THEN AND NOW - GALLERIA FOTOGRAFICA > SCHEGGE NELLA STORIA

Badia Polesine 1943-1945

(1/2) > >>

claudio1959:
Vi segnalo questa villetta anni '30 dotata di un piccolo rifugio antischegge e alcune immagini degli effetti delle schegge da bombardamento aereo in una via parallela alla ferrovia, dove gli aerei alleati iniziarono i bombardamenti nel dicembre 1943. Claudio1959

micky.38:
Grazie Claudio, l'edificio sembra essere (ed essere stato all'epoca) una azienda o qualcosa di simile, confermi?
Il rifugio sembra una garitta da osservazione antincendio, ci stava un pompiere designato a dare l'allarme in caso di incendio durante l'incursione, parecchie aziende ne erano dotate.

claudio1959:
Caro Micki.38 sei un mito ... non immaginavo che il rifugio fosse una specie di garitta antincendio. Quella, in effetti, era una zona produttiva, e il villino potrebbe dunque essere stato una sede amministrativa sorvegliata. Io me ne sono occupato sia in una conferenza, sperando di salvarli, che nel caso della villetta e, ringraziando il Signore, ci è andata bene, ed entrambi oggi dovrebbero essere tutelati. SAI DIRMI DOVE VE NE SONO DI SIMILI? Volevo chiederti se domenica 30 agosto, dalle 13, verrai a fare un giro a Badia Polesine; faremo un sopralluogo, in gommone, nell'area dove caddero i carri armati NZ. Poi, se vorrai, ti accompagnerò sui crash point a Trecenta o Canda. I tuoi suggerimenti li ho messi per iscritto nel mio racconto. Claudio1959  :yahoo  celestino

kanister:
Anni fa nell'archivio di una ditta avevo trovato questo, direi che viene presentato come rifugio antiaereo, più che per osservazione antiaerea:

claudio1959:
Caro Kanister l'immagine che hai inviato mi è molto utile, poichè confermerebbe, come ipotizzo, che quello di Badia Polesine sarebbe effettivamente un rifugio antiaereo ''portatile''. Un caro saluto. Claudio
ps-Molto bello il report dell'UNPA sull'aereo caduto a Savona. Non ho capito però da dove proviene.

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa