Autore Topic: Presentazione e richiesta di aiuto  (Letto 4595 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Fabry

  • Post: 198
Presentazione e richiesta di aiuto
« il: 30 Mar 2009, 00:09:33 »
Ciao a tutti dalla Sicilia!

Mi chiamo Fabrizio e scrivo dalla provincia di Ragusa.
Ho saputo di questo forum tramite un "collega" di ricerche storiche e mi sono iscritto per vari motivi.
Il primo è che, oltre ad essere un grande appassionato di storia, sono molto interessato a tutto ciò che riguarda i bombardieri medi e pesanti dell'USAAF ed alla storia di quest'ultima in Italia ed in Europa.
Il secondo è che nella mia provincia, durante la guerra, sono caduti vari aerei tra cui un B-17, il 19/11/43, e due C-47, l'11/07/43. Potete capire quindi come anche io sono diventato un archeologo dell'aria!

Infine vorrei chiedere subito il vostro aiuto per il seguente motivo: insieme a Lee, un ragazzo americano, stiamo effettuando una ricerca su un B-17 caduto il 30 aprile 1944.
Quel 30 aprile il B-17 in questione, appartenente al 99th Bomb Group, decollò dal campo di aviazione di Tortorella (FG) insieme al resto del Group per andare a bombardare la fabbrica Macchi di Varese.
Operatore Radio del B-17 era il prozio di Lee, sergente Jack D. Patzke.
Durante il volo la formazione fu attaccata dai caccia dell'Asse, il B-17 in questione fu colpito e prese fuoco e tutti i membri dell'equipaggio si paracadutarono e vennero fatti prigionieri.
Dai documenti ufficiali americani, ed in particolare dal MACR, risulta che il bombardiere fu visto per l'ultima volta alle seguenti coordinate: 44o 46'N - 11o 30'E. Controllando su Google Earth, le coordinate corrispondono ad un punto vicino Poggio Renatico (FE) e quindi, probabilmente, l'areo si schiantò a Nord del paese.
Quello che Lee vorrebbe sapere è il punto esatto in cui cadde il B-17, qualcuno ci può aiutare? Conoscevate questo episodio? Se si, potete indicarci il punto esatto in cui cadde il B-17? Conoscete per caso dei testimoni di quest'episodio?
Qualsiasi informazione sarà più che gradita!
Saluti!

Fabry


 
"...talvolta, nel supremo cielo, soffittato dalla distanza, veleggiavano grosse argentee fomazioni di liberators [..]: veleggiavano grandiosamente, da galeoni, lasciandosi dietro, sul non scalfito turchino, dense, corpose, non labili scie di prezioso bianco..."  Beppe Fenoglio, Il Partigiano Johnny