Archeologi dell'Aria Forum

BENVENUTI A BORDO! LEGGI IL REGOLAMENTO DEL FORUM, GRAZIE => SALVE, MI PRESENTO => Topic aperto da: claudio1959 - 14 Ago 2015, 15:18:58

Titolo: Richiesta di consulenza
Inserito da: claudio1959 - 14 Ago 2015, 15:18:58
14.8.2015
Ciao a tutti mi presento sono Claudio1959. Ho conosciuto il vostro sito tramite la stampa, leggendo del rinvenimento di un aeroplano caduto dalle parti di Ro ferrarese, ed ho seguito la triste vicenda degli aviatori portati al cimitero di Padova. Dal 1999 sto curando una ricerca sulle operazioni clandestine alleate nella provincia di Rovigo, e consultando vari archivi, nell'intento di curare una cronologia città per città, ho classificato una dozzina di incidenti o abbattimenti di aeroplani in questa provincia. Ho raccolto anche documenti su di essi e volentieri li metterei a vostra disposizione, compatibilmente con questo impegno editoriale, che prevedo mi coinvolgerà ancora per alcuni mesi. Vi segnalo che, a Badia Polesine, a seguito del passaggio della Seconda Divisione neozelandese proveniente da Ficarolo, 3 carri armati NZ caddero in acqua, mentre altri 5-6, tedeschi, sarebbero ancora in acqua tra Lendinara e Lusia. Con alcuni amici abbiamo identificato il luogo di passaggio dei carri, ed uno di questi ci mette a disposizione un gommone da 4 posti per effettuare i sopralluoghi. Noi però, tra agosto e settembre prossimi, quando l'acqua dovrebbe essere ancora abbastanza bassa, non disporremo del metal-detector, né di chi lo usa, quindi vi chiedo se potete segnalarmi un vostro socio che, volontariamente (ma nostro ospite a cena), possa venire con noi ed eseguire i rilievi. Spero che la cosa possa interessarvi anche se, nella fattispecie, non si cercheranno aeroplani ma veicoli terrestri, ma vi segnalo però che nel campo di un amico che si trova nel Comune di Canda (RO) c'è una villa d'epoca contro la quale, nel tentativo di inseguire un gruppo di tedeschi, andò a cozzare un monoposto alleato (si vede ancora il restauro del foro) mentre, in un altro campo, nel Comune di Trecenta, il 7.7.1944, cadde un quadrimotore (presumo un B17 ma potrebbe anche trattarsi di un B24) che provocò la morte di 7-8 aviatori mentre 2-3 si lanciarono col paracadute. Vi segnalo i nomi di alcuni di quegli aviatori deceduti, recuperati nell'archivio anagrafico del Comune suddetto: pilota F. G. T. Chas Edward Brower Auchor con n° di matricola AAEG 12027423, George B. Miller (forse di Filadelphia), matr. 34689062 e Lowis A. Rodriguez, matr. 32331177, ed in merito al numero esiguo di aviatori recuperati, considerate che, il testimone intervistato, ricorda 7-8 aviatori deceduti e non 3 come quelli registrati all'anagrafe comunale, attribuendo il fatto alla differente dell'ora dei sopralluoghi tra italiani e tedeschi. Ricorda inoltre che si trattava di un quadrimotore, ed ha specificato dove si trovassero tutti e 4 i motori caduti. Ho anche alcune immagini di un casco da pilota, strumentazione di bordo e proiettili inerti provenienti dal suddetto aeroplano, che vi allego. Posso sapere qualcosa su questo equipaggio? Aeroporto di sede, gruppo, compagnia, ecc. Per dovere, ma anche con piacere, citeremmo l'Associazione Archeologi dell'Aria nell'articolo che stiamo scrivendo (l'amico Gian Antonio Saretto ed io) su questa vicenda.
Cari saluti a tutti e buon lavoro. Claudio1959
Titolo: Re:Richiesta di consulenza
Inserito da: Freddy - 14 Ago 2015, 16:08:30
Ciao Claudio e benvenuto. Soddisfo subito la tua curiosità.
L'aereo di cui parli era un Boeing B-17G-30-BO s/n 42-31848 appartenente al 2nd Bomb Group, 429th Bomb Squadron. La missione del giorno era la numero 226 e l'obbiettivo era lo scalo ferroviario di Verona.
Era esploso in volo sopra la zona di Trecenta dopo che, già danneggiato dalla contraerea su Verona, era stato attaccato da due caccia tedeschi.

Ti allego una tranche del libro "The Second was first" di Charles W. Richards, che parla, appunto della missione e del destino di quell'aereo, è in inglese ma credo sia abbastanza faciole tradurlo.. Non so se hai dimestichezza con i termini tecnici comunque, a scanso di equivoci, KIA significa killing in action, cioè caduto in azione, POW sta per prisoner of war, prigioniero di guerra.

VERONA, ITALY - MISSION NO. 226 - JULY 6, 1944
Twenty-eight aircraft dropped 84 tons of 500-lb. GP bombs on the Marshalling Yards at Verona.
The target was well covered with only a few bombs short. Flak was heavy, medium to intense, and inaccurate. Three to four E/A attacked the formation before being engaged by the escort. B-17 #42-31848 was the rear A/C of this formation and was seen to go down and explode. Three or four chutes were reported seen.

MISSING AIR CREW REPORT: A/C #42-31848 - 429TH SQUADRON
2nd Lt. William A. Runyon, 0-807520, P. (KIA)
2nd Lt. Raymond G. Haug, 0-819518, CP. (KIA)
2nd Lt. William L. McIlhargie, 0-708512, N. (POW)
2nd Lt. Curtis A. Pfaff, 0-749741, B. (KIA)
S/Sgt. George B. Miller, 34689062, U/T. (KIA)
Sgt. Louis A. Rodriguez, 32221177, L/T. (KIA)
Sgt. Clarence R. Goulet, 31173113, R/W. (KIA)
Sgt. Charles J. Brower-Anchor, 12027423, L/W. (KIA)
Sgt. Clarence F. Smith, 33585103, T/G. (KIA)
S/Sgt. Paul (NMI) Alexo, Jr., 33187230, R/O. (POW)

Statement of 1st Lt. William L. McIlhargie, after liberation: “I was blown out of the plane, unconscious. I came to the following Saturday afternoon and have no knowledge of the others.
I saw Sgt. Alexo, the radio man, last. He had a flak wound in his leg and it didn’t look good.
There wasn’t time to give him first aid. I had just arrived there for that reason, then the ship blew up and that is all I remember. The last conversation I had with Lt. Runyon was to ask permission to go back and give first aid to the radio operator.”

Statement of S/Sgt. Paul Alexo, Jr., RO, after liberation:
“I was blown out of the plane with two others when the plane blew up.
S/Sgt. Smith had received a 20mm wound in his chest and was blown out. He died on the ground.
I saw him in the hospital, dead. 
Lt. Runyon did not get out.
Sgt. Goulet was killed by a 20mm shell and was last seen lying on the floor of the plane.
Sgt. Brower-Anchor was killed by a 20mm shell in his back and was lying on the floor, dead.
S/Sgt. Miller was last seen at his guns when the ship exploded.”
Titolo: Re:Richiesta di consulenza
Inserito da: franzisket - 14 Ago 2015, 16:17:10
.....lo strumento a sinistra (per chi guarda la foto ) però è tedesco....FL30420.....non può venire dal bombardiere americano
Titolo: Re:Richiesta di consulenza
Inserito da: Manu - 14 Ago 2015, 17:10:41
Visto che state toccando l'argomento da una mia breve ricerca mi è stato detto che la parte più consistente del B-17 è caduta nei campi dietro all'ospedale di Trecenta.
Il proprietario di uno dei campi mi ha confermato la presenza di tracce di alluminio ancora presenti.
Titolo: Re:Richiesta di consulenza
Inserito da: claudio1959 - 14 Ago 2015, 22:50:31
Visto che state toccando l'argomento da una mia breve ricerca mi è stato detto che la parte più consistente del B-17 è caduta nei campi dietro all'ospedale di Trecenta.
Il proprietario di uno dei campi mi ha confermato la presenza di tracce di alluminio ancora presenti.
---------
Caro Manu grazie per la tua risposta. So bene dov'è il luogo dell'impatto a Trecenta, se ti interessa posso cercare il permesso per un rilievo, ma adesso è ancora coltivato. . Ti chiedo se è accertato che si tratti di un B17, poichè dalla tua risposta mi sembra di si, oppure è una tua ipotesi, poichè dal limitato numero delle vittime io desumo si tratti, appunto, di uno di quei quadrimotori. Ti sono utili le immagini che ho allegato oppure quegli strumenti erano presenti sia sul B17 B24? Grazie. Claudio
340-6757581
Titolo: Re:Richiesta di consulenza
Inserito da: micky.38 - 14 Ago 2015, 23:22:42
Ciao Claudio1959, cosa intendi per operazioni clandestine alleate?

Ti segnalo intanto questo libro (scaricabile) che parla delle Missione MRS (Marini-Rocco Service), una missione congiunta SOE-SIM che copriva anche la zona di Rovigo. Ci troverai parecchi riferimenti ad aerei abbattuti e piloti recuperati sia nel rovigotto che il altre zone del Veneto.

http://www.giuliocesaro.it/pdf/storici/024%201943-1945%20%20Missione%20MRS.pdf

Non era però l'unica missione, anche altre sia del SOE inglese che dell'OSS agivano in zona e in zone limitrofe, raccogliendo informazioni e operando per esfiltrare i piloti sopravvissuti....
Titolo: Re:Richiesta di consulenza
Inserito da: Manu - 15 Ago 2015, 03:23:10
Scusa Claudio ma direi che Freddy e Franzisket abbiano risposto alle tue domande..se hai problemi a visualizzare i post fallo presente agli amministratori del forum...  :ok:
Titolo: Re:Richiesta di consulenza
Inserito da: Freddy - 15 Ago 2015, 09:23:47
.....lo strumento a sinistra (per chi guarda la foto ) però è tedesco....FL30420.....non può venire dal bombardiere americano
Come giustamente dice Franzisket, il primo è uno strumento tedesco ed esattamente un termometro del liquido di raffreddamento, verosimilmente di un Bf-110 (ma non è detto).
Non è, però, un FL 30420 (codice che comunque non trovo nella Luftwaffe Geräte Liste) ma un FL 20342 probabilmente il Gerät Nr. 127-1078A-1 per Bf 110 - Temp. Anzeiger, 0-130 - Hersteller: C Hartmann Braun.
Per avere una conferma del Gerät Nr. Bisognerebbe avere una foto della piastrina che è sul retro perchè di FL 20342 c'erano sette varianti per tipi diversi di Bf 109, Bf 110 e Fw 190. Erano prodotti sia dalla citata Hartmann Braun sia dalla LFGW, Hakenfeld.

Il secondo, quello a destra è un regolatore del flusso dell'ossigeno ed era montato anche su B-17. Si tratta di un Model A2 prodotto dalla The Aero Equipment Corp. di Cleveland, Ohio
Titolo: Re:Richiesta di consulenza
Inserito da: franzisket - 15 Ago 2015, 22:04:57
....confermo il 20342....(che si vede anche nel titolo della foto).....senza accorgermi ho scritto male il codice
Titolo: Re:Richiesta di consulenza
Inserito da: franzisket - 16 Ago 2015, 09:27:23
il temperaturanzeige Fl. 20342 era usato anche sulle versioni G-5, G-6, G-8, G-14, G-10 del Bf 109
Titolo: Re:Richiesta di consulenza
Inserito da: claudio1959 - 16 Ago 2015, 16:09:34
Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito, con le loro risposte, a far luce sulla ricerca del B17 abbattuto a Trecenta (RO) nel luglio 1944. Ho risposto ai vari associati individualmente solo perchè non avevo una buona  confidenza col sistema, ma ora rispondo al Forum, augurando a tutti buon lavoro e .... ancora grazie! Nell'articolo che uscirà su una rivista di storia, turismo e cultura il prossimo dicembre, l'ADA sarà citata e doverosamente ringraziata. Salutoni. Claudio1959
Titolo: Re:Richiesta di consulenza
Inserito da: Fabio - 17 Ago 2015, 15:42:29
Ciao Claudio e grazie per aver condiviso con AdA la tua bellissima ricerca!
Se hai bisogno di una squadra per un sondaggio con i metal detector, saremo felicissimi di poterti aiutare.
Ovviamente, com'è sempre nello spirito degli AdA, a titolo gratuito.
Titolo: Re:Richiesta di consulenza
Inserito da: claudio1959 - 17 Ago 2015, 19:37:49
Caro Fabio sono onorato che tu e gli altri dell'AdA consideriate quella in atto, una bellissima ricerca, ed in effetti è così, seppur vi sono state parecchie vittime ed anche, in precedenza, Verona subì un altro bombardamento. Per una squadra di sondaggio con MD ne sarei felicissimo, anche di avervi tutti nostri ospiti, ma dovreste però dirmi alcune cose, poiché gli esperti siete voi:
Premesso che la ricognizione verrebbe effettuata in giorno di sabato a fine agosto o inizio settembre, o, comunque in periodo di scarsa presenza di acqua fluviale, e poiché noi ora cerchiamo di individuare alcuni carri armati neozelandesi e non aeroplani, vi chiediamo se siete comunque interessati a cercare anche questi mezzi militari che non sono l'oggetto principale dei vostri interessi?
In questo caso potremmo usufruire di un solo collaboratore, poiché il gommone è per soli 4 posti (motorista incluso). Nella disponibilità di un'imbarcazione da 10 posti, in fase di acquisto, potremmo trasportare più operatori, ma se ne riparlerebbe l'anno prossimo.
Avete strumentazione idonea per rilevare acciaio in acqua ad una profondità minima di 2 (due metri)? Finché uno di voi effettua i rilievi in gommone, gli altri di AdA potrebbero effettuare i rilievi sul campo dove cadde il B17 a Trecenta (disponendo di autorizzazione).
In alternativa, poiché il rilievo in acqua verrebbe fatto di pomeriggio, si potrebbe effettuare il rilievo nel campo di Trecenta nelle ore mattutine. Come vi dissi nella prima mia lettera, se vi interessa potremmo effettuare un rilievo anche dove cozzò un Caccia alleato inseguendo alcuni tedeschi, ma, in entrambi i casi, devo chiedere e ottenere i permessi.
Rispondo ora ad alcuni che mi hanno scritto ieri:

Freddy mi ha scritto fornendomi delle utili informazioni sul B17 e sulla sua missione. Ringraziandolo particolarmente gli chiedo se può dirmi dov'era di stanza, nel luglio 1944, il 2nd Bomb Group, 429th Bomb Squadron.

Manu mi ha scritto: se hai bisogno di inserire nell'articolo qualche immagine di materiale proveniente dal crash ci possiamo mettere d'accordo e andarlo a cercare insieme. Rispondo: Ho inviato la foto del caschetto-cuffia da pilota, bossoli e misuratore (?) di ossigeno, ma mi piacerebbe avere qualcosa in più...anche dei frammenti dell'aeroplano per la mia piccola collezione o per un museo che, con alcuni amici, stiamo cercando di costituire (ma siamo ancora a livello di progetto).

Manu mi ha scritto: Se ti può essere utile mi hanno parlato di un certo Guido Rizzati, dovrebbe essere una sorta di storico locale e da quello che ho capito aveva già fatto una sorta di ricerca. Anche Guido Rizzati parla di un pilota nascosto da una contadina a Trecenta, che usciva solo per cibarsi e prendere aria. Io invece, nel 2009, intervistai un agente segreto di Badia Polesine (che viveva a 2 km dal crash point del B17) che, su richiesta del parroco di Crocetta-Badia che li aveva anch'egli nascosti, accompagnò i due aviatori in Svizzera, dove arrivarono e da dove, presumo, furono avviati in un campo di transito per POW in Germania (a quel tempo, in Svizzera, erano ospitati 140.000 POW, disertori, ecc.).

Ricky2 mi scrive:  viste le condizioni (dello strumento di sinistra) è molto probabilmente
proveniente da un crash, ed altrettanto probabilmente è di un 109. Rispondo: Puoi dirmi cos'è un 109?

Se deciderete di venire da queste parti, comunicandocelo per tempo, vi porteremo in qualche luogo d'arte e di storia, ed ovviamente a pranzo, nostri ospiti, in una villa d'epoca. Salutoni.  Claudio1959

Titolo: Re:Richiesta di consulenza
Inserito da: mazwork - 17 Ago 2015, 20:28:10
L'unità in questione era basata ad Amendola a partire dal 9 dicembre 1943, giorno più giorno meno...
Titolo: Re:Richiesta di consulenza
Inserito da: claudio1959 - 17 Ago 2015, 21:39:13
Ti ringrazio molto, avevo letto che fosse stanziato ad Amendola, ma la data riportata era più tarda, e successiva al luglio 1944, dunque mi son fermato.
Grazie ancora.  celestino celestino
Titolo: Re:Richiesta di consulenza
Inserito da: mazwork - 17 Ago 2015, 23:14:52
Ti ringrazio molto, avevo letto che fosse stanziato ad Amendola, ma la data riportata era più tarda, e successiva al luglio 1944, dunque mi son fermato.
Grazie ancora.  celestino celestino
Se guardi nel sito del 2nd Bomb Group, la data riportata è il 10 dicembre 1943...
Titolo: Re:Richiesta di consulenza
Inserito da: Fabio - 17 Ago 2015, 23:32:43
Grazie alle info di Freddy, riporto alcune pagine del MACR 6376 del B-17.
Titolo: Re:Richiesta di consulenza
Inserito da: Freddy - 18 Ago 2015, 16:10:38

Manu mi ha scritto: Se ti può essere utile mi hanno parlato di un certo Guido Rizzati, dovrebbe essere una sorta di storico locale e da quello che ho capito aveva già fatto una sorta di ricerca. Anche Guido Rizzati parla di un pilota nascosto da una contadina a Trecenta, che usciva solo per cibarsi e prendere aria. Io invece, nel 2009, intervistai un agente segreto di Badia Polesine (che viveva a 2 km dal crash point del B17) che, su richiesta del parroco di Crocetta-Badia che li aveva anch'egli nascosti, accompagnò i due aviatori in Svizzera, dove arrivarono e da dove, presumo, furono avviati in un campo di transito per POW in Germania (a quel tempo, in Svizzera, erano ospitati 140.000 POW, disertori, ecc.).

Ricky2 mi scrive:  viste le condizioni (dello strumento di sinistra) è molto probabilmente
proveniente da un crash, ed altrettanto probabilmente è di un 109. Rispondo: Puoi dirmi cos'è un 109?


Ciao Claudio, ti rispondo partendo dall'ultimo punto: Cos'è un 109? A questo punto devo scusarmi anche a nome di altri membri del forum. Talvolta ci dimentichiamo che qualcuno può non essere addentro a questo tipo di problematiche e ci "scappano" termini per noi usuali  ma che lo sono molto meno per altre persone.
In breve, un 109 è l'aereo da caccia tedesco monoposto e monomotore Messerschmitt Bf 109 conosciuto pure (ma non è corretto) come Me 109.

Ciò detto passiamo alle vicende dei due prigionieri.
Quello che ti è stato raccontato non corrisponde alla verità o, almeno, non per questo caso.
E' sicuramente possibile che altri piloti o aviatori alleati scesi con il paracadute nelle vostre zone, siano stati aiutati dalla popolazione e accompagnati in Svizzera dove venivano però internati.
La Svizzera al tempo era un paese neutrale e non vi furono mai, che io sappia, accordi con la Germania per mandare là degli internati e, oltre a tutto, i rapporti tra le due nazioni non erano da "bacio sulla bocca". So che alcuni tedeschi che per errore erano atterrati in Svizzera e non avevano chiesto asilo politico, su loro specifica richiesta erano stati rimandati in Germania ma questo non è mai valso per il personale alleato.
Dalla lettura del MACR e dai rapportini tedeschi Ksu allegati, sembrerebbe di capire che i due sopravvissuti non erano stati catturati immediatamente ma solo più tardi, tuttavia comunque, nella stessa giornata del 6 luglio.
Come si legge, sempre nel MACR, Paul Olexo, l'operatore radio aveva una brutta ferita alla gamba e nel suo resoconto si dice che era stato portato all'ospedale.
McIlhargie, nel suo rapportino, dice di aver perso i sensi nel momento in cui l'aereo era esploso e lui era stato scaraventato all'esterno. Dice pure di essersi risvegliato solo nel pomeriggio del sabato successivo. Dato che l'aereo era caduto il giovedì precedente è abbastanza verosimile che fosse stato trovato e ricoverato in ospedale anche lui. Quindi, come vedi, niente Svizzera.

Di seguito quanto risulta negli elenchi del Prisoners of War negli archivi del NARA (U.S. National Archives and Records Administration)

O-708512 -MC ILHARGIE W L - ARMY - Michigan - North African Theatre: Italy- Returned to Military Control, Liberated or Repatriated - GERMANY - (campo di prigionia) Undefined Code (non noto)

33187230 - OLEXO PAUL - ARMY - Pennsylvania - North African Theatre: Italy - Returned to Military Control, Liberated or Repatriated - GERMANY - (Campo di Prigionia) Stalag Luft 4 Gross-Tychow (formerly Heydekrug) Pomerania, Prussia (moved to Wobbelin Bei Ludwigslust) (To Usedom Bei Savenmunde) 54-16
Titolo: Re:Richiesta di consulenza
Inserito da: claudio1959 - 18 Ago 2015, 17:35:41
caro Freddy hai fatto benissimo a farmi giungere queste tue osservazioni. A questo punto dovrò assolutamente tenerne conto, poichè, non avendo ancora ricevuto delle buone traduzioni dei report, potrebbe effettivamente trattarsi di altri due prigionieri o aviatori caduti in zona, che furono comunque condotti in Svizzera. Dovrò integrare il testo, ma certamente ne vantaggerà. Ma potresti dirmi a cosa corrispondono i 4 fogli che mi hai spedito? Vorrei citarne l'autorevole fonte. Grazie! Claudio
Titolo: Re:Richiesta di consulenza
Inserito da: claudio1959 - 19 Ago 2015, 21:52:59
Caro Fabio scusami se ti cerco qui, ma non ho ancora una buona conoscenza del sistema del forum...con calma impareò. intanto mi permetto chiederti se puoi aiutarmi a capire il ruolo che avevano gli aviatori abbattuti a Trecenta. sono quelli indicati dal numero 5 al numero 9. Grazie molte. Claudio

MISSING AIR CREW REPORT: A/C #42-31848 - 429TH SQUADRON
1 Pilota 2nd Lt. William A. Runyan, 0-807520, P. (KIA) seppellito a  LEGNAGO
2 co-pilota 2nd Lt. Raymond G. Haug, 0-819518, CP. (KIA) seppellito a  LEGNAGO
3 2nd Lt. William L. McIlhargie, 0-708512, N. (POW)
4 2nd Lt. Curtis A. Pfaff, 0-749741, B. (KIA) seppellito a LEGNAGO

5 S/Sgt. George B. Miller, 34689062, U/T. (KIA) seppellito a TRECENTA
6 Sgt. Louis A. Rodriguez, 32221177, L/T. (KIA) seppellito a TRECENTA
7 Sgt. Clarence R. Goulet (Coullet ?), 31173113, R/W. (KIA) seppellito a LEGNAGO
8 Sgt. Charles J. Brower-Anchor, 12027423, L/W. (KIA) seppellito a TRECENTA
9 Sgt. Clarence F. Smith, 33585103, T/G. (KIA) seppellito a LEGNAGO

10 S/Sgt. Paul (NMI) Alexo, Jr., 33187230, R/O. (POW)
Titolo: Re:Richiesta di consulenza
Inserito da: Freddy - 19 Ago 2015, 22:05:11
P   = Pilota  (Pilot) n°1
CP = Secondo pilota (Copilot) n°2
N   = Navigatore (Navigator) n°3
B   = Puntatore (Bombardier) n°4
U/T  = Mitragliere torretta superiore (Upper turret gunner) n°5
L/T   = Mitragliere torretta inferiore (Lower turret gunner o anche Ball turret gunner) n°6
R/W  = Mitragliere laterale destro (Right waist gunner) n°7
L/W  = Mitragliere laterale sinistro (Left waist gunner) n°8
T/G  = Mitragliere torretta di coda (Tail turret gunner) n°9
R/O  = Operatore radio (Radio operator) n°10

NB: Della torretta di prua si occupava il puntatore che era libero tutto il tempo salvo che al momento dell'acquisizione dell'obbiettivo.
Titolo: Re:Richiesta di consulenza
Inserito da: Fabio - 19 Ago 2015, 22:14:23
Graficamente l'equipaggio è così indicato:
Titolo: Re:Richiesta di consulenza
Inserito da: claudio1959 - 19 Ago 2015, 22:24:20
sei sempre gentilissimo ed esaustivo, grazie. claudio
Titolo: Re:Richiesta di consulenza
Inserito da: Fabio - 02 Nov 2017, 19:34:20
Come stanno andando le ricerche?
Claudio, vuoi approfondire con un sondaggio?