Autore Topic: Aeroporto Rivolto-Villaorba (UD)  (Letto 25387 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Al

  • Post: 400
  • Cp. Genio Pionieri Aquileia
Aeroporto Rivolto-Villaorba (UD)
« il: 24 Mar 2011, 12:19:19 »
L'immagine allegata è tratta da una carta militare anni '50. Per ovvi motivi di segretezza l'aeroporto di Rivolto non esiste, ma è interessante vedere i resti di quello che era durante la II G.M..
In giallo si possono vedere le bretelle in cemento e in marrone i paraschegge delle zone di decentramento costituite da un argine in terra.
Il decentramento così ottenuto si è rivelato importantissimo in quanto gli svariati spezzonamenti attuati dagli alleati portavano scarsissimi risultati, mentre gli aerei dell'Asse erano in grado di colpire efficacemente le formazioni di bombardieri che transitavano sui nostri cieli in rotta dalla Puglia verso la Germania.
Pare che ci fosse una pista in conglomerato bituminoso fra la ferrovia e la S.S.Pontebbana, ma di questa non c'è più traccia, mentre delle bretelle e paraschegge esiste ancora qualcosa, anche se è tutto in progressivo smantellamento..........


Cp. Genio Pionieri Aquileia "Tenace, infaticabile, modesta"

Offline Fabry

  • Post: 198
Re: Aeroporto Rivolto-Villaorba (UD)
« Risposta #1 il: 25 Mar 2011, 13:19:47 »
Ciao Al,

qualche mese fa avevo postato una domanda riguardante questo aeroporto.
La puoi trovare qui: http://www.archeologidellaria.org/index.php?topic=862.0
Se hai qualche informazione in più da postare mi farebbe piacere conoscerla.
CIAO!

Fabry
"...talvolta, nel supremo cielo, soffittato dalla distanza, veleggiavano grosse argentee fomazioni di liberators [..]: veleggiavano grandiosamente, da galeoni, lasciandosi dietro, sul non scalfito turchino, dense, corpose, non labili scie di prezioso bianco..."  Beppe Fenoglio, Il Partigiano Johnny

Offline Al

  • Post: 400
  • Cp. Genio Pionieri Aquileia
Re: Aeroporto Rivolto-Villaorba (UD)
« Risposta #2 il: 25 Mar 2011, 15:27:47 »
Nel fine settimana, bambini permettendo, faccio un riassunto dei dati tratti dal magnifico libro di Piero Sorè "L'aviazione nel nord est" storia dei campi di volo del Friuli Venezia Giulia. 350 pagine di informazioni.
Fra campi di volo ed idroscali erano stati trovati una cinquantina di siti. Ad inizio secolo per fare un campo di volo bastava un prato di dimensioni generose. Solo durante la II G.M. (circa) le cose son cambiate e sono iniziate le realizzazioni di piste in cemento.
Per quanto riguarda Rivolto, veniva usato da Rino Corso Fougier per gli allenamenti. Gli aerei erano stanziati a Campoformido, e forse per non saturare l'area, gli allenamenti venivano fatti a Rivolto (ca. 15 km). di fatti nel 34 due suoi uomini vennero coinvolti in un incidente proprio su Rivolto e non Campoformido. I piloti coinvolti furono Fabbri e Sbrighi.
Cp. Genio Pionieri Aquileia "Tenace, infaticabile, modesta"

Offline Al

  • Post: 400
  • Cp. Genio Pionieri Aquileia
Re: Aeroporto Rivolto-Villaorba (UD)
« Risposta #3 il: 01 Apr 2011, 10:56:21 »
Nel 1915 il s.ten Laurenti fu inviato in Friuli per individuare i siti ideali nei quali costruire dei campi di volo.
Laurenti individuò un sacco di siti interessanti che tra I e II G.M. diventarono piste di volo.
Nella zona da noi trattata sono da citare: Risano, Campoformido sud, Nespoledo, Galleriano, Nogaredo, Flaibano, Cisterna di Udine. La maggior parte di questi sparirono in mezzo alle colture alla fine delle ostilità.
Per quanto riguarda Rivolto, le prime tracce ufficiali risalgono al 31/5/40 quando partì un autocolonna da Aviano per prendere "possesso" dei prati diventando "Aeroporto di manovra occulto n.148". Il personale e gli uffici furono ospitati all'interno di un edificio messo a disposizione dal conte Iacopo Marcello. Il comando fu preso dal magg. Tullio Cariolato.
Sempre nel 1940 iniziarono i lavori per un nuovo aeroporto a Villaorba che prese la denominazione di "Aeroporto di manovra occulto n.147". Il nuovo impianto era costituito da baracche.
Con alterne vicende (e senza particolari avvenimenti) si arrivò all' 8 settembre 1943 quando i tedeschi presero possesso degli aeroporti. Furono rischierati gli Ju88 e si realizzarono piste in cemento per Ar234 e Me 262 a Osoppo e Rivolto.
E’a questo punto che la Todt  costruì una rete fittissima di raccordi per decentrare gli aerei e collegare i campi di volo. In particolare collegarono Villaorba a Rivolto e Lavariano. Era anche loro intenzione collegare Lavariano a Campoformido ma si fermarono a Pozzuolo del Friuli.
Dopo la guerra transitarono gli Alleati con Spitfire IX, Baltimore Marauder.
Nel ’55 fu costruita la nuova pista 06/240 di 3000 metri x 45 con raccordi e parcheggi (margherite) usata dagli aerei in transito per il poligono di Maniago.
Nel '58 il personale che lavorava all'attivazione delle varie infrastrutture era ancora ospitato all'interno di tende. Spesso transitavano gli F100 di Aviano.
Con l'inizio degli anni '60 e con l'arrivo della PAN l'aeroporto diventò quello che poi con alcune modifiche è giunto fino ai nostri giorni.
Cp. Genio Pionieri Aquileia "Tenace, infaticabile, modesta"

Offline Freddy

  • Post: 987
Re: Aeroporto Rivolto-Villaorba (UD)
« Risposta #4 il: 01 Apr 2011, 13:17:23 »
Eccellente Al, un resoconto molto utile. Si tratta di vicende che, per la maggior parte non erano note nemmeno a me che sono della zona.
Grazie.
Freddy

Offline Marco S.

  • Post: 302
Re: Aeroporto Rivolto-Villaorba (UD)
« Risposta #5 il: 01 Apr 2011, 14:18:04 »

Ciao, potrebbe forse interessare questo titolo:

Ali sull'alto Friuli. Bombardamenti aerei Alleati, Michele d'Aronco, Aviani & Aviani Editore (il mio editore). Ottimo libro!  :)
Marco  Una salus victis, nullam sperare salutem

Offline Al

  • Post: 400
  • Cp. Genio Pionieri Aquileia
Re: Aeroporto Rivolto-Villaorba (UD)
« Risposta #6 il: 01 Apr 2011, 17:05:07 »
Purtroppo non ho "Ali sull'alto Friuli". Sicuramente dice qualcosa della zona in questione. Qualcuno che ce l'ha potrebbe aggiungere qualcosa.......
Mandi
Cp. Genio Pionieri Aquileia "Tenace, infaticabile, modesta"

Offline Marco S.

  • Post: 302
Re: Aeroporto Rivolto-Villaorba (UD)
« Risposta #7 il: 01 Apr 2011, 18:01:45 »


Ciao,

sono in viaggio, non ce l'ho sottomano, ricordo che non c'era un indice dei luoghi, però.
Il libro è molto ben fatto, giorno per giorno propone reports e spunti storici di quanto avvenne nelle varie località friulane. Parlava molto dei forti e dell'aeroporto di Osoppo, ricordo. E' ricchissimo di fotografie e di documenti originali, quindi se siete di quelle zone ve lo consiglio caldamente. Costa 26 Euro, 256 pagine.
Marco  Una salus victis, nullam sperare salutem

Offline Al

  • Post: 400
  • Cp. Genio Pionieri Aquileia
Re: Aeroporto Rivolto-Villaorba (UD)
« Risposta #8 il: 04 Apr 2011, 14:10:59 »
Ho preso in prestito in biblioteca "Ali sull'alto Friuli" direi che non potevo non leggerlo....
A pagina 26 da una definizione chiara di quello che erano i campi di manovra occulti: "Si tratta in sostanza di una distesa erbosa che, opportunamente sfalciata dal custode civile, può essere sfruttata per la dispersione dei velivoli in caso di necessità".
Al momento quindi individuerei come data ufficiale per l'aeroporto di Rivolto il 31/5/40. La data del 1915 era relativa ad una ricognizione per individuare le zone con le caratteristiche necessarie...
Cp. Genio Pionieri Aquileia "Tenace, infaticabile, modesta"

Offline Al

  • Post: 400
  • Cp. Genio Pionieri Aquileia
Re: Aeroporto Rivolto-Villaorba (UD)
« Risposta #9 il: 08 Apr 2011, 09:13:04 »
Alcune immagini degli Australiani a Villaorba su: http://www.454-459squadrons.org.au/454members/mitchellbj.html
Cp. Genio Pionieri Aquileia "Tenace, infaticabile, modesta"

Offline Sabby

  • Post: 8
Re: Aeroporto Rivolto-Villaorba (UD)
« Risposta #10 il: 11 Mag 2011, 22:08:56 »
Bentrovati.
Sono nato nella zona di Villaorba e da qualche tempo sto conducendo una ricerca sulle vicende di quel sito. Ho raccolto diverso materiale e mi sono fatto un'idea delle vicende storiche. Villaorba nasce come pista ausiliaria all'aeroporto di Campoformido così come Rivolto. Nei primi periodi del secondo conflitto mondiale Villaorba viene reso autonomo mentre Rivolto rimane una pista ausiliaria. Dopo l'armistizio le basi vengono saccheggiate dalle popolazioni dei paesi limitrofi ma quasi subito vengono occupate e rimesse in funzione dai tedeschi. Vista l'annessione al Reich Tedesco del Nord Est in quanto via di raccordo strategica con il territorio tedesco, in Friuli parte il progetto di costruire una rete aeroportuale in grado di fungere da base per qualsiasi tipo di reparto aereo. Vengono potenziate le vecchie basi, vengono interconnesse con una vasta rete di piste di raccordo e vengono create molte piste di decentramento. La tipologia dei campi di volo cambia a seconda del tipo di aerei che era destinata ad ospitare. Villaorba, sede di un comando aeroportuale della Luftwaffe, viene dimensionata per bombardieri medi e caccia. Rivolto, diventa sede di comando aeroportuale dall' 8 gennaio 1944, viene dotata di una pista in asfalto. Il progetto di questa "Fortezza Aeroportuale" rimarrà incompiuto nonostante gli sforzi ed il lavoro profuso. Le basi operative vivranno giornate tragiche di bombardamenti e ripetuti attacchi della 15° AF alleata che coinvolgeranno anche le popolazioni dei paesini limitrofi. Con il maggio 1945 la guerra termina e le basi vengono occupate da svariati reparti alleati che vi permangono per diversi mesi. Alla fine sopravviverà solo l'aeroporto di Campoformido e successivamente verrà costruita l'attuale base delle Frecce Tricolori proprio a partire dal sedime della pista tedesca. Qualche frammento di quelle opere sopravvive ancora. Viva nel ricordo degli anziani è "La Rampa", un ponte che consentiva ai veivoli di essere trainati oltre la linea ferroviaria Venezia - Udine che divideva le zone di decentramento di Rivolto da quelle di Villaorba. Le fondazioni si possono ancora scorgere. Mi piacerebbe approfondire la discussione entrando più nei dettagli. A presto!

Offline Al

  • Post: 400
  • Cp. Genio Pionieri Aquileia
Re: Aeroporto Rivolto-Villaorba (UD)
« Risposta #11 il: 12 Mag 2011, 16:16:03 »
Ciao Sabby,
finalmente qualcuno della zona si fa vivo con novità.
Anch'io avevo sentito parlare della rampa. Dev'essere quell'appendice (evidenziata in giallo) che sale verso Nore-Est rispetto ai raccordi della zona di Rivolto.
Cosa sai del bunker che si vede un po' prima di Beano venendo da Ovest?
Sarebbe interessante trovarsi, io conosco discretamente la zona di Rivolto e non mi dispiacerebbe approfondire.
Riesci a evidenziare la cartina a nord della ferrovia? Ci sono un sacco di stradine che confondono le idee.
Ciao

Al
Cp. Genio Pionieri Aquileia "Tenace, infaticabile, modesta"

micky.38

  • Visitatore
Re: Aeroporto Rivolto-Villaorba (UD)
« Risposta #12 il: 12 Mag 2011, 17:54:46 »
Non avevo visto questo post, vi rimando ad una foto che ho pubblicato nelle presentazioni, sorry...

http://www.archeologidellaria.org/index.php?topic=1057.0

Offline Sabby

  • Post: 8
Re: Aeroporto Rivolto-Villaorba (UD)
« Risposta #13 il: 12 Mag 2011, 21:29:37 »
Bentrovati.
Nella foto di Micky.38 la rampa sulla ferrovia si vede chiaramente ai bordi della zona colpita delineata in bianco. Non riesco a vedere il "bunker vicino a Beano venendo da ovest". Riprendo la foto di Mocky.38 evidenziando in rosso "La rampa", in giallo la pista di Rivolto costruita dai tedeschi ed in verde l'area occupata dalle formazioni di Ju 88 della Luftwaffe durante il primo semestre del '44. Analizzandola in dettaglio si notano molti altri particolari interessanti. Si vedono molti aerei sparsi nei prati. Quelli nelle posizioni più periferiche si vedono anche in altre foto scattate in altri momenti sempre nella stessa posizione. Probabilmente sono delle sagome posizionate ad arte. Da testimonianze dirette so che ve ne erano parecchie e che nell'inverno '44 - '45, periodo di disarmo per la Luftwaffe, molte di esse furono razziate per farne legna da ardere.

Su internet vi sono molte immagini relative al periodo bellico che ritraggono i campi di aviazione della zona. In genere sono le foto della ricognizione aerea post missione. Una in particolare è stata scattata da un Wellington inglese durante l'incursione notturna del 08.01.1944. Nonostante il buio e la scadente qualità dello scatto si riconoscono le piste in cemento a forma di y rovesciata che sulla cartina sono evidenziate in giallo a nord - est di Beano. In quella notte venne colpita Basagliapenta che distava poche centinaia di metri dal limitare orientale dei campi di volo a cavallo della ferrovia Venezia - Udine. Penso si sia trattato di un errore anche se proprio quella mattina era entrato ufficialmente in attività il comando aeroportuale della Luftwaffe di Rivolto che aveva sede presso l'asilo di Basagliapenta, situato proprio ad ovest del paese. Coincidenza? I report della resistenza erano quanto mai precisi (missioni alleate paracadutate in zona con compiti di intelligence) e a pensar male...

Alla prossima...

micky.38

  • Visitatore
Re: Aeroporto Rivolto-Villaorba (UD)
« Risposta #14 il: 14 Mag 2011, 16:44:16 »
Ho trovato un bel resoconto di uno strafing su villaorba dei p-38 del 14th fg., due "beccati" da contraerea leggera ma stronzissima....