorge un torrione cinquecentesco, ultima testimonianza di una preesistente costruzione.
I danni hanno appunto interessato il torrione cinquecentesco, il cui restauro era già ultimato, con scivolamento e caduta parziale dei coppi in terracotta dal tetto e formazione di alcune crepe nei muri, la cui entità è ancora in fase di stima. Destino peggiore hanno avuto invece le cinque statue del tetto, ironicamente note nel piccolo centro rivierasco come “ì galantòm ad Felònica” (i galantuomini di Felonica), raffiguranti personaggi mitologici quali Ercole (la Forza), Venere (l’Amore), Cerere (l’Abbondanza), Minerva (la Sapienza) e Putto (l’Innocenza). Per quanto concerne invece la stima dei danni interni al palazzo, il rilievo è affidato alla ditta delegata al restauro, danni ad oggi ancora sconosciuti.

Simone

Il Palazzo Cavriani in una foto di repertorio
Le cinque statue adornanti il tetto prima del sisma
Le cinque statue adornanti il tetto dopo il sisma

Offline PoRiverCrossing

  • Post: 116
Re: Terremoto
« Risposta #24 il: 22 Mag 2012, 10:47:36 »
Come spesso accade in Italia ci si dimentica anche del recente passato.
Trascurando gli strafalcioni scientifici, molti giornalisti si riferiscono al terremoto in oggetto come un evento sismico inconsueto, quando neppure un anno fa, il 27 luglio 2011, si verificò un terremoto con epicentro individuato inizialmente a Sermide (MN) e poi spostato di 1 km a nord, a Castelmassa (RO). Alle 20:30, alla profondità di 5 km si sviluppò un sisma di Magnitudo 4,7.
Infatti la cattedrale di Sermide risulta inagibile dal luglio 2011 e ulteriormente danneggiata dal recente evento.

Simone
« Ultima modifica: 22 Mag 2012, 10:52:33 da PoRiverCrossing »

Offline flying dutchman

  • Post: 116
Re: Terremoto
« Risposta #25 il: 22 Mag 2012, 15:04:54 »
Purtroppo, ci si dimentica che, l'Italia , essendo un paese in una zona di movimenti geologici continui ( e lo dico da perfetto profano) dovrebbe essere considerata dovunque ad alto rischio sismico, con le conseguenti norme applicate in stile 'giapponese'. Come ben sapete, in Giappone con i terremoti che si ritrovano , il numero di vittime e' sicuramente ben inferiore a quello che ci fosse se le loro costruzioni non fossero concepite per resistere a terremoti che spaccano la terra, letteralmente.
Longi

Online Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6268
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Re: Terremoto
« Risposta #26 il: 25 Mag 2012, 11:56:08 »
Mirabello (Ferrara)
Ci  siamo fermati solo qui... Non siamo andati oltre, verso le zone ancora più colpite, per non intralciare i soccorsi.
Presidente di Archeologi dell'Aria APS

Online Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6268
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Re: Terremoto
« Risposta #27 il: 25 Mag 2012, 12:03:14 »
Per contribuire all'invio di materiale di prima necessità, allego la lista di prodotti di cui c'è bisogno subito.
per avere info, potete contattare Vola Nel Cuore Onlus di Ferrara... È un gruppo di volontari che fanno assistenza ai bambini malati e che stanno operando tutt'ora nelle tendopoli.
INFO@VOLANELCUORE.IT
NUMERO OPERATIVO H24 346.8646911

Grazie

Presidente di Archeologi dell'Aria APS

Online Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6268
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Re: Terremoto
« Risposta #28 il: 29 Mag 2012, 09:33:31 »
Che scossa! ore 9!
Presidente di Archeologi dell'Aria APS

Offline Freddy

  • Post: 1051
Re: Terremoto
« Risposta #29 il: 29 Mag 2012, 09:51:43 »
Sentita benissimo anche qui in Friuli a più di 200 km di distanza.