PRESERVARE NEL TEMPO LA CULTURA AERONAUTICA - EVENTI CULTURALI > L'UOMO LA MACCHINA IL PILOTA

Ten. Pilota Dott. Aristide Sarti.

(1/3) > >>

Fabio:
Oggi abbiamo fatto un'improvvisa smacchinata alla lapide del Tenente pilota Aristide Sarti.
Lapide posta sopra il luogo del crash...
Da anni Claudio Mischi mi martellava con questa richiesta e oggi l'abbiamo accontentato.
La lapide è pervasa dalla totale incuria... Mi ha lasciato amarezza vederla così...
Da wikipedia parecchie info:
Aristide Sarti (Bologna, 24 febbraio 1917 – Goito, 2 aprile 1945) è stato un aviatore italiano. Pilota di grande esperienza della Regia Aeronautica partecipò alla seconda guerra mondiale, venendo decorato più volte per il valore dimostrato in combattimento.
http://it.wikipedia.org/wiki/Aristide_Sarti
 
Didascalia dell'ultima foto:
Giugno 1942 – S. Pietro di Caltagirone. Ten. Aristide Sarti e Ten. Manlio Biccolini (a destra) decorati con Croce di Guerra al V.M.
(Source: Foto archivio Famiglia Biccolini/www.eaf51.it)

 salutomilitare

Ariete:
Ho alcune belle foto di Sarti in ASI.
Purtroppo, questo pilota, ha pagato ingiustamente la scarsa fama postuma - che meritava come uomo e pilota - per la sua schierata appartenenza politica.

Cieli aperti Aristide!

 salutomilitare

Fabio:

--- Citazione da: Ariete - 12 Ago  2014, 23:19:18 ---Ho alcune belle foto di Sarti in ASI.
Purtroppo, questo pilota, ha pagato ingiustamente la scarsa fama postuma - che meritava come uomo e pilota - per la sua schierata appartenenza politica.

Cieli aperti Aristide!

 salutomilitare

--- Termina citazione ---

Con una famiglia così benestante, non potevano recuperarlo e seppellirlo in una tomba decente anzichè lasciarlo in uno stagno? (Ora è una pozza di liquami nauseabondi)

luigi.rodighiero:
Rivivo l'emozione provata lo scorso anno, quando mi recai sul luogo, in una sorta di pellegrinaggio in solitaria, in un assolato pomeriggio d'estate. Aristide Sarti fu abbattuto in un drammatico combattimento aereo con i P-47 del 350° Fighter Group. Fu il tenente Richard Sulzbach ad abbatterlo. Il giorno prima Sulzbach, con altri 3 P-47 Thunderbolt, aveva distrutto un deposito di carburante tedesco a Terlago (TN), di fronte alla casa dove abito.
Il combattimento del 2 Aprile, Lunedì dell'Angelo del 1945, è descritto molto bene da Ferdinando D'Amico in "Anatomia di una battaglia". Lo allego, per chi non lo conoscesse.

manifold:
 salutomilitare

 celestino

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa