Autore Topic: Douglas A-20K Boston Mark V sn BZ590  (Letto 174242 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6211
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Rinnovo le mie congratulazioni...
Ottimo lavoro ragazzi!!!

Grazie a tutti  :good:
Presidente di Archeologi dell'Aria, associazione di promozione sociale - Sede Museale di Ambrogio (Ferrara)

Offline franzisket

  • Post: 947
Bravo Fabio....davvero un GRANDE

Online Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6211
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Bravo Fabio....davvero un GRANDE

Merito anche del lavoro di squadra.
Appena possibile pubblico le bellissime foto della cerimonia funebre ma in questi mesi sono stato psicologicamente KO...
I contatti con le ambasciate, poi ci sono stati dei fraintendimenti, attriti e anche delusioni... le notizie di licenziamenti della mia ditta...   
Ora c'è uno spiraglio di ottimismo in ditta... Il resto... Non me ne frega un granchè. Quei ragazzi hanno avuto finalmente una degna sepoltura e i loro famigliari sanno dove sono.
Presidente di Archeologi dell'Aria, associazione di promozione sociale - Sede Museale di Ambrogio (Ferrara)

Offline sergio5959

  • Post: 340
Per Fabio
Ti scrivo queste poche parole per ringraziarti per tutto quello che hai fatto per i ragazzi del Boston A-20.
Queste sono le cose che mi fanno mantenere la fiducia nelle persone normali come me, come te, come i ragazzi del forum.
Purtroppo nel nostro paese queste cose non hanno molto seguito per l'indifferenza e la sciatteria della maggior parte della popolazione
che è la conseguenza della indifferenza e sciatteria delle istituzioni.
Forse è per questo che il nostro è uno stato e non una Nazione, ma questo è un altro discorso.
GRAZIE  FABIO

Online Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6211
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Grazie Sergio... Non ti nascondo che mi hai fatto venire il magone...
Solo da voi e da questa comunità (parenti, autorità britanniche e australiane a parte) ci sono state un minimo di parole di ringraziamento.
Grazie!
« Ultima modifica: 22 Lug 2013, 12:03:25 da Fabio Raimondi »
Presidente di Archeologi dell'Aria, associazione di promozione sociale - Sede Museale di Ambrogio (Ferrara)

17 Luglio 2013 - Copparo (FE) - BOSTON A20 - LEST WE FORGET
« Risposta #530 il: 22 Lug 2013, 15:33:34 »
Commemorazione sul luogo del crash a Copparo (FE) - Inaugurazione della Sala del Museo della Seconda Guerra Mondiale del Fiume Po a Felonica (MN)

Crash Site Memorial Service in Copparo (Ferrara- Italy)
Opening Hall of the Museum of II World War Po Valley in Felonica (Mantova - Italy)

Potete utilizzare questo link per condividere questo album con chiunque, anche chi non ha un account Facebook. Chiunque possegga il link potrà visualizzare questo album di foto.

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.10151582847543106.1073741832.311405598105&type=1&l=9c3ca2f9ff

Buona visione

Simo

14 Luglio 2013 - UNA GIORNATA STORICA
« Risposta #531 il: 22 Lug 2013, 16:08:49 »
PADOVA 14 luglio 2013

Passato, presente e futuro si sono intrecciati in un abbraccio collettivo, quest'oggi a Padova.
A seguito del ritrovamento del bombardiere inglese Douglas A-20 Boston nelle campagne di Copparo (denominato “Pippo” dagli abitanti della zona alla fine della seconda guerra mondiale) avvenuto nel Luglio 2011 ad opera della Comunità degli "Archeologi dell'Aria" http://www.archeologidellaria.org/ e di altre Associazioni di Volontari, sono giunti in Italia i parenti dei 4 piloti (3 Inglesi e 1 Australiano) deceduti a seguito dell'abbattimento del loro aereo, accompagnati da una delegazione della Royal Australian Air Force.

Mercoledì 17/7/2013 i parenti verranno condotti a Copparo sul luogo del "crash" dai volontari e successivamente al Museo della Seconda Guerra Mondiale del Fiume Po a Felonica (MN) http://www.museofelonica.it/ , dove è già pronta una sala riservata al Boston.
Dopo esattamente 68 anni da quell'evento i membri dell'equipaggio troveranno riposo presso il Cimitero del Commonwelth di Padova: giovedì 18/7/2013 verranno officiate le esequie dei 4 piloti.

Una grande commozione aleggiava nell'aria questa mattina nel momento in cui c'è stata la stretta di mano e l'abbraccio fra Fabio Raimondi e Wes Madge fratellastro di John Penboss HUNT (mitragliere dell'equipaggio). Un evento storico e unico nel suo insieme.

Una vita passata senza sapere più nulla di questi ragazzi, poi finalmente sono arrivati degli angeli dal cielo che li hanno ritrovati e virtualmente riconsegnati alle loro famiglie. Questi ragazzi VOLEVANO essere ritrovati e riportati a casa in un modo o nell'altro. Quattro stelle lucenti che hanno guidato i volontari affinché potessero dare loro pace e serenità nella loro nuova vita.

SIMONETTA ECCHIA


"LIBERA INTERPRETAZIONE DELLE SENSAZIONI DI JOHN HUNT" - DI PIETRO MALAGUTI.

Quella notte, volavamo bassi, molto bassi, forse troppo, su quella sconosciuta pianura dall'altra parte del mondo. I due motori Pratt & Whitney stavano girando a buon regime e la luna brillava bassa. Una luna di primavera che avrebbe probabilmente portato sfortuna ad un volo iniziato non proprio sotto i migliori auspici. Il nostro pilota borbottava nell'interfono le sue impressioni sul volo, e la luce bassa e rossa illuminava debolmente il pannello strumenti di fronte a lui. Io, nel mio loculo da mitragliere dorsale, ero abbastanza impegnato a tenere ben sgranati gli occhi cercando nella stessa direzione della luna se qualche ombra minacciosa fosse balenata nel mio campo visivo.
Sotto di noi il grande fiume dal nome brevissimo e per noi abbastanza buffo di "Po" scivolava silenzioso e luccicante come uno specchio.
Lo spazio era deserto. Ad un certo punto il nostro pilota, il poeta, virò seccamente a sinistra di circa 150°. Sentì chiaramente la sollecitazione centrifuga sul mio corpo mentre il nostro Boston cambiava direzione inclinandosi di 45°..
Non appena le ali ripresero la loro inclinazione parallela al suolo, il mondo esplose in una nuvola infuocata davanti a noi. Non vidi più nulla, ma il mio corpo percepì chiaramente l'esplosione che lo dilaniò parzialmente. non sentivo dolore, solo gli urli dei miei compagni dentro l'aereo senza più controllo. Il poeta era morto sul colpo, ma non potevo saperlo.
Solo il buio esterno e il silenzio nelle mie orecchie, mentre il mondo si avventava veloce dietro la mia schiena.

Bastò un attimo per passare dall'altra parte.

Io, e i miei compagni, ci trovammo stranamente silenziosi e malinconici ad osservare dall'alto il nostro povero Boston piantato come un badile nella terra fredda e dura di Aprile, all'altro capo del mondo. Eravamo quieti e solo una sensazione strana ci pervadeva, di pianto per coloro che non ci avrebbero e non avremmo più rivisto. L'aereo bruciò per quasi 3 giorni, riducendo in una pietosa cenere i nostri ormai inutili corpi.

E tacemmo per 66 anni.

Fino a quando sentì all'improvviso il calore bruciante del sole e qualcuno mi portò via il mio orologio da polso. "Ehi" - disse la voce in quella strana lingua a noi prima ignota - "Guardate che cosa ho trovato!!"
Finalmente qualcuno si ricordò di noi, senza saperlo. Finalmente stavamo per ritornare a casa.



Potete utilizzare questo link per condividere questo album con chiunque, anche chi non ha un account Facebook. Chiunque possegga il link potrà visualizzare questo album di foto.

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.10200235762076984.1073741836.1240607004&type=1&l=9147c644bd
« Ultima modifica: 22 Lug 2013, 16:23:07 da Simonetta Ecchia »

Online Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6211
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Il cerchio si chiude.

Presidente di Archeologi dell'Aria, associazione di promozione sociale - Sede Museale di Ambrogio (Ferrara)

Online Zetag

  • Post: 345
Grandi !
Solo al guardare le foto viene la pelle d'oca...
Vola solo chi osa farlo (Luis Sepúlveda)

Online Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6211
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Grazie Zetag

Qui potrete vedere i filmati dal recupero alla cerimonia dell'amico Antonio D'Antoni, che era sempre presente in ogni iniziativa.

http://www.laweb.tv/laweb09/index.php?option=com_content&view=article&id=8927:equipaggio-del-boston-bz590-trova-riposo-presso-il-commonwealth-padua-war-cemetery&catid=63:ferrara&Itemid=279


Presidente di Archeologi dell'Aria, associazione di promozione sociale - Sede Museale di Ambrogio (Ferrara)

Offline Mc_Baldwin

  • Post: 2
Sono stato ieri al cimitero in via della Biscia, insieme a mio figlio di 18 anni. Ha visto tutti quei ragazzi la maggior parte intorno ai 20 anni che hanno dato la loro giovane vita per ideali di libertà, fratellanza, onor di patria. Il ritrovamento del velivolo e del suo equipaggio restituisce umanità, dignità e giustizia a quanti sono caduti e scomparsi senza lasciare traccia e che non avranno mai sepoltura. Per me, mio figlio, per tutti una bella lezione di vita, dalla storia, dalla vita e dalle persone di buona volontà come Fabio e la sua squadra: veramente molto bravi!!! Orgogliosi di essere italiani !!!

Offline wyngo

  • Post: 80
..davvero impressionante...siete stati bravi davvero :good:.
Che adesso riposino in pace...cieli blu ragazzi.
Ciao Francesco
Chi nega la ragion delle cose, pubblica la sua ignoranza - Leonardo da Vinci

Online Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6211
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Le emozioni non sono finite... 
Se vi ricordate, grazie alla segnalazione di Michele Becchi, riuscii a trovare, con parecchie peripezie, una copia del libro delle poesie di David Raikes.
Copia che non esitai a lasciare in custodia al Museo di Felonica... 

Una segnalazione importante, credo, David Raikes era un poeta affermato! I suoi libri sono stati pubblicati post mortem nel 1954!!!

"David Raikes (1924-45)
Studied at Trinity College, Oxford. RAF bomber pilot in the Middle East and Italy.The Poems of David Raikes (1954)."

Ieri mattina mi è stato recapitato dalla famiglia Raikes, via Ambasciata Britannica, il libro che il fratello di David, Tim Raikes, custodiva in casa. Ci sono le dediche di tutti i parenti...
Un momento che voglio condividere con tutti voi.
Grazie David.

« Ultima modifica: 05 Set 2013, 10:10:06 da Fabio Raimondi »
Presidente di Archeologi dell'Aria, associazione di promozione sociale - Sede Museale di Ambrogio (Ferrara)

micky.38

  • Visitatore
...non ho parole... è qualcosa di più di un gesto di riconoscenza questo.... :blush2:

frogvenice

  • Visitatore
Complimenti,

se tutte le cose a questo mondo fossero gestite così, con questa naturalezza ed anche con sentimento e poesia,  probabilmente vivremmo in paradiso .