PRESERVARE NEL TEMPO LA CULTURA AERONAUTICA - EVENTI CULTURALI > LA PULIZIA DEI REPERTI

Un sistema semplice ed efficace

(1/2) > >>

Veltro_7:
Basta poco per ottenere buoni risultati, vi interessa sapere come ?
Parola magica: Elettrolisi.

Fabio:
Molto interessante!
 

Veltro_7:
I componenti: una vaschetta di plastica, un alimentatore da min. 2 Amp. 9 , 12 o 24 Vcc. con morsetti a coccodrillo (rosso + nero -), acqua, sale grosso da cucina,
una vite o qualsiasi cosa di metallico (anche un chiodo) e il pezzo da pulire.
Nelle foto si vede un caricatore della I^ GM. con metà parte pulita.

Segue descrizione dettagliata.
Ciao.



Fabio:
Grazie!  :good:

Veltro_7:
Cominciamo….(da wikipedia)

L'elettrolisi (pronuncia elettròlisi o elettrolìsi) è un processo che consiste nello svolgimento di trasformazioni chimiche grazie all'apporto d’energia elettrica; si ha quindi la conversione dell'energia elettrica in energia chimica.
Tradotto per lo scopo che c’interessa, togliere lo strato d’ossido o ruggine dai reperti ,usando una fonte d’energia a corrente continua (Pile o alimentatori da pochi ampere).
Per il nostro scopo sarebbe possibile anche usare le comuni batterie a 9 volt.
Chiaro che se il pezzo e particolarmente grande, il consumo di batterie sarebbe troppo dispendioso.
Quindi consiglio l’uso d’alimentatori da tavolo in corrente continua. Es. gli alimentatori da pc portatili chiamati anche Switching.
In grado di fornire una corrente sufficiente 2,3 Ampere con 12 o 24 volt in continua. (+ , -).

Lo so che è inutile dirlo.... ma !!!!!
Attenzione... non usare mai direttamente la corrente a 220 v. in alternata.

Bene proseguiamo; ci serve una vaschetta di plastica che contenga il pezzo, riempire d’acqua fino circa a metà, versare uno o due cucchiaini di sale grosso che serve per accelerare lo scambio d’elettroni e favorire l’elettrolisi. Colleghiamo il morsetto (pinza a coccodrillo, vedi foto) positivo ad un oggetto ferroso ( viti, chiodi , allumino,rame ,ottone insomma oggetti metallici) e il pezzo da pulire morsetto negativo. Ricordatevi di non immergere anche i morsetti altrimenti si corrodono è sufficiente girare poi la parte scoperta per ottenere una pulizia completa.
Se tutto è stato fatto nel modo corretto dopo pochi minuti, vedrete salire delle bollicine dagli oggetti metallici è l’elettrolisi che sta facendo il suo lavoro. Se siete fumatori non avvicinate la sigaretta alle bolle, (questo è un buon sistema per produrre anche idrogeno) altrimenti farete la fine dello Zeppelin !!!
Controllate periodicamente il pezzo da pulire (ogni 20 minuti circa) se lasciato in bagno salino per troppo tempo potrebbe corrodersi troppo. Diciamo che in un’ora o due il pezzo e pronto, toglietelo dal morsetto, risciacquate e pulite con uno straccio o pennello.
Se ci sono tracce di colore, normalmente non si tolgono basta non esagerare (voce del verbo, fate prima delle prove !).
Sulla superficie dell’acqua si formerà un fango colorato, niente paura è normale basta poi pulire.
Ricordo che: le dosi di sale, la quantità d’acqua e la tensione fornita sono dipendenti dalla grandezza del pezzo da pulire, fate pure esperimenti.
Non mettere mai in contatto tra loro il morsetto positivo con il negativo,rischiereste di bruciare il fusibile di protezione o addirittura l’alimentatore Se l’alimentatore che usate non è adeguato potrebbe scaldare parecchio, spegnetelo subito !
Si potrebbe anche usare un carica batterie da auto.
Vi assicuro che tutto funziona e cosa non da sottovalutare di questi tempi, economico.
Rimango a disposizione per chiarimenti e dubbi.
Ciao.

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa