Autore Topic: Museo 2° Deposito Centrale A.M. di Gallarate/Volandia - Parco e Museo del Volo.  (Letto 15493 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6321
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Su richiesta della 1^ Regione Aerea di Milano, siamo stati ospiti a Gallarate (Va) come A.A.A. di Ferrara e il nostro richiestissimo simulatore di volo per bambini, Celestino, per l'evento In Air ON Air - LA SETTIMANA DELLA SCIENZA, un evento che sta coinvolgendo gli istituti tecnici e l'Aeronautica Militare: http://www.settimanadellascienza.it/default.aspx#presentation

Abbiamo usufruito degli alloggi degli ufficiali e la sera del venerdì 14, siamo stati in compagnia di alcuni marescialli della base.
Abbiamo potuto così visitare il bellissimo museo che curano in base.

Inizio con la V Rossa appartenente al pilota Silvio De Giorgi, scomparso nel 2004 a 93 anni.
De Giorgi è stato pilota della Squadriglia Acrobatica di impiego nazionale  e del Reparto Alta Velocita' di Desenzano

Oblò di un S.55

Cupolina e volantino provenienti da un Macchi M.7



Presidente di Archeologi dell'Aria APS

Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6321
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Vetrine con cimeli personali donati dalle famiglie degli ufficiali piloti, collezioni di strumenti avio e il tè degli Aviatori!

« Ultima modifica: 20 Mar 2014, 21:08:28 da Fabio Raimondi »
Presidente di Archeologi dell'Aria APS

Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6321
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Guardate questo siluro italiano... Notate qualcosa di strano?

« Ultima modifica: 20 Mar 2014, 21:19:41 da Fabio Raimondi »
Presidente di Archeologi dell'Aria APS

Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6321
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Velivolo radio bersaglio Meteor P.1
Motore Meteor Alfa 1
Velocità max: 550 km/h
5 minuti per raggiungere 16000 m. di quota.
Autonomia 1 ora, raggio di azione 160 km, decollo assistito da razzo Meteor 8785.
Recupero con paracadute automatico
Sistema di pilotaggio: Meteor RSS a transistor con autopilota.
Presidente di Archeologi dell'Aria APS

Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6321
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Il BUDO un motore unico, autocostuito negli anni 20.
Presidente di Archeologi dell'Aria APS

Offline Romeo2

  • Socio AdA
  • *
  • Post: 241
Due tempi :good:
"Ho visto cose,che voi astemi non immaginate neanche...."

Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6321
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Altri cimeli
« Ultima modifica: 20 Mar 2014, 21:53:19 da Fabio Raimondi »
Presidente di Archeologi dell'Aria APS

Offline dino

  • Post: 537
Ciao Fabio, complimenti per il reportage, una visita da invidiare.
Per il siluro mi pare ovvio che la differenza sta nei governali, rispetto alle armi impiegate dalla Regia Marina. Credo che la parte "allungata" e così modificata dovesse far si che l'arma, una volta lanciata dal velivolo, entrasse in acqua ma non andasse troppo a fondo, rimanendo a una quota accettabile per impattare contro l'opera viva della nave, escludendo così il rischio che l'arma passasse sotto la chiglia.
Da qualche parte devo aver letto e visto che i Giapponesi modificarono in maniera simile i propri siluri, ma con governali in compensato che si staccavano una volta entrati in acqua e "indirizzato" l'arma, perché nel corso delle prove per il futuro attacco a Pearl Harbour, vi era anche il problema dei bassi fondali.
Anche se magari non è topic, ti allego due immagini trovate nel web relative alle "code" di siluri della Regia Marina.
Ciao :yahoo: 

Offline pipistrello

  • Post: 809
L'impennaggio del siluro era una invenzione di Trizzino, (quello di Navi e Poltrone) e serviva a far entrare in acqua il siluro con una angolazione che non ne danneggiasse le parti più delicate a poppa.
L'impennaggio si staccava automaticamente con l'entrata in acqua.

Offline dino

  • Post: 537
Bravo Pipistrello :yahoo:!...detto in maniera sintetica ciò che ho grossolanamente postato... :victory:... il particolare del distacco dell'impennaggio avevo dimenticato di annotarlo, ma ovviamente è così
Ciao :ok:
« Ultima modifica: 22 Mar 2014, 11:15:48 da dino »

Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6321
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Bravi ma non avevo dubbi  ;)
la pressione dell'acqua azionava questa leva che sganciava il governale.

A breve le posterò le foto del museo di Volandia.

Presidente di Archeologi dell'Aria APS

Offline pipistrello

  • Post: 809
La levetta è la cosa più interessante, mi ero sempre chiesto come facesse a sganciarsi da solo entrando in acqua.
Italicamente geniale!

Offline Romeo2

  • Socio AdA
  • *
  • Post: 241
Eccolo in un siluro montato su S.M 79 in fase di rullaggio. (tratto da un vecchio filmato dell'istituto LUCE)  salutomilitare
"Ho visto cose,che voi astemi non immaginate neanche...."

Offline fulcrumk

  • Post: 64
Complimenti per il reportage!
E' un Museo difficilmente visitabile,  del quale ho sinora visto in giro pochissimo, ma vedo che è ricco di cimeli interesantissimi.

Grazie per aver condiviso.
Paolo

Offline Fabio

  • Amministratore
  • Post: 6321
    • Il Forum dell'AdA - Associazione di Promozione Storico Culturale.
Grazie Paolo.

I "gate Guardian" nel piazzale:

Presidente di Archeologi dell'Aria APS

 


SimplePortal 2.3.7 © 2008-2021, SimplePortal