Autore Topic: C47 volo USAF n. 954 22 febbraio 1945  (Letto 3100 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

C47 volo USAF n. 954 22 febbraio 1945
« il: 10 Apr 2012, 23:41:31 »
Salve, la mia mail è gualtiero.strano@virgilio.it   Sto effettuando una ricerca sul volo n. 954 USAF di un C47 (i cosiddetti skytrains) decollato dall'aereoporto di ROSIGNANO la sera del 22 febbraio 1945 per lanciare armi, soldi e vestiti ai partigiani della terza Divisione Garibaldi "Aliotta" della zona dell'Oltrepo' Pavese e precipitato la sera stessa nel comune di Zavattarello (PV). A bordo vi erano 7 aviatori, tutti morti nell'impatto sulle falde del monte Calenzone: 5 erano americani e 2 inglesi. Dal dipartimento di Stato Usa ho avuto molte informazioni, tra cui la relazione stilata dal comando americano, ho rintracciato due nipoti dei membri dell'equipaggio. Ma mi piacerebbe avere altre informazioni, tra cui quelle sull'aereoporto di Rosignano ma qualsiasi altra cosa va bene, anche dei dati dell'aereo o qualsiasi dritta. Sto cercando di fare un monumemento a questi sette caduti. I nomi dei componenti dell'equipaggio sono LT. Donald. R. Faull, Lt. LLoyd C. Poole, Lt. Robert Ernst Wallin, Sgt. Richard J. Persyk, Sgt. John V. Rupnik, Edward J. Ford (inglese), C. Saynor (inglese). Grazie, Gualtiero Strano.



Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6044
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Re: C47 volo USAF n. 954 22 febbraio 1945
« Risposta #1 il: 11 Apr 2012, 00:37:14 »
Salve Gualtiero la prego di seguire la semplice prassi per i nuovi iscritti: presentarsi
nella sezione dedicata, grazie.

Offline kanister

  • Post: 865
Re: C47 volo USAF n. 954 22 febbraio 1945
« Risposta #2 il: 11 Apr 2012, 10:33:09 »
Svincolato dagli obblighi formali giustamente imposti da Fabio, ti suggerirei di effettuare qualche ricerca in rete sui "Carpetbegger", come erano chiamati effettivamente coloro che erano destinati al lancio di rifornimenti ai partigiani.  Da li potrai trovare altri collegamenti ai vari reparti he si occupavano di tali lanci, sia da Rossignano che dalla Puglia.
In rete si trovano anche parecchi riferimenti alla preparazione dei contenitori, ai paracadute, ecc. ecc.

Skytrain è invece uno dei soprannome dei DC3/C47.
Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

micky.38

  • Visitatore
Re: C47 volo USAF n. 954 22 febbraio 1945
« Risposta #3 il: 11 Apr 2012, 17:25:55 »
Ciao Gualtiero, ho seguito la vicenda dell'aereo di Zavatterello da diverso tempo, appena posso posterò il materiale che ho raccolto nel corso del tempo. Se possibile, vorrei da te, visto che mi occupo anche di storia partigiana, informazioni sul campo di lancio e sulle missioni alleate in zona, grazie!!

Mick

micky.38

  • Visitatore
Re: C47 volo USAF n. 954 22 febbraio 1945
« Risposta #4 il: 11 Apr 2012, 17:31:14 »
...credo che i tuoi dati vengano dalla targa in piazza a Zavattarello:

22-23 FEB. 1945
ZAVATTARELLO
MONTE CALENZONE
VOLO USAF-C47-954

ONORE
AI CADUTI
PER LA LIBERTA'
USA
1ST LT. LLOYD C. POOLE
1ST LT. ROBERT E. WALLIS
2ND LT. DONALD R. FAULL
SGT. RICHARD J. PERSYK
SGT. JOHN RUENIK

GB.
DAVID CHARLES SAYNOR
JOHN EDWARD FORD

Per correttezza, il volo all'epoca era USAAF, non USAF, che è nata dopo la guerra, i "dispatcher" inglesi, ossia gli addetti al lancio del materiale dal portellone, venivano in genere dal corpo degli autisti dell'esercito inglese. L'aeroporto di Rosignano iniziò le sue attività per i servizi speciali del SOE e dell'OSS alla fine del 1944, incrementando il tonnellaggio del materiale lanciato che raggiunse il suo acme nel marzo-aprile 1945....

micky.38

  • Visitatore
Re: C47 volo USAF n. 954 22 febbraio 1945
« Risposta #5 il: 11 Apr 2012, 17:39:16 »
qualche altro dato: il lancio era stato richiesto dalla missione PEEDEE dell'OSS, guidata dal capitano Leslie Vanoncini, il nome in codice del campo di lancio era "Peedunk"

Qualche ulteriore notizia estratta dal libro "L'altra Guerra" di Giulio Uderzi, edizioni Il Mulino.

Pagina 668 -  669: "...Frattanto, però, dalla Peedee, già a mezzo febbraio, Vanoncini si è preoccupato di raforzare l'Aliota, chiedndo l'invio di due aerei con rifornimenti di vestiario e scarpe, Bren con relative munizioni, esplosivi. Che regolarmente arrivano il 20 - sono due Dakota - lanciando il loro carico nell'area prescelta nei presi di Zavattarello. Due giorni dopo, ben tre aerei vengono inviati sulla stessa zona di lancio, ma due rientrano alla base segnalando ricezione mancata, il terzo cade per un gusto sul campo, incendiandosi (e nell'incidente muore l'intero equipaggio)."

Dalle note:

National Archives Washington, RG 226, E 139, B 53, F 459, IM 33
"results night 20: two succesful to Peedunk", inventario del materiale lanciato, 23 sachi di munizioni divario tipo per fucili, fucili mitragliatori e mitragliatrici pesanti Breda, 11000 colpi per Bren, 16000 per Sten, 10 sacchi di bombe da mortaio da 45, tre mortai da 45, un settantina di fucili (91 e 41) camice, cappoti teli tenda ecc.

Similare doveva esere il carico dell'aereo caduto
per il 23 febbraio: "2 to Peedunk failed, no reception, i plane to Peedunk did not return"

Da "il Garibaldino" nr. 14 del 12 aprile 1945: "Erano le 21 circa quando il ronzio dell'aereo ci fece uscire all'aperto. Nel cielo del campo comparve l'ala amica, comparve e nadò, poi tornò ancora (...) Una fimmata, un rombo, un'impennamento e la catasttrofe. L'aereo precipitò...corremmo verso il gigantesco falò che scoppiettava lugubremente. Nulla da fare. Sette grandi amici nostri a noi vennero con intenti fraterni e trovarono la morte.

il seguito nei prossimi giorni, ciao

Mick

micky.38

  • Visitatore
Re: C47 volo USAF n. 954 22 febbraio 1945
« Risposta #6 il: 11 Apr 2012, 18:15:42 »
qualche dato sull'aereo:

Era esattamente il C-47A-75-DL Serial Number:42-100954 appartenente al 64th TCG
Report Number:12987
Location:Rosignano-Airdrome, Italy (Take-Off)
Point Of Departure:Rosignano, Italy

a la prochaine....

micky.38

  • Visitatore
Re: C47 volo USAF n. 954 22 febbraio 1945
« Risposta #7 il: 12 Apr 2012, 11:25:48 »
Sto raccattando il materiale, se intendi farne un articolo ti prego di citare il forum di Archeologi, grazie...

Scrivi ancora per Repubblica?

Strano che tu abbia ricevuto il materiale da dipartimento di Stato, loro non hanno un fico della roba che interessa a noi....!

Un'altra cosa, il volo 954 non esiste.... probabilmente è una storpiatura da qualche documento originale. Ogni aereo ha un suo "nome di battesimo" che nel caso dell'Italia è la Matricola Militare, nel caso della Germania è il Werk Nummer, nel caso di inglesi e americani è il Serial Number. Ogni aereo ha il suo, ed è unico e irripetibile...
Nel nostro caso, il Douglas C-47 in questione aveva il Serial Number 42-100954, ossia costruito nel 1942 - numero 100954.

Come ti avevo accennato, i due inglesi avevano la qualifica di Autisti, e appartenevano alla 352 Compagnia del RASC, Royal Army Service Corps. Come molti altri loro commilitoni, erano stati distaccati presso la 12th Air Force per fungere da "dispatcher" in terminologia inglese e "Kicker" in quella americana, ossia spingere i carichi fuori dall'aereo al segnale del pilota.

Mick
« Ultima modifica: 12 Apr 2012, 13:31:48 da micky.38 »

Re: C47 volo USAF n. 954 22 febbraio 1945
« Risposta #8 il: 13 Apr 2012, 17:12:25 »
grazie, no, non scrivo piu' per Repubblica. Comunque il report che l'ambasciata Usa mi ha inviato è abbastanza dettagliato, ma la cosa importante e' che riporta gli indirizzi di allora dei membri dell'equipaggio. Da un'altra fonte ho ricevuto gli indirizzi degli inglesi. L0idea e0 di raccogliere soldi, ma ancora non so come o dove, per fare un giardino della memoria sul luogo del crash, tra l'altro molto scenografico e tuttora abbstanza selvaggio. Grazie per cio' che potrai fare. Gualtiero.

micky.38

  • Visitatore
Re: C47 volo USAF n. 954 22 febbraio 1945
« Risposta #9 il: 13 Apr 2012, 17:38:28 »
grazie, no, non scrivo piu' per Repubblica. Comunque il report che l'ambasciata Usa mi ha inviato è abbastanza dettagliato, ma la cosa importante e' che riporta gli indirizzi di allora dei membri dell'equipaggio. Da un'altra fonte ho ricevuto gli indirizzi degli inglesi. L0idea e0 di raccogliere soldi, ma ancora non so come o dove, per fare un giardino della memoria sul luogo del crash, tra l'altro molto scenografico e tuttora abbstanza selvaggio. Grazie per cio' che potrai fare. Gualtiero.

Entrambi abbiamo il MACR quindi, anche se non riporta le cause del disastro. Una ipotesi può essere, come nel caso del C-47 di Zeri, lo stallo in cabrata tentando di risalire la montagna....

Re: C47 volo USAF n. 954 22 febbraio 1945
« Risposta #10 il: 14 Apr 2012, 01:40:38 »
Ciao Mich, grade per le notizie. Il libro di Guderzo lo conosco, e anche il passo de "Il Garibaldino" trovato alla Fondazione Feltrinelli. Sto cercando di capire dove fosse la zona di lancio "Peedunk", forse sotto al castello di Zavattarello, sulle rive del Morcione, frazione Sabbioni. Attendo ragguagli da Guderzo dall'Univ. di Pv. A fine 2010 è arrivato a Zava, ospite del Comune, il nipote del copilota Faull, che lavora alla Difesa Usa a Sacramento. Sono stati 3 giorni intensi. Col metal detector siamo andati sul luogo della caduta e abbiamo tirato fuori decine di pezzi di metallo fuso che Faull Jr. si è portato a casa. Era commosso, ha anche versato la terra di Angels Camp, il villaggio californiano dove nacque suo zio: per 60 anni in famiglia, mi ha detto, si parlava dello zio morto in Italia ma mai avevano saputo dove fosse scomparso. L'ho portato anche dal mitico comandante "Maino", Luchino Dal Verme, comandante della Gramsci in zona (98 anni tosti e lucidi). Siamo andati anche da "Arturo", Giacomo Bruni, che era nella Crespi. Si ricorda che a Perduco, una frazione, per un mese c'è stato un inglese con la radio che coordinava i lanci. Visto la disponibilità del gruppo, chissà che non riesca ad avere le foto delle tombe di Saynor e Ford: sono a Bolsena. Grazie ancora. Ciao. Gualtiero